Arrow – Recensione 7×04

Ciao a tutti ragazzi e bentrovati in una nostra nuova recensione di Arrow!
Siete pronti a commentare con noi questo splendido episodio intitolato “Level Two”?
Bene, allora cominciamo subito!

OLIVER QUEEN

No comment.
Ancora una volta mi trovo nella situazione in cui una sola frase rappresenta perfettamente il mio pensiero. Non so proprio come commentare questa parte di episodio, ma se dovessi scegliere un aggettivo direi sicuramente:

DEVASTANTE.

Oliver ha subito tante torture, da quelle di Lian Yu a quelle di Prometheus, ma forse quest’ultima tecnologia è stata la cosa peggiore.
Quello che sembrava essere uno “psicologo”, lo ha rinchiuso in un buco due metri per due senza cibo e acqua e lo ha costretto a rivivere gli eventi più traumatici della sua vita, ma non solo: queste torture psicologiche comprendo anche il “punto debole” di Ollie, ossia il piccolo William.
Soltanto quando il povero Oliver è arrivato allo stremo delle forze, ha capito quello che il presunto modico voleva sentirsi dire, ovvero che non era più Oliver Queen ma un detenuto.
Questo “livello due” non l’ho ancora visto eppure mi ha già sfiancata, spero che Ollie esca presto di prigione, anche perché il mega-crossover è sempre più vicino!

Tra tutte queste torture c’è però un lato positivo: il popolo di Star City ha finalmente iniziato a capire che la città non è vivibile senza i vigilanti e li richiede a gran voce.
La SCPD brancola nel buio e i cittadini non si fidano più dei poliziotti anche perché gran parte di questi è stata corrotta da Diaz. Alla luce di questi eventi, io mi chiedo:

ANCORA A LUNGO ARROW DOVRÀ STARE IN PRIGIONE?

DINAH

Dinah non è cambiata di una virgola dalla scorsa settimana, anzi, volendo essere precisi, il suo livello di idiozia è salito notevolmente.
Il capitano del dipartimento di polizia NON TOLLERA i vigilanti, senti chi parla, quindi il nuovo Green Arrow deve essere catturato. Fin qui nulla di così assurdo penserete, peccato che Dinah è ancora convinta che questo nuovo Arrow possa essere una minaccia, tanto che dopo aver salvato delle persone rischiando la sua vita, ha dovuto anche riflettere sull’aiutarlo o meno a scappare.
Menomale che l’estate ha illuminato Rene che in questa stagione si sta comportando finalmente benissimo, e proprio perché il ragazzo si è dato una svegliata è stato arrestato dalla nostra Black Canary. Quando ho visto quella scena, io ero più o meno così:

FELICITY

La nostra informatica era pronta ad ottenere vendetta e sembrava proprio che niente o nessuno potesse fermarla, eppure qualcuno è riuscito a farla ragionare.
Non mi sarei mai aspettata che Black Siren potesse diventare una specie di mentore, ma proprio lei è riuscita a mantenere, almeno per il momento, l’umanità della nostra bella bionda.
Questo però sembra che durerà poco, perché tramite il GPS non so in quanti secondi Felicity possa rintracciare Silencer. Spero sempre che le mani della Smoak rimangano pulite e, visto il finale dell’episodio, che la sua testa rimanga ben attaccata al suo collo.

FUTURO

DITEMI SUBITO DOV’È FELICITY SMOAK!

Dubito fortemente che Felicity possa essere morta, sarà stata una messa in scena o qualcos’altro ma, ci posso mettere la firma:

FELICITY È VIVA.

Messo in chiaro questo punto io vorrei parlare di lui, il mio raggio di sole:

Dinah Drake ha davvero detto:

HAI SBAGLIATO A TORNARE ROY

  

 

Prego?
Ehm no, Roy grazie di essere tornato, non hai idea di quanto tu ci possa essere mancato!

Comunque, tornando seri, in questo salto temporale non solo vediamo una Star City ormai distrutta e invasa da questi “Glades”, che non ho ancora capito chi o cosa sono, ma Dinah è tornata una vigilante con tanto di cappuccio nero e insieme a lei lavora la piccola Zoe, la figlia di Rene!

Anche se in questo episodio abbiamo avuto diversi salti temporali, io ho sinceramente bisogno di capire di più su tutta quella storia, ma soprattutto ho bisogno di più Colton Haynes nella mia vita.
So che è lui il nuovo Green Arrow, lo sento, il mio amore per Colton mi dice che è proprio lui sotto quel cappuccio!

Spero davvero di avere ragione, ma per saperlo dovete continuare a seguire me e Arrow.
Noi ci vediamo sempre qui la prossima settimana!

-Sara

 

 

Arrow, Recensioni, Telefilm

Informazioni su Sara Spagnoli

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!

Precedente The Grinch: ecco perchè Benedict Cumberbatch ama i cartelloni pubblicitari del film Successivo Demi Lovato su Instagram: "Un voto fa la differenza"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.