Crea sito
Grey's Anatomy,  Recensioni,  Telefilm

Grey’s Anatomy – Recensione 15×20 | The Redheads Diaries

Ed eccoci tornati in questa nostra recensione settimanale di Grey’s Anatomy, che come tutte le settimane ci fa emozionare e sclerare, direi.

Questo episodio, chiamato The Whole Package, è tornato ad essere “normale”, per quanto Grey’s possa mai esserlo. Ci sono stati due casi veramente molto belli di cui poi parleremo, abbiamo ritrovato finalmente la rossa, Megan, che stimo con tutto il cuore, e abbiamo anche visto come la piccola Jo sta metabolizzando le notizie ricevute sul suo passato nello scorso episodio.

Innanzitutto, il caso del ragazzo veterano che arriva con Megan è stato davvero molto bello, e secondo me fa capire anche la mente maschile, rivela certi segreti che magari nessuno sa, come la vergogna nel non sentirsi più un uomo non avendo l’organo riproduttore (parallelismo con la ragazza alla quale non doveva essere asportato l’utero).

Uh, la nostra Bailey è tornata ad essere capo! E come primo giorno cos’è meglio se non un incontro con delle studentesse? Ho adorato il loro discorso alla fine, quando hanno apprezzato il modo di lavorare di Miranda, soprattutto perchè è donna ed è una badass!

Per quanto riguarda il nostro piccolo DeLuca, invece, si è guadagnato la benedizione di Richard per Meredith! Si è dimostrato un chirurgo molto bravo che sa prendere le giuste decisioni, anche se a volte è troppo arrogante.

Ed ora iniziamo con i due grandi capitoli!

HUNT(S)

IL GRANDE RITORNO DELLA STELLA.

LA SOLA ED UNICA, MEGAN HUNT.

Devo dire che rivederla mi ha fatto piacere, non vado proprio matta per il suo personaggio, nel senso che non piango se non c’è, ma è stata senz’altro una bellissima sorpresa rivederla e soprattutto sentire cos’aveva da dire.

Appena arriva è euforica per il fatto che Teddy sia tornata a Seattle e che sia incinta di Owen, ma bastano due sguardi per farle cambiare idea. Quando scopre tutta la situazione e tutte le mille complicazioni che le persone amano fare è andata in panico totale e, se avesse potuto, avrebbe ucciso Owen in un istante, E COME BIASIMARLA.

Sapete, dalle vecchie recensioni, come la penso su Owen. Trovo che abbiano rovinato parecchio il suo personaggio, perchè era uno dei miei preferiti, ma ora ad essere sincera con tutte le decisioni schifose che sta prendendo mi sto ri credendo e spero vivamente che dopo la mazziata che si è preso da Megan si riprenda.

Dopo una prima analisi della coppia, Megan prova a parlare con Teddy, che nel frattempo sta cercando casa CON TOM PIANGO, e sinceramente ho trovato il discorso un po’ opprimente. Megan praticamente sta cercando di forzare la mezza coppia a tornare insieme solo perchè si sono amati tantissimo in passato e tengono l’uno all’altra (e magari stanno anche per avere una figlia). Questa cosa non è per niente giusta per nessuno dei due, ne tanto meno per Tom, che è veramente innamorato di Teddy e vuole impegnarsi.

Dopo che i due Hunt hanno seguito il caso del veterano insieme, che grazie al cielo è andato bene e si è potuto fare l’intervento grazie alla nostra mitica Catherine Fox, ecco che Megan torna all’attacco e questa volta lo fa senza mezzi termini, sbattendo in faccia la verità sulla sua vita, sulla sua storia d’amore con Riggs (oh, ciao) e su come Owen sta affrontando in modo sbagliato i vari problemi e traumi subiti. Senza nessun dubbio, la redhead ha ragione.

L’unica cosa che spero a questo punto è che Owen trovi l’aiuto necessario per capire cosa vuole nella sua vita.

LINK E JO

Inizio subito col dire che Link è l’amico che tutti vorremmo.

Ditemi che non volevate abbracciare Jo non appena l’hanno inquadrata nel letto tutta raggomitolata nelle coperte. Odio vederla così, è la rappresentazione della depressione ed è quello che sta affrontando, spero solo che riesca prima o poi a tirarsi su.

Amo il supporto di Alex, che cerca di farla stare meglio e convincerla nel migliore dei modi, ma ecco che in aiuto arriva Super Link. In tutti i modi possibili e immaginabili cerca di interagire con lei, LE PORTA ANCHE CIBO. COME DIRE NO?!

Finalmente, dopo mille tentativi da parte di Link di far alzare Jo dal letto e fare qualcosa o parlare di ciò che è successo, ecco che lei si alza…. per prendere una bottiglia di alcolico e bersela. Well, non è proprio quello che ci aspettavamo, ma Link le si precipita accanto e decide di bere con lei.

Mentre sono seduti sul divano a ridere e scherzare come due bimbi bellissimi, ecco che salta fuori una vecchia storiella di Link con una ragazza, che all’improvviso fa ragionare Jo, che tira fuori un discorso strappalacrime sull’abbandono, sul fatto che scappa sempre, e questo si collega anche con il fatto che è stata abbandonata e che finalmente ora sa il motivo. Infatti, la vediamo incupirsi mentre parla della madre, ma proprio mentre le esce la parole “padre” dalla bocca, smette di parlare e continua a bere.

Ecco il momento in cui Link si preoccupa veramente, e chiama in soccorso Alex. La mia amata Jo non riesce proprio nemmeno neanche a dire a voce quello che ha scoperto, e secondo me ancora non se ne rende proprio conto. Non riesco a vederla così, è troppo brutto. Ovviamente sarà un periodo difficilissimo per lei (come biasimarla), non voglio che affronti tutto da sola com’è successo alla madre, spero che prima o poi riesca a parlare con Alex, o con Link che è praticamente la sua persona.

Inoltre, vorrei attirare l’attenzione su una frase che Jo dice a Link. Mente lei dice a Link che scappa sempre, non vi ha ricordato la frase che dice ad Alex quando gli fa la proposta di matrimonio? E non usa il passato come l’ha usato durante la proposta, ma usa il presente. Si è persa e non sa più chi è.

Spero che riescano ad aiutarla e a tirarla fuori da questa brutta situazione.

Bene, sono giunta alla conclusione di questa recensione, non dimenticate di passare dalla nostra affiliata e alla prossima settimana!

Miriana

Commenti disabilitati su Grey’s Anatomy – Recensione 15×20 | The Redheads Diaries

Miriana Zibardi, anche soprannominata Simba, amante folle di serie tv! Potrei stare al pc a guardarmi episodi da mattina a sera. Ecco la mia vita.