Grey’s Anatomy – Recensione 14×22 | The Redheads Diaries

Eccoci tornate anche questa settimana con una nuova recensione di Grey’s Anatomy e la sua quasi finita quattordicesima stagione (ED IO CONTINUO A NON ESSERE PRONTA).

Episodio, anche questo, pieno zeppo di emozioni, belle e brutte che siano. Per me non si poteva aprire meglio la 14×22, ossia con i miei Jolex in macchina pronti a scoprire cos’è successo alla mamma di Alex.

Tutti i medici del Grey Sloan hanno dovuto affrontare situazioni molto particolari e difficili, da Amelia e Betty, alla fondazione Harper Avery, ad Arizona e Sophia.

“Fight For Your Mind” ha, più o meno, riportato tra noi una delle dottoresse più amate di tutta la serie, la nostra bellissima Calliope Torres, che ci manca da morire.

Ma ora, entriamo nel vivo della recensione!

ALEX

Il piccolo cucciolo di Karev.

Ad inizio episodio lo vediamo tutto preoccupato, affiancato dalla sua quasi sposa Jo, che possa essere successo qualcosa di davvero grave e brutto a sua mamma, Helen, ma scopriamo invece che è andata a lavoro, come fa tutte le mattine seguendo la sua routine personale.

Finalmente, ecco Alex arrivare in biblioteca e rivedere, dopo anni infiniti, sua madre, li, al suo posto a fare il suo lavoro, come se non fosse mai stata malata. L’incontro, cruento ma super emozionante, ha spezzato il cuore di tutti i fans (NON MENTITE A VOI STESSI) ed io  non vedevo l’ora di vedere questi due e conoscere “di persona” la signora Karev.

Mi aspettavo di più, a dirla tutta, nel senso che va bene che sei guarita e devi seguire la tua routine, ma li davanti a te c’è il figlio che ha cresciuto gli altri due e che si è preso cura di te per anni e anni e tu?

“Mi stai facendo agitare, devi andartene”

SCUSA COSA?

Nessuna domanda, non un “come stai?” “cosa stai facendo nella tua vita?”. Per carità, capisco il fatto che si stia ancora riprendendo dalla sua malattia orribile che ha reso a tutti la vita un inferno, MA LI DAVANTI AI TUOI OCCHI C’È TUO FIGLIO.

Ho adorato il fatto che Jo l’abbia portato a “giocare” a baseball per farlo sfogare e distrarsi, ed infatti li ha tirato fuori tutta la rabbia e il dolore che sentiva, liberandosi da tutto.

Infatti, ecco che ritorna dalla madre, pronto ad affrontarla di nuovo con molta, e dico molta più calma, spiegandole e rivelandole tutto quello che sente e ciò che ha provato per così tanti anni.

Le sue parole hanno toccato, schiacciato, frantumato e ammazzato il mio povero cuoricino, che si indebolisce giorno per giorno per colpa di tutte le serie e di tutti i mai na gioia che sono costretta a sopportare. 

L’ultima scena dei due, quando lui finalmente decide di presentarle Jo, è stata una delle scene più commoventi dell’episodio. Ho amato come la mia piccolina si è approcciata a lei, e come le ha chiesto cautamente se volesse andare al loro matrimonio. Purtroppo però, chiaramente la mamma Karev non può per via della sua salute e della routine che deve seguire per stare bene, ma mi sarebbe davvero davvero piaciuto vederli insieme, e vedere ancora interagire Alex con la madre.

Poi, mentre aspetta di salire sull’autobus, Helen guarda Alex e:

“My sweetest boy, my truest love”

LE LACRIME.

La cosa della quale sono certa è che continueranno a sentirsi giorno per giorno e sicuramente le faranno visita, e di questo sono super contenta e orgogliosa!

ARIZONA

Questa donna me la sposo se non lo rifà Callie.

Più si avvicina il suo addio e più me la fanno amare ancora più di quanto già non la ami (cos’ho scritto?).

