Crea sito
Articoli

Stranger Things: David Harbour parla del talento di Millie Bobby Brown

L’attore David Harbour, che interpreta Hopper in Stranger Things, ha rilasciato un’intervista a GQ in cui si è soffermato a parlare della sua giovane collega Millie Bobby Brown, interprete di Eleven nella serie.

David Harobour e il suo istinto protettivo nei confronti di Millie Bobby Brown

Durante questa lunga intervista, l’attore ha parlato della serie in generale, ma soprattutto del cast, in particolar modo della giovane e talentuosa Millie Bobby Brown.

Risultati immagini per millie bobby brown e david harbour

“Onestamente, Millie e io eravamo molto seri. Sono protettivo nei suoi riguardi. Voglio che cresca fino a diventare Meryl Steep. Non la voglio in riabilitazione a 20 anni, o qualsiasi altra cosa, perché è una bambina. So che è super talentuosa, ma tutti sono talentuosi e c’è questa parabola di tensione e riflettori puntati su una persona giovane e in via di sviluppo che per me è terrificante, vista attraverso gli occhi dei genitori. Le ho detto all’inizio della stagione: “Senti, so che tutti pensano che tu sia grande e anch’io penso che tu sia grande, ma diamo davvero a questi personaggi il rispetto che meritano. Cerchiamo di non perderci in chiacchiere, perché questa relazione è importante e questa sceneggiatura è importante, mettiamoci sotto e lavoriamo”. E lei era d’accordo. Quindi gran parte del lavoro, in particolare in questa stagione, è stato un lavoro molto serio.”

Immagine correlata

Harobour ha poi continuato parlando della sua collega Winona Ryder:

“Winona è, molto probabilmente, il membro più pagato del cast ed è la numero uno nella lista degli attori, è la persona più anziana e una donna forte e super sexy. Il valore femminile di Stranger Things è sorprendente. Penso che Joyce sia super sexy e vedremo come Hopper si sentirà in futuro a riguardo”.

Risultati immagini per winona ryder e david harbour

E ha infine concluso, parlando dell’inaspettato successo della serie:

“La cosa pazzesca di questo spettacolo è che lo spettro è così ampio. È amato dai ragazzi di 12 anni e dalle donne di 70 anni. È pazzesco, non puoi mai capire chi sta per avvicinarti. (…) penso che sia una storia estremamente ben raccontata, cinematograficamente e per quanto riguarda la scrittura, e, non per vantarmi, ma la recitazione ad ogni livello è qualcosa di fenomenale (…) Quei fratelli Duffer sanno davvero come raccontare una storia e penso che ti facciano venire voglia di guardare. Stranger Things si fa decisamente guardare. C’è molta buona televisione là fuori, roba che per te magari è meglio di Stranger Things, ma dovrei sforzarmi per trovare uno spettacolo che sia più godibile.”

Antonietta

 

Commenti disabilitati su Stranger Things: David Harbour parla del talento di Millie Bobby Brown

Big Boss delle Redheads Diaries: la mente che ha dato vita a questo sito di intrattenimento.