Crea sito
Containment,  Recensioni,  Telefilm

Containment – Recensione 1×11

Ciao ragazzi, benvenuti a questa tristissima recensione di Containment.
A soli due episodi dal finale Julie Plec ci ricorda cosa significa guardare uno dei suoi show e quante lacrime è in grado di farci versare in soli quaranta minuti.
Sapevamo già che questa settimana sarebbe stata dura e che l’episodio sarebbe stato triste ma credo che nessuno si sarebbe aspettato un tale livello.

“Nothing Gold Can Stay” è senza ombra di dubbio l’episodio più triste della breve storia di Containment.
Già dallo scorso episodio, dopo aver scoperto che Katie aveva contratto il virus, la mia testa (e credo quella di tutti i fan della serie) aveva preso a fantasticare su cosa sarebbe potuto accadere nei quaranta minuti che ho appena visto. Sinceramente, la teoria più quotata nel mio cervello era che, dopo aver passato un intero episodio a farci piangere l’imminente morte di Katie, alla fine avrebbero trovato una cura e lei si sarebbe salvata regalando alla nostra ship l’happy ending che desideravamo ormai da tanti episodi. E per un attimo, ho creduto davvero che l’episodio sarebbe andato in questa direzione. Invece, i produttori hanno deciso di indirizzarlo verso la mia seconda teoria, quella che speravo non fosse giusta.
E da qui non so davvero come continuare per poter parlare di ciò che è successo.

Iniziamo quindi parlando della Lommers che, come avevo previsto sin dal primo episodio, è davvero il male. Dopo l’ultimatum di Lex che le aveva intimato di lasciare il suo posto, la Lommers ha indetto una conferenza stampa in cui tutti ci aspettavamo di sentirla dare le sue dimissioni. Ma le cose non sono andate così, la trama ha subito una misdirection che ci ha portati dritti all’ennesima bugia della Lommers. Questo personaggio non mi è mai piaciuto e ad oggi, credo di aver avuto un ottimo intuito; ci sono molti cattivi che adoro ma lei non è certamente tra questi.
Generalmente gli antagonisti sono costruiti in modo da creare una certa empatia con il pubblico ma questo non mi sembra il caso della Lommers a cui mi sono sentita vicina solamente una manciata di episodi fa, quando poi si è scoperto che c’era il suo zampino sotto tutta questa storia e l’unico modo in cui posso sentirmi al riguardo forse, è presa in giro.
Sempre riguardo tutta la questione della conferenza stampa, sono molto curiosa di sapere cosa accadrà ora che le cose si sono messe in questo modo e qual è il misterioso messaggio che Leo ha fatto consegnare a Lex insieme alla pizza. Mancano due episodi alla fine e nonostante Leo si sia, almeno apparentemente, tirato indietro, qualcosa mi dice che faranno di tutto per smascherare la Lommers e che la chiave mandata a Lex, sia davvero LA CHIAVE per farlo.

Passiamo ora a ciò che è stato il cuore dell’episodio. O meglio, a ciò che il cuore ce lo ha frantumato in mille pezzi riducendoci più o meno così: Come dicevo ad inizio recensione, in questo episodio è stato chiarissimo lo zampino di Julie Plec che, dopo averci distrutto con il Delena, il Klamille, i Kolvina e chi più ne ha più ne metta, ha deciso di darci il colpo di grazia con Jake e Katie.
Perchè si ragazzi, credo che questo sia stato il colpo di grazia.
Tutto il modo in cui è stata costruita la loro storia mi aveva portata a pensare che sarebbero usciti insieme da quell’ospedale, che entrambi sarebbero sopravvissuti e, anche davanti ai chiari sintomi della malattia, avrei potuto mettere la mano sul fuoco che l’avrebbero salvate. E invece no.
Ma ad essere sinceri, ciò che almeno personalmente, mi ha spezzato il cuore, è stato tutto ciò che ha preceduto il fatidico momento.
Se c’è una cosa in cui la nostra Julie è brava è rendere una morte tragica ancora più tragica e per questo, credo che meriti un applauso… sulla faccia.
Questa coppia ci è entrata nel cuore sin da subito per la sua impossibilità a stare insieme e allo stesso tempo per la loro voglia di farlo e il modo in cui hanno cercato di rendere normale una situazione che era  tutto meno che tale e in questo episodio abbiamo avuto tutti questi elementi, amplificati: se prima erano solo distanze invisibili a separarli ora a farlo è un vetro, se prima si arrangiavano con un picnic all’interno dell’ospedale ora guardano un film sotto stelle fluorescenti.
Kudos agli attori che hanno saputo rendere meravigliosa ogni singola scena, da quelle più semplici al tanto atteso “ti amo” che ha scavato un buco nel mio cuore. cont1 cont2 cont3
E le parole di Jake non sono state al vento perchè le ha permesso davvero di dirglielo mentre la stringeva tra le braccia. Non so voi ma ero certa che lui sarebbe entrato in quella stanza e non le avrebbe permesso di morire da sola. Qui voglio fare un breve appunto su qualcosa che ha detto Katie a Jake in questo episodio, sul fatto che nonostante fosse un tipo abituato a scappare non lo ha fatto nemmeno davanti a ciò con lei e vederlo stringerla tra le braccia negli ultimi minuti dell’episodio è stato l’apice di questa affermazione.
Forse la loro storia sarà durata solamente 16 giorni e lui probabilmente uscirà da lì senza la donna che aveva imparato a conoscere e ad amare ma tornerà a casa diverso, non solo dall’esperienza vissuta ma anche da ciò che lei gli ha insegnato e questo, farà si che lei sia sempre viva in lui.
Meravigliosa poi la scelta di mostrare, proprio nel momento della sua morte, LA SCENA che tutti i fan speravano di poter vedere un giorno, anche se si è rivelata solo una fantasia di Katie, suppongo. cont4Questa scena è stata la degna chiusura per questo personaggio e per questa coppia, nonchè la conferma che la cura non ha funzionato e che non c’è nessuna possibilità che Katie possa sfuggire alla morte. Forse. senza questo momento avrei potuto sperare in un miracolo dell’ultimo secondo, ma questa è stata la conferma che non sarà così e non riesco ancora ad accettarlo.
Meraviglioso anche il parallelismo con i nonni di Theresa che si ritrovano dopo diversi giorni, tra le avversità. Credo che abbiano deciso di inserire quella scena contemporaneamente a quella della morte di Katie per conferire una sorta di immortalità alla coppia che tanto abbiamo amato in questo show, come se in un’altra vita quella sarebbe potuta essere la loro “fine”.

Meraviglioso anche il piccolo Quentin e il piccolo attore che lo interpreta. Se vedere la nostra ship andare in pezzi ci ha spezzato il cuore, le scene tra lui e sua madre hanno fatto ancora peggio. Spero che possa trovare in Jake un punto di riferimento e che insieme possano vivere la vita su cui avevano fantasticato, compresa di partite di Baseball, anche se Katie non sarà con loro.

Un episodio davvero molto bello che è riuscito a lasciarmi una sensazione di vuoto e tristezza. Come sempre Julie non delude ed io nemmeno, visto che anche questa volta la mia ship ha fatto una brutta fine. E voi cosa ne pensate dell’episodio? Fatecelo sapere lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook!
Noi come sempre torneremo anche la prossima settimana e quella dopo ancora per gli ultimi due appuntamenti con questa meravigliosa serie. NON MANCATE!

Veronica.

Big Boss delle Redheads Diaries: la mente che ha dato vita a questo sito di intrattenimento.