Crea sito
13 Reasons Why,  Recensioni,  Telefilm

13 Reason Why – Recensione 2×08 | The Redheads Diaries

Ciao a tutti ragazzi e benvenuti in quella che per me è la penultima recensione di 13 Reasons Why, non so spiegarvi quanto è difficile trattenermi dal fare la super maratona e finire la serie in giornata, ma onde evitare di farvi qualsiasi tipo spoiler, questo e molto altro.
Oggi recensiamo ” The Little Girl ” in italiano “La bambina”, e senza ulteriori giri di parole cominciamo subito!

A testimoniare oggi troviamo gli stessi genitori di Hannah, che per quanto convinti della responsabilità oggettiva della scuola nella morte della figlia, anche loro iniziano a vacillare.
Con tante chiacchiere, testimonianze e scoperte, la verità è come un fiume in piena, ma sinceramente, è difficile capirci qualcosa.
A peggiorare maggiormente la situazione già molto complessa del processo è proprio Andrew Backer. Questo, testimonia che la figlia sarebbe sempre stata a conoscenza del tradimento del padre con un’altra donna, e nonostante subito dopo essere stato colto in fragrante dalla stessa Hannah, Andy abbia parlato con la moglie e chiuso la suddetta relazione, la giuria evidentemente vede questa scoperta come una delle cause della morte della ragazza.
Ovviamente Andy ha già fatto mea culpa diverse volte, infatti la sua volontà non era quella di andare al processo, ma la madre di Hannah, da sempre all’oscuro della consapevolezza della figlia sulla questione del tradimento, sta capendo solo ora che la responsabilità della morte di Hannah potrebbe non essere attribuita solo alla scuola.
Tra certezze non più tali e un’avvocato iena, non è facile far apparire la povera Hannah come la ragazza che era, ma noi tutti speriamo che presto qualcuno ci riesca.
In situazioni così tanto drammatiche mi viene difficile pensare che la colpa stia da una sola parte, sicuramente la scuola e il bullismo hanno decisamente influito in maniera pesante sulla scelta della ragazza di porre fine alla sua vita, ma allo stesso tempo, non condivido le parole di Andrew che diverse volte sostiene che in casa Hannah era una ragazza felice e senza problemi.
Possiamo davvero attribuire la colpa SOLO alla scuola?
O magari anche i genitori avrebbero potuto fare di più?
Magari accorgersi dello status della figlia sarebbe potuto essere d’aiuto, ma d’altro canto noi meglio di tutti sappiamo che gli adolescenti sono una scatola chiusa.
La situazione è davvero tanto complessa e schierarsi da una parte o dall’altra è davvero impossibile, speriamo solo che questo processo si concluda per il meglio.

Proseguiamo con i nostri ragazzi, e di cose da dire ce ne sono davvero tantissime visto che tutta la scuola non riesce a togliersi le cuffiette delle orecchie.
Le cassette di Hannah stanno facendo il giro della scuola e di conseguenza i nostri ragazzi hanno tutti gli occhi puntati addosso, in particolare Bryce.
A proposito di quest’ultimo, la questione sta finalmente iniziando a smuoversi, la scuola ora tratta e chiama Bryce come merita: STUPRATORE.
Questo ragazzo è tanto perverso quanto malato, la sua tranquillità mi terrorizza. Si certo, oggi gli è un po’ crollato il mondo addosso, ma comunque lo continuo a vedere troppo calmo rispetto alla gravità della situazione.
Forse la sicurezza di avere un padre molto potente lo fa sentire protetto, ma la madre del ragazzo ci sta stupendo e non poco. Infatti, quest’ultima non è tanto convinta che le voci riguardanti il figlio siano soltanto tali, voci!
Che cosa spinge una madre ha pensare questo del figlio?

Comunque, ve lo ricordate che cosa ho detto nell’altra recensione rispetto a Cyrus e Tyler?
Bene, oggi, e solo per oggi, rimangio tutto.
Anche se la scena dell’uccello morto è stata molto inquietante, non posso non amare i due ragazzi per quello che hanno costretto a fare a Marcus.
Certo prendersela con Zach, in particolare con la sua famiglia, è stato decisamente troppo ma per quanto riguarda Marcus, scusate ma ho proprio goduto!
Proseguiamo parlando di Jessica, che praticamente sarà la causa del mio prossimo infarto, il suo rapporto sempre più profondo con la madre di Hannah mi emoziona sempre tantissimo e infondo la mia speranza è che lei trovi la forza di denunciare Bryce anche nella signora Baker.
Il fatto che Jess si sia lasciata andare alle lacrime tra le braccia di Olivia mi fa ben sperare, questa ragazza deve trovare la forza di affrontare la situazione!

Ci accingiamo ad arrivare alla conclusione di questa recensione parlando di quello che in questa stagione è decisamente uno tra i miei personaggi preferiti:

JUSTIN FOLEY !

Come avevo pronosticato fin da quando Justin ha deciso di scappare dalla finestra, non c’è voluto molto affinché tornasse a drogarsi e per giunta nel peggiore dei modi, endovena.
Le ragioni che lo hanno portato ha questa decisione sono diverse, sicuramente le cassette venute alla luce hanno influito, ma a parer mio la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata Bryce.
Le sue parole hanno devastato il nostro ragazzo e purtroppo le visioni che ne conseguono sono state di una violenza inaudita.
L’immagine di lui con l’ago ancora infilato nel braccio mi ha fatto arrivare al limite dello svenimento, per non parlare di quando ha rischiato di soffocare nel suo vomito, ho perso 40 anni di vita.
Ho perso 40 anni di vita e non sono morta perché esiste un sant’uomo di nome Alex, che con grande forza d’animo è riuscito in qualche modo a salvare la vita di Justin.
Certo questa coppia è molto strana ma oggi ha dimostrato grande, GRANDISSIMA, sintonia.
In questa stagione Alex sta facendo uscire il meglio di se e nonostante stia lottando con i postumi di un evento drammatico, il suo carattere e la forza che sta dimostrando è davvero tanto toccante.

SKYE MILLER è finalmente tornata e sta più o meno bene!
Abbiamo capito qualcosa in più rispetto ai suoi atteggiamenti, infatti la ragazza in un colloquio molto emozionante con Clay, gli ha rivelato di essere bipolare.
Io continuo ad ammirare la forza di Skye che per farsi aiutare ha dovuto rinunciare alla persona che ama. Per amor proprio ha deciso di andare a vivere dagli zii e nonostante questo porti la ragazza lontano da Clay, alla fine lei deve fare quello che è meglio per se stessa.

Ultimo ma certo non per importanza è Tony, che non si capisce che cosa può aver fatto all’uomo con problemi alla vista.
Tony non è cambiato di una virgola rispetto alla scorsa stagione, misterioso era, misterioso è rimasto, ma noi lo amiamo proprio per questo.
Spendiamo due parole per il bacio con l’istruttore di Box?
Ve l’avevo detto io che c’era qualcosa di speciale tra i due, sono davvero felicissima per questo bacio e spero che possa nascere qualcosa di concreto, anche se la storia con quell’uomo misterioso NON MI PIACE!

E bene si, abbiamo terminato anche l’ottavo episodio della serie e come sempre vi lascio alle mie colleghe che fanno sempre un’ottimo lavoro, sicuramente anche meglio del mio!
Alla prossima!

-Sara

Commenti disabilitati su 13 Reason Why – Recensione 2×08 | The Redheads Diaries

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!