Crea sito
Grey's Anatomy,  Recensioni,  Senza categoria,  Telefilm

Grey’s Anatomy – Recensione 16×14 | The Redheads Diaries

Buon pomeriggio bella gente, sono sempre io e sono tornata con la recensione della 16×14 di Grey’s Anatomy! Pronti per il mio sfogo?

L’episodio, intitolato A Diagnosis, non è stato così emozionante come gli altri, però devo ammettere che ci sono stati dei momenti durante i quali ho URLATO. Soprattutto se parliamo di Nico, Jo e Amelia…

Comunque, direi di iniziare subito da una delle cose principali di questo episodio:

DELUCA

Ok, sono realmente preoccupata.

C’è da dire che tutta la situazione è molto delicata, se teniamo conto che Andrew stava cercando di salvare la vita ad una persona che era lì da giorni e che era in continuo dolore. Ora che insieme all’altra dottoressa avevano trovato un’alternativa, ecco arrivare Meredith (con la pulce nell’orecchio messa da Carina) che sconvolge la situazione.

Da una parte penso che comunque sia giusto che la Grey si preoccupi per lui, soprattutto se teniamo conto appunto della malattia mentale del padre e della genetica.

Dall’altra, però, penso anche che forse non dovevano saltargli al collo così tutto all’improvviso togliendogli il caso per il quale ha lavorato letteralmente giorno e notte. E quindi penso che magari il suo momento di “pazzia” sia dovuto anche dal fatto che non ha riposato per niente ed è rimasto sempre in ospedale a lavorare.

Non ho idea di come possa andare a finire questa storia, ma giuro che se Andrew è malato come il padre io mi butto.

JO

Sentite, io non ce la faccio più qua, ci lascio le penne.

Non posso più vedere la mia bambina stare male così, e cosa peggiore vado a denunciare Shonda che ha messo la segreteria con la voce di Alex, perchè risentire la voce e sapere di non poterlo più vedere mi uccide.

Per tutto l’episodio l’abbiamo vista pensierosa sul suo amore e sul suo futuro con Karev (per non parlare del fatto che praticamente ha lanciato la bomba ad Owen parlando dell’ipotetica paternità del bambino di Amelia….) e di sicuro il caso della ragazza con l’amante non l’ha aiutata, soprattutto quando il marito di lei è morto.

L’ultima scena è stata straziante, è brutto non avere informazioni dalla persona che ami, soprattutto se pensi che magari potrebbe stare male senza di te.

alt: greys-anatomy-16x14

Io sono già molto demoralizzata per non dire un’altra parola, e secondo me tutto ciò può finire in due modi:

  1. Si lasciano, Alex dice di aver bisogno di tempo e di stare da solo e che quindi si trasferisce definitivamente dalla madre, fine della storia
  2. Rimangono insieme, lui spiega cosa sta succedendo e lei decide di stare insieme a lui nonostante la distanza e vissero tutti felici e contenti (anche se non possiamo vederli)

e io spero vivamente che sia la seconda opzione quella giusta, perchè sono stati e rimangono la mia coppia preferita.

AMELIA

Io piango sempre quando si tratta di lei.

Dovete sapere che io ho un debole per le serie dove l’argomento principale è la sorellanza o la fratellanza (vedi Sense8 e Orphan Black) e quindi ogni volta che ci sono questi momenti come quello di questo episodio tra Maggie ed Amelia ho la lacrima facile.

L’intera situazione è molto commovente e delicata, sono contenta che abbiamo potuto vedere un bellissimo momento tra queste due donne meravigliose. Il discorso di Maggie merita il premio Oscar comunque.

Per quanto riguarda, invece, la decisione presa da Amelia, ossia quella di non fare il test di paternità e di mollare Link, ho un paio di cose da dire.

Da una parte capisco benissimo la sua reazione, lei comunque vuole qualcuno che la ami e che ami il suo bambino nonostante tutto, ed è giusto così, dev’essere così.

La biologia non rende ne padri, ne madri.

D’altro canto, capisco anche il povero Link, che da un giorno all’altro scopre di star per diventare padre e poi scopre che il bambino potrebbe non essere suo. Ha il diritto di sapere se è realmente lui il padre, ma il corpo non è suo e nemmeno la decisione, spetta ad Amelia decidere.

NICO

Quindi voi mi state dicendo che mentre Levi affrontava tutto quello che ha dovuto sopportare con la famiglia e la madre, tanto che ora sta cercando casa, Nico non ha mai detto ai suoi genitori di essere gay?

Quando è stato lui il primo a non voler stare con Levi per non tornare nell’aspirale del coming out?!

TI PRENDO A SCHIAFFI NICO.

Veramente, ci sono rimasta malissimo, e spero solo che riescano ad affrontare il problema e che, almeno loro, non si lascino (visto che in un episodio si sono distrutte tre coppie).

Bene, anche per la mia recensione della 16×14 di Grey’s Anatomy è giunta la fine, grazie per la pazienza e seguiteci su Facebook!

Miriana

Commenti disabilitati su Grey’s Anatomy