Crea sito
13 Reasons Why,  Recensioni,  Telefilm

13 Reasons Why – Recensione 2×11 | The Redheads Diaries

Ciao a tutti ragazzi e bentrovati nel nostro blog, oggi continuiamo a parlare di 13 Reasons Why con la recensione dell’undicesimo episodio intitolato “Bryce e Chloe“.
Prima di cominciare devo chiedervi scusa, vi avevo promesso che per evitare qualunque tipo di spoiler avrei visto gli episodi man mano che avrei svolto le recensioni, ma purtroppo non ho saputo resistere. Così, proprio ora che sto scrivendo queste righe, credo come gran parte di voi, IO SO TUTTO.
Comunque, nonostante questa piccola parentesi personale, vi prometto che rileggerò centinaia di volte la recensione per assicurarmi che non ci sia neanche una virgola che possa far trasparire uno spoiler, quindi ragazzi, gambe in spalla e cominciamo!

Oggi a testimoniare è proprio lui, la feccia umana, BRYCE WALKER.
Come era prevedibile si è vestito di tutto punto, ed ha anche indossato un paio di occhiali per sembrare più “bravo ragazzo”. Come se vederlo vestito da agnellino quando è una iena non bastasse, il ragazzo ha anche deciso di testimoniare raccontando una bellissima storia Fantasy. Ad un certo punto aspettavo con ansia che dicesse qualcosa tipo:

SIAMO ANDATI ALLA FINE DELL’ARCOBALENO E ABBIAMO TROVATO LA PENTOLA D’ORO! POI AL GALOPPO DI UN UNICORNO BIANCO ABBIAMO CAVALCATO VERSO IL TRAMONTO.

Fin dove si spinge l’orrore di questa persona?
Comunque, tutti i ragazzi al processo hanno ceduto alla pressione ma purtroppo Bryce è andato dritto come una spada non lasciando niente al caso, del resto come stupirsi?
I nostri ragazzi erano pentiti per quello che avevano fatto ad Hannah, mentre Bryce purtroppo ne va fiero. Un’uomo, se possiamo considerarlo tale, del genere  non può sentire nessun tipo di sentimento e purtroppo questo non ha giocato a nostro favore.
La storia di Bryce è stata davvero un racconto Fantasy e mi chiedo come Clay possa aver dubitato della ragazza che sosteneva di amare.
Citando una frase di Justin che in questa stagione ho amato:

Hannah è andata a letto con un solo ragazzo, poi ha avuto la cotta per un’altro […] e a dato un bacio a un terzo. […]E tutto un tratto è una zoccola?
E tu non sai più chi fosse?

Una statua per Justin Foley GRAZIE!

Comunque, tornando al bellissimo racconto di fantascienza per pararsi il posteriore inventato da  Bryce, lui e Hannah avrebbero avuto una specie di storia di sesso nella quale, ad un certo punto la ragazza avrebbe preteso di più e di conseguenza Bryce l’avrebbe lasciata perché non era interessato.
Veniamo a scoprire sul finale che però era proprio Bryce a desiderare Hannah ma questa lo vedeva solo come un’amico, il problema è che lo sappiamo solo noi e Bryce.

Proseguiamo parlando di Chloe, che in questo episodio ha avuto molto a che fare con Jessica, visto che quest’ultima ha deciso di andare a parlare a cuore aperto alla ragazza ed informarla della triste verità.
Le polaroid non mentono, Chloe era incosciente e Bryce la stava evidentemente molestando, anche la ragazza stessa ha affermato di NON ricordare nulla di quella sera.
Sembrava una GRANDE vittoria visto che la ragazza di uno stupratore voleva testimoniare contro di lui e con tanto di prove, peccato che al momento di arrivare al sodo lo sguardo gelido di Bryce ha condizionato la ragazza tanto da farle cambiare completamente versione.
Capisco perfettamente la ragazza, la paura di Bryce è forse l’ultimo dei suoi problemi, qualora avesse testimoniato sarebbe magicamente diventato tutto vero e il suo mondo, come dice Jess, sarebbe andato in pezzi.
Concludiamo il capitolo Bryce Walker parlando di una scena da far accapponare la pelle, ovvero quella dove madre e figlio hanno un confronto molto acceso nel quale il ragazzo dice a chiare lette quello che è successo con Hannah.
Io capisco che l’amore per un figlio è sempre tale, ma sicuramente non è giusto mantenere il silenzio, sono senza parole.

Altre due piccole parentesi prima di concludere la recensione di questo episodio:

La tensione tra i corridoi della scuola si fa pesante ed è bastata una piccola scintilla da parte di Justin e Bryce per scatenare un’assurda rissa che comprendeva praticamente mezza scuola.
Alcuni ragazzi si sono schierati contro i soprusi degli atleti, è stato sicuramente un gesto sbagliato ma ha mostrato grande unione.

La stagione è girata praticamente attorno a Clay e Justin e la bellezza dell’ultima scena nella quale Clay sente la voce di Hannah e vuole uccidere Bryce a me ha emozionato tantissimo.
Justin in questa stagione ha dato il meglio di se e questa scena è forse l’apice ineguagliato della sua bellezza.

Prima di lasciarvi alle mie colleghe che vi guideranno nelle nostre due ultime recensioni della serie, anche io voglio esprimere il mio parere sul finale di 13 Reasons Why, quindi, se voi non lo avete ancora visto, ci salutiamo ufficialmente qui, se invece siete arrivate al season finale e vi va di sapere cosa ne penso… CONTINUATE A LEGGERE!

ATTENZIONE! SPOILER EPISODIO 2X13 SE NON L’HAI VISTO SCAPPA!!!!!!!!!!!!

Sappiate che mio padre mi prendeva sempre in giro per la cosa che sto per dire, ma dopo diverso tempo, anche lui ha dovuto confermare che la “mia” teoria è esatta.

IL FINALE CAMBIA TUTTO.

Avendo studiato cinema e televisione a liceo e continuando a studiare le stesse materie ora all’università, penso di aver macinato una buona quantità di prodotti audiovisivi per affermare che se un finale di serie o un finale di un film non reggerà il livello tenuto fino a quel momento, il prodotto si svaluta. Ecco, io credo che una seconda stagione che, a parer mio, sembrava molto migliore della prima , Fantasma di Hannah a parte, doveva avere un finale da urlo, e purtroppo io l’urlo l’ho fatto ma dall’orrore.
Il finale perfetto era semplicemente quello dell’episodio 12, non capisco perché andarsi a impelagare in un tredicesimo episodio assolutamente forzato dove ovviamente sono successi i disastri.
Hanno accozzato insieme frettolosamente una cosa simile a 10 eventi in un’ora di episodio, in modo tale che per una EVENTUALE terza stagione avrebbero avuto tutto abbastanza impostato, male , ma impostato.
Rendiamoci conto che nell’ultimo episodio sono successe più cose che in tutta la stagione:

La famiglia di Clay adotta Justin
Justin si droga nuovamente
Jessica bacia Alex
Jessica bacia Justin
Jessica e Justin fanno l’amore
Tyler si presenta alla festa della scuola con un arsenale addosso
Clay è nei guai
Tony, che dice e ridice che deve controllare la rabbia e stare fuori dai guai, SI METTE NEI GUAI e Clay sta messo peggio di Tony.
Ora, se il tutto fosse stato distribuito magari nell’ora dell’episodio, io avrei anche capito ma più della metà degli eventi sono accaduti negli ultimi 10 minuti finali.
CHE CASPITA DI SENSO HA?

LA SCENA

Io mi auguro che ben presto si faccia uscire un comunicato stampa con le scuse dei produttori per l’oscenità della scena , perché ragazzi quella, non se ne esce, è una OSCENITÀ.
Non mi venite a fare discorsi quali:

  • IL BULLISSIMO È CRUENTO È CRUENTA PURE LA SCENA
  • CHE COSA TI ASPETTI DA UNA SERIE CHE PARLA DI VIOLENZA E BULLISMO?
  • ECC…

Perché ragazzi miei una cosa è fare una scena cruenta, una cosa è fare una scena cruenta girata in modo tale che la serie faccia scandalo e che la gente la guardi per curiosità.
Quello che ho visto non è una scena cruenta, quello che ho visto è una GRANDE PARACULATA.
A volte per far trasparire il messaggio non servono le immagini, cosa che ci hanno fatto vedere secondo dopo secondo, ma anche il classico “lasciar intendere”.
Essendo un’ appassionata di film che denunciano tematiche forti come lo stupro, vi posso citare almeno 120 film dove ci sono delle scene altrettanto cruente come quella che vediamo in 13, ma che allo stesso tempo non sono girati in questo modo, in modo tale  che lo spettatore si traumatizzi e sia in un certo senso “costretto a parlarne”.
Se vogliamo citare pellicole di film possiamo parlare di Sotto Accusa, strepitoso film con Jodie Foster, dove sfido a dire che la  scena della violenza non lascia lo stesso  identico messaggio e lo stesso identico vuoto. Se vogliamo cadere in cose ancora più violente possiamo parlare di “Dead Man Walking – Condannato a Morte” con Sean Penn… Insomma, credo che se avessero voluto ci sarebbero stato centinaia di migliaia di milioni di modi per girare la stessa scena in modo da non fare certe oscenità. La cosa che paradossalmente mi da più rabbia è che consigliano la visione dell’ultimo episodio con un adulto.

NON ESISTE!

È una serie per RAGAZZI e quel genere di scena VA VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI, altro che visione consigliata con un adulto!

Insomma ragazzi, detto sinceramente, dopo questo finale, non so se vorrei il rinnovo della serie, ma un’anno fa di questi giorni stavamo proprio nello stesso modo, quindi, non mi resta che lasciarvi con un STAREMO A VEDERE!

Continuate a seguire le mie colleghe!

-Sara

 

 

Commenti disabilitati su 13 Reasons Why – Recensione 2×11 | The Redheads Diaries

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!