Mi spezza il cuore vederla distrutta per Sophia (che inizia a non piacermi più), so quanto si impegna per renderla felice e so quanto la ami e vedere che non riesce a soddisfarla completamente è troppo brutto per un arcobaleno di gioia comunemente chiamato Arizona.

Io posso capire che le mancano i suoi amici, che le manca mamma Callie, ma ha comunque una mamma che la riempie d’affetto e coccole e non è mai contenta.

Mi dispiace tantissimo per lei, non sapete quanto.

Tutta la storia con la sua paziente mi ha commossa tantissimo, ed il discorso che le ha fatto in casa sua, riportando a galla vecchi ricordi dell’incidente aereo e della decisione di Callie di salvarle la vita al prezzo della sua gamba, non me l’aspettavo e mi ha spezzata e spiazzata.

Ora, voglio rivolgermi direttamente a Shonda, chiedendole PERCHÈ MI FAI INTERAGIRE APRIL ED ARIZONA IN QUEL MODO?! A DUE EPISODI DEL FINALE E QUINDI DALL’ADDIO DI TUTTE E DUE?

TI DENUNCIO.

A fine episodio, ecco che una delle mie teorie sull’addio di Arizona si avvera, e sinceramente sono contenta così.

Eccola lì, davanti al letto di Sophia che prende il suo telefono e compone un numero, e

“Ciao Callie”

TENTATO OMICIDIO.

Sono morta, ma morta veramente. Infatti, ecco che Arizona prende la decisione di far tornare Sophia a New York da lei e Penny, e decide di trasferirsi anche lei con la bambina.

CIAONE IL MIO CUORE HA LASCIATO IL MIO PETTO ED È TORNATO DALLE CALZONA.

Anche se penso non scopriremo mai come andrà a finire a New York, nella mia mente le Calzona regneranno.

MEREDITH

Anche se non è il mio personaggio preferito, la amo e sono un sacco fiera di lei.

A parte il fatto che ad inizio episodio, quando la vediamo rifugiarsi da quello che una volta era il bar di Joe, non appena il tipo le si è avvicinato ho subito pensato che partisse qualcosa in loro due, pensavo potessero diventare un’ipotetica coppia e sinceramente ne ero anche felice. Lui mi piace molto, simpatico ed intraprendete, poi mi piace il fatto che si interessi a lei senza neanche sapere chi è.

Una delle parti che più mi ha emozionato in questo episodio è stata quando Mer, prima di iniziare il suo discorso su ciò che ha studiato e messo in atto durante un intervento, ha, diciamo così, fatto coming out per quanto riguarda la storia di Marie Cerone e mamma Ellis.

Rinominare il metodo Grey, metodo Grey-Cerone è stato un grandissimo passo per tutti, per lei come persona e per la medicina in generale. Secondo me anche questa volta ha fatto la scelta giusta, questo non vuol dire che freaking Marie Cerone sia perdonata.

Se pensavate che mi stavo dimenticando dei miei Japril VI SBAGLIATE.

Altra domanda fondamentale per Shonda: PERCHÈ MI FAI RIAVVICINARE I JAPRIL SE POI MI STRAPPI VIA APRIL?

Ti vengo a cercare. 

Comunque, per quanto riguarda invece gli Omelia, sapevo che prima o poi Betty sarebbe scappata, ma Amelia all’incontro con gli AA mi ha fatta piangere tanto. È un piccolo cuoricino da proteggere.

La best line, in questo episodio, va assegnata alla Bailey. Penso di non aver mai riso così tanto durante uno dei suoi discorsi più seri e pieni di significato, sorry not sorry.

LA AMO. BASTA.

Dopo questo piccolo sclero e dopo le 1144 parole, direi che posso chiudere qui per questa settimana! Alla prossima con un altro devastante episodio!

 

-Miriana

 

Precedente SKAM Italia - Recensione 1x06 Successivo Ratatouille 2: Patton Oswalt parla di un possibile sequel