SKAM Italia – Recensione 1×03

Gli episodi di SKAM Italia arrivano all’improvviso e, di conseguenza, le recensioni non hanno un giorno di pubblicazione preciso, non mi dispiace assolutamente perchè amo le sorprese ma l’organizzazione settimanale no anzi, lei si lamenta perchè non sa mai quando verrà modificata ma io sto cercando di convincerla a star tranquilla dato che SKAM Italia, con il passare degli episodi, mi sta ricordando quanto sia follemente innamorata di quel mondo e mi sta anche facendo affezionare ai personaggi italiani e poi, sono finalmente entrata davvero in scene le ragazze e, io ve lo dico, ho una cotta di proporzioni epiche della girl squad italiana.

Ho una crush assurda…come quella che avevo per Noora

Iniziamo, non vedo l’ora di parlarvi di Sana e di Eleonora e, non spaventatevi per l’assenza di parole per Eva e Giovanni, non mi hanno preso come coppia, non mi fanno emozionare e prenderei Giovanni a brutte parole quindi, al massimo, dedicherò a questi due bimbi solo un bonus finale…forse.

I paragrafi saranno brevi e dedicati ad un singolo personaggio relazionato ad altri, ovviamente.

Eleonora

Io penso di essermi innamorata, è precisamente come l’ho sempre immaginata, tosta al punto giusto, determinata, con due occhi capaci di comunicare qualcosa di più grande dell’Universo intero e con uno stile inconfondibile, particolare che non deve passare inosservato dato che, secondo me, il modo di vestirsi, di camminare e di porsi costituiscano il biglietto da visita di una persona e la metafora di gran parte del proprio essere.

C’è da dire che Benedetta Gargari sta rendendo Eleonora al meglio, particolarmente nel rapporto con Eva che è una delle mie cose preferite di SKAM Italia al momento e sono sempre più convinta che solo quest’attrice avrebbe potuto interpretare questo personaggio, in Italia solo ed esclusivamente Benedetta avrebbe potuto interpretare uno dei personaggi più iconici di SKAM, assolutamente.

Eleonora ed Eva si sono proprio trovate, si completano e sono felici insieme, la prima salva la seconda nei momenti più complicati in maniera magistrale e la seconda è a proprio agio quando la sua mora preferita è con lei…non smetterò di pensare che quasi quasi vorrei che formassero loro una coppia, sarebbe sicuramente spettacolare ma non penso succederà mai qualcosa dato che è anche appena stato introdotto Edoardo e, ragazzi, io non vedo l’ora di vedere il triangolo Eleonora-Edoardo-Silvia, non riesco a stare nella mia stessa pelle e si, questa è la dimostrazione evidente del fatto che le mie storyline preferite di SKAM Norge siano state quelle del triangolo menzionato sopra, degli Evak, di Noora/William/Nikko, di Sana e Yousef (Sana in generale) e di Eva e Chris…(menzione speciale per la scena del confronto tra Eva e Jonas nell’ultimo episodio della prima stagione). Si, la prima stagione non è mai piaciuta poi così tanto nemmeno nella versione originale quindi il fatto che la versione italiana mi stia piacendo è assai strano ma positiva come questione, davvero, stanno facendo un ottimo lavoro altrimenti starei qui a lamentarmi e no, non lo sto facendo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La scena in cui Eleonora ha salvato Eva mi è piaciuta ma ha raffigurato precisamente ciò che succede quando vogliamo cercare di far uscire fuori da una situazione scomoda qualcuno che non ci sta riuscendo e cioè…l’incapacità di risultare naturalmente in piena crisi di pianto o momento no…in sostanza ho rivisto me stessa e no, non è un’accusa nei confronti di Benedetta che non ha saputo essere più vera nel recitare quella scena, penso sia stato tutto voluto, in fondo noi italiani siamo conosciuti proprio per il nostro essere teatrali e non propriamente capaci di salvare situazioni in maniera seria e fintamente realistica, credo che molte di noi si siano rispecchiate in Eleonora, no?

Sana

 

Sto per fare uno dei complimenti migliori a Beatrice Bruschi, l’interprete di Sana.

YOU RULE BABY

Ho avuto le stesse vibrazioni di quando ho visto Sana Bakkoush per la prima volta, Iman mi aveva completamente rapita e Beatrice è riuscita a fare la stessa cosa, ha catalizzato completamente l’attenzione su se stessa e non riuscivo a guardare nessun altro nelle scene in cui era presente.

Devo ammettere che sono stata scettica fin da subito dopo aver saputo che Sana non sarebbe stata interpretata da un’attrice davvero musulmana e non per puro pregiudizio ma perchè in SKAM, soprattutto nella quarta stagione, abbiamo visto Sana pregare, fare il digiuno etc…attività che Iman praticava per davvero, non stava recitando, stava semplicemente vivendo la propria vita che non è quella di Beatrice ma, da quello che ho visto, credo sarà in grado di rendere il più realistiche possibili tutte le scene, se ci saranno, in cui dovrà “essere” una musulmana a tutti gli effetti.

Per il momento la prima reazione a pelle è stata super positiva, sono davvero felice e non vedo l’ora di vederla in azione ancor di più.

Si, perchè io mi aspetto questo da Sana…anche da quella italiana so…

Non sono propriamente d’accordo con il discorso che ha fatto alle ragazze mentre erano al bar perchè sembrava quasi che per conquistare un ragazzo si debba evitare di fare cose che invece ci piacciono come il pubblicare una marea di foto della propria gatta o dedicarsi alla condivisioni di frasi filosofiche solo perchè altrimenti nessuno ci guarderebbe secondo la solita storia dei pregiudizi che ci sono in Italia (e non solo in Italia), se non fai questo non sei figo quindi puoi andartene al quel paese perchè fai schifo, una di quelle idee che mi fa così tanto schifo che non potete nemmeno immaginare.

Principalmente non mi è mai piaciuta quella scena perchè non c’è una motivazione solida alla base del discorso di Sana che invece c’era nella versione norvegese…lì le ragazze stavano cercando di costituire il bus per il RUSS e Sana ha attuato una strategia che si basava ANCHE sull’uscire con ragazzi più grandi qui invece sembra che tutto giri intorno ad Edoardo e al fatto che Silvia voglia imbucarsi per conoscerlo…e no, non mi piace questo scenario, già in SKAM Norge Vilde si è fatta trattare male pur di stare con William, per tutto un discorso che non sto qui a rifare altrimenti la recensione finirà domani mattina, non voglio vedere una Silvia ancor di più sotto ad un treno e pure come causa principale, no, proprio no.

Ovviamente so che in Italia non esiste tutta la questione del RUSS e che quindi non poteva essere quella la causa scatenante dell’unione delle ragazze ma…perchè solo una festa a cui Silvia vuole imbucarsi per conoscere Edoardo? Diciamo che mi aspettavo una motivazione più valida, anche solo un qualcosa che riguardasse un’occupazione studentesca, uno sciopero, un’associazione…qualsiasi cosa e non una festa che si, in un certo senso, rappresenta la causa principale del ritrovo di ragazzi della stessa età, della maggior parte dei ragazzi ma io non mi sento rappresentata e penso che molti giovani siano d’accordo…non è possibile che nel 2018 giri ancora tutto intorno ai ragazzi, alle feste e alle cose frivole.

Federica

Even (come ti chiamerai non lo so) quando arrivi?!

Ho sentito molti pareri discordanti sulla famosa scena “Federica/Cucchiaino/Martino” e devo dire che non mi trovo d’accordo dato che l’ho trovata efficace e leggermente più soft di quella norvegese che quasi quasi aveva imbarazzato anche me, è stata sicuramente più d’impatto quella originale ma ho apprezzato davvero questa versione, ha reso ciò che doveva rendere e la reazione di Martino mi è piaciuta…quella di Giovanni no…quando smetteremo di definire “cicciona” una ragazza il mondo sarà sicuramente un posto migliore in cui vivere e no, non voglio semplicemente essere moralista, sono precisamente così, odio questo modo di fare ma sono felice che venga mostrato perchè ciò che vediamo succede davvero ed è giusto esserne consapevoli.

Per il momento Federica mi piace come personaggio ma sicuramente meno degli altri.

Silvia

Di Silvia ho già parlato tanto sopra perchè il discorso mi ha portato a dedicarmi anche a lei ma mi incuriosisce molto, è una buona Vilde ma prima di definire meglio il mio pensiero voglio aspettare un altro po’.

Scena finale

GRL PWR

Non c’è un’altra parola d’ordine, adoro come stanno rendendo il rapporto tra le ragazze e sono felice di vederle così unite, mi hanno fatto venire voglia di uscire e divertimi e di avere un gruppo simile,  sono assortite equamente e si sono mescolate tra di loro, cosa potrei voler di più? L’essenza di SKAM sono proprio le squads quindi…VA TUTTO BENE.

Voto all’episodio: 7 e mezzo, mi è piaciuto di meno del primo episodio ma diciamo che sono soddisfatta.

P.s nota speciale per il sorriso di Ludovica Martino e di Benedetta Gargari…è qualcosa di spettacolare e illumina lo schermo, dico seriamente.

p.p.s Sana ha gli occhi della Sana Norvegese e io sono un attimino scioccata…sono profondi come dovevano essere.

p.p.p.s ad Eleonora non piace Edoardo…tesoro ne riparliamo in seguito, ne vedremo delle belle

Si, le parole per Giovanni ed Eva sono saltate, scusate ma le ragazze sono il fulcro di tutto.

Irene 

Precedente Grey's Anatomy - Recensione 14x19 | The Redheads Diaries Successivo The Originals 5: vedremo di cosa è capace Hope?