Arrow,  Recensioni,  Telefilm

Arrow – Recensione 5×23

Ladies and gentlemen, bentrovati! Come sapete di solito alle recensioni di Arrow ci pensa la fantastica Sara, tuttavia questo weekend è impegnata alla famosa convention Heroes & Villan Fan Fest a Londra, e ha affidato a me questo prezioso compito. Sono Martina, e di solito mi occupo degli articoli. Questa è la mia primissima recensione, quindi siate clementi! Ma ora bando alle ciance: che la recensione della 5×23 di Arrow cominci!

Lian Yu è la parola cinese per “Purgatorio”, e considerando quello che è successo non avrei saputo scegliere un titolo più appropriato per questo episodio. È stato pazzesco, a dir poco sconvolgente. Se mi chiedessero di riassumerlo con un’immagine probabilmente sceglierei questa:

Sono stata in ansia ogni singolo minuto, ovviamente facendo il tifo per il nostro amato Team Arrow. Per un millesimo di secondo quasi mi sono convinta che ce l’avessero fatta, che avessero finalmente sconfitto Adrian Chase. Che illusa, vero? Io sarò anche stata ingenua, MA VI SEMBRA POSSIBILE TERMINARE UNA STAGIONE IN QUESTO MODO?!? Quello non è un cliffhanger, quella è pura e semplice crudeltà! Come diamine posso aspettare dei MESI per sapere cosa è successo?

È ufficiale: la TheCW ci odia. Questa settimana ci ha completamente distrutti con i finali di Supergirl, The Flash Arrow. Ve lo giuro, mi sento prosciugata da ogni energia.

ADRIAN CHASE

Quando penso a lui, mi viene in mente la canzone 🎶 I hate you, I love you, I hate that I love you 🎶. È uno psicopatico, ma ha reso questa stagione INCREDIBILE. Josh Segarra ha fatto davvero un lavoro eccezionale: si è calato nella parte alla perfezione e si è fatto odiare ed amare allo stesso tempo. Il suo personaggio è geniale, non scherzava nell’insistere che fosse sempre 10 passi avanti a tutti loro. A questo proposito, vi ricordo che nella scorsa puntata aveva predetto che lui e Oliver si sarebbero trovati su quella barca.

Adrian Chase was always 10 steps ahead!

È un vero genio del male: ha escogitato tutto alla perfezione. Ha messo in piedi una squadra forte almeno quanto il Team Arrow, ha separato tutti gli ostaggi in modo da manipolare ancora una volta Oliver per costringerlo ad andare esattamente dove lo voleva lui, ha manomesso il suo stesso aereo per non far scappare i sopravvissuti e ha riempito Lian Yu di esplosivo collegandolo a sé così da poter morire beh, con il botto.
Sfido chiunque a dire che non sia un villian perfetto. Se devo dirla tutta, penso che grazie a lui (e a Slade), questo finale di stagione abbia superato di gran lunga quello di The Flash. Forse non è giusto paragonarli, ma era da tempo che in Arrow mancava qualcosa. A quanto pare quel qualcosa era Adrian Chase.

Non avrei mai pensato di dirlo, ma non avrei voluto vederlo morire. Speravo che riuscissero ad imprigionarlo, in modo da poterlo farlo vedere in futuro. Tanto di cappello a Oliver, che ha resistito ad ogni sua provocazione dimostrando quanto sia veramente cambiato.

I am done blaming myself.

Purtroppo, però, Prometheus non può fisicamente perdere, quindi ha messo fine alla sua vita pensando di fare lo stesso anche con tutti coloro che erano ancora sull’isola. Ah! Questa volta è lui l’illuso, perché non sa quanto siano tutti pieni di risorse. Avrei voluto vedere la sua faccia nello scoprire di avere fallito: sarebbe stato esilarante.

R.I.P Adrian Chase! Thank you for making this season so incredible, you sexy fuc**** psychopath!

MALCOM MERLYN

Malcom Merlyn è un assassino, un manipolatore e un bugiardo, ma ama sua figlia più di qualsiasi cosa. In questa puntata lo a dimostrato per l’ennesima volta: adoro il loro rapporto contorto. Thea ha tutte le ragioni del mondo per avercela con lui, ma non si può certo dire che il disinteresse verso di lei sia una di queste. Malcom si è sacrificato per sua figlia, dimostrando che sarebbe potuto essere un padre migliore. Thea l’ha letteralmente mandato a fa***** quando l’ha rivisto, eppure…

Come può mancarti qualcuno che hai odiato così tanto?

Comunque, a meno che non facciano vedere il cadavere di Malcom, continuerò a credere che non sia morto. E anche nel caso in cui vedessi il suo corpo abbrustolito sul barbecue, per me rimarrà sempre vivo e vegeto. Andiamo, è sopravvissuto ad ogni genere di scontro, viaggio temporale o grande battaglia che sia. Mi rifiuto di credere che una mina arrugginita di Lian Yu l’abbia semplicemente fatto fuori.

FELICITY

FELICITY + OLIVER

Chiedo perdono, ma un paio di parole sugli Olicity le devo scrivere. Quanto accidenti ci hanno fatto dannare quei due? Io li shippo da sempre e no, non ho superato facilmente la loro rottura. Non avevo preso bene nemmeno la breve parentesi di loro insieme ad altre persone: Felicity con il detective e Oliver con Susan. Ew. Grazie al cielo i due si sono riavvicinati, e in questa puntata abbiamo potuto assistere ad un breve ma bellissimo momento tra i due. Persino la madre di William ha notato quanta chimica e amore ci sia tra i due, ed è bastato un bacio nella foresta.

Just in case… 

  

FELICITY + THEA

Bellissimo anche il piccolo momento condiviso tra le sisters-in-law. Felicity e Thea non hanno condiviso tantissimi momenti sullo schermo, ma la quantità non è per niente sinonimo di qualità. Questa puntata ci ha dimostrato che, nonostante tutto, saranno sempre presenti l’una per l’altra.

 

NYSSA AL GHUL

Nyssa è FANTASTICA: sono d’accordissimo con Sara quando dice che la vorrebbe come regular nello show. Sarebbe bellissimo anche solo per sentirla chiamare Oliver “husband”, lol. È un personaggio davvero complesso: ha una storia non indifferente alle spalle, ma è proprio grazie a tutto ciò che è diventata la persona che è ora.

NYSSA + MALCOM

Questi due insieme mi fanno crepare dalle risate. Le frecciatine che si lanciano ogni secondo sono esilaranti, e adoro il fatto che pur non fidandosi l’uno dell’altra, formano una così bella squadra.

NYSSA + TALIA

Aspettavo lo scontro tra le sorelle Al Ghul da quando hanno annunciato che ci sarebbero state entrambe nel finale. Ovviamente tifavo per Nyssa, e non avevo dubbi che sarebbe stata lei a vincere. Mi aspettavo uno scontro più lungo e sofferto, ma a quanto pare Talia non era un degno avversario per la nostra badass Nyssa!

OLIVER QUEEN & SLADE WILSON

Lo so, lo so: ho riservato il meglio per la fine. Ho talmente tante cose da dire e gif da inserire che sono sicura che dimenticherò qualcosa. Slade Wilson è uno dei miei personaggi preferiti in Arrow, e il suo Deathstroke è uno dei cattivi migliori della televisione. Amo Chase, ma lui non potrà mai competere con Slade! Sono circa tre stagioni che aspetto di rivederlo, ma è valsa la pena aspettare. QUANTO SONO STRAORDINARI OLIVER E SLADE INSIEME?! No, ragazzi miei, parliamone perché io non ho mai visto un duo di amici/nemici che lavora così bene insieme. Rivederli fianco a fianco ha portato a galla vecchi ricordi ed è stato davvero bello vedere come la loro intesa non sia cambiata, nonostante tutto.

Ho amato vederli combattere insieme. Ho amato i riferimenti al loro passato. Ho amato ogni singola volta in cui Slade ha chiamato Oliver “kid”. Ho amato tutti i discorsi che hanno fatto. Ma soprattutto, ho amato il fatto che Slade non abbia tradito Oliver, nonostante gli fosse stata offerta questa possibilità. Per due volte ha fatto finta di passare al lato del nemico, ed entrambe le volte sapevo che stava solo fingendo. C’è un motivo per cui Chase non l’ha cercato per fargli un’offerta: sapeva che non avrebbe funzionato.
La supposizione è la madre di tutti i fallimenti.
Vi prego, fate una statua a quell’uomo altrimenti lo farò io. Se la merita tutta! E guai ai produttori se l’hanno ucciso nell’esplosione finale: non potrei sopportare di non vederlo più.

Avevo i brividi in questa scena.

BRAVISSIMI STEPHEN AMELL E MANU BENNET *90 minuti di applausi* 👏👏👏

BONUS: FAMILY ABOVE ALL

OLIVER + WILL

Vi ho già parlato del sacrificio di Malcom in nome della famiglia. Ora è il turno di un altro rapporto padre-figlio, quello tra Oliver e il piccolo Will. Per tutto l’episodio la priorità dell’arciere verde è stata quella di ritrovare il suo bambino. Chase, però, non voleva cedere e nonostante tutte le legnate che si è preso non ha aperto bocca. Questo finché Oliver, da bravo ninja, ha assalito la sua barca mentre stava scappando. Lì la crudeltà di Adrian ha raggiunto un nuovo livello, poiché ha messo il suo avversario in una posizione impossibile: scegliere se salvare suo figlio e lasciar morire il resto dei suo amici e della sua famiglia, oppure salvare tutti i suoi cari meno Will. Un piano geniale, ma malvagio fino all’osso.

Mi si è letteralmente spezzato il cuore nel vedere il povero Oliver realizzare cosa Adrian avesse escogitato per farlo soffrire un’ultima volta. I suoi occhi lucidi urlavano. Per fortuna è riuscito a trovare una scappatoia, e puntando la sua freccia alla gamba dello psicopatico, è riuscito a liberare Will dalle sue grinfie e si è accertato subito delle sue condizioni fisiche.

Amo l’Ollie protettivo.

Proprio quando si pensava fosse tutto finito, ecco che Chase tira fuori il suo ultimo asso nella manica. Pur di averla vinta, si spara un colpo in testa facendo scoppiare tutte le bombe su Lian Yu. Forse l’avevate già notato, ma negli occhi di Oliver si può vedere il flash dello sparo. Questo piccolo dettaglio ha reso lui ancora più disperato, e la scena ancora più pazzesca.

Subito dopo tutta l’isola esplode, e Oliver e Will rimangono da soli.

 

So che è impossibile che siano morti tutti, ma ho seriamente paura che la maggior parte di loro non ce l’abbia fatta. DATEMI LA SESTA STAGIONE ORA E NESSUNO SI FARÀ MALE.

THE END

Ed è così che si conclude la mia prima recensione. Mica male iniziare con un finale di stagione del genere, ah? Vi saluto e vi ringrazio se siete arrivati fino a qui, ci vuole coraggio! Sono davvero esaltata per la prossima stagione, e non solo perché non vedo l’ora di scoprire come sono sopravvissuti (perché DEVONO essere sopravvissuti). L’altro motivo è che dopo SEI lunghe stagioni I FLASHBACKS SONO FINITI! Abbiamo seguito il big Queen in giro per il mondo, ma ora finalmente ha chiamato a casa e a meno che non succeda qualcos’altro di inaspettato, quello dovrebbe essere l’ultimo flashback.

L’appuntamento è tra qualche mese: non appena Arrow ricomincerà sarà di nuovo Sara a recensire la serie, mentre io vi rivedrò nella sezione “articoli”. Alla prossima, cari lettori!

– Martina.

 

 

 

 

Vediamo cosa posso dirvi su di me. Studentessa di lingue? Probabilmente non vi interessa. 23 anni? Solo anagraficamente, dentro sento di averne come minimo 80. Telefilm addicted? Duh. Personaggi preferiti? Tutti al cimitero. Le mie ship? Never canon. Insomma, mai? 'Na gioia.