Gotham – Recensione 3×12

Hello Gotham City!
La pausa invernale è finalmente finita e siamo tornati nella città più dark del mondo della DC, la serie ci è mancata tantissimo ma forse più di questa, ci è mancato vedere il sorriso inquietante di Jerome Valeska.
Dopo l’insuperabile prestazione di Heath Ledger, il personaggio di Joker è diventato ancor più di prima, un ruolo da prendere con le pinze, e Cameron, episodio dopo episodio, si è dimostrato un’attore di altissimo livello, a tal punto, che io lo vedrei anche meglio di Jared Leto in questo ruolo.
Dopo questo comizio sulla perfezione del lavoro di Cameron, nonostante vorrei soffermarmi sulla sua bellezza, sarà meglio per tutti che io inizi a recensire “Mad City: Ghosts”. 

Bene, come sapete, quando è troppo che non parlo di Pinguino, mi devo sfogare e quindi partiamo proprio dal mio psicopatico preferito:
Da quando Nygma ha scoperto che dietro l’omicidio di Isabella c’è Oswald, ha messo in atto un  piano lento e doloroso, infatti tutta la storyline dedicata al sindaco si è evoluta attorno alla sua follia.
Amo follemente entrambi i personaggi, certo Pinguino è il mio prediletto ma Ed è un genio di malvagità, e questo mi spezza il cuore.
Piccola parentesi personale: BARBARA È STRAORDINARIA.

Chi non ha urlato contro il televisore/computer insulti di qualunque tipo contro Lee dovrebbe farsi curare, io ad esempio ho dato sfogo a tutta la mia rabbia sotto gli occhi dei miei genitori (Penso che mi rinchiuderebbero ad Arkham senza pensarci).
Incredibile ma vero, quella grandissima (…) fa mettere una taglia sulla testa di Jim Gordon, che l’ha salvata da un pazzo che ha contratto il virus di Elis.
Dopo circa 30 minuti eccola che torna da Carmnine con la grande illuminazione: TOGLI LA TAGLIA, BARNS È FUORI DI TESTA…
Ma buongiorno raggio di sole!
Il fatto che fosse rinchiuso ad Arkhm non ti ha fatto venire nessun sospetto?
Comunque la cosa grave è che anche Carmine è riuscito a capire che la ragazza è ancora innamorata di Jim, nonostante lo abbia chiamato VIRUS, lo capirà prima o poi anche lei?

Apriamo un’ultima parentesi su Bruce & Celina che seppur sono stati presenti nell’episodio, questa è una delle rare volte che la loro storyline non mi ha convinto fino in fondo.
Ho trovato molto emozionante l’abbraccio tra Celina e la madre ma il tutto si limita a quella singola scena, mentre avrei voluto scoprire qualcosa di più sulla statua del gufo.

Bene ragazzi, per questo ritorno è davvero tutto, non perdete l’episodio della prossima settimana con Jerome, io non vedo l’ora e voi?

-Sara

Gotham, Recensioni, Telefilm

Informazioni su Sara Spagnoli

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!

Precedente AGGIORNAMENTO | News su Orange Is The New Black Successivo People's Choice Awards 2017: lista completa dei vincitori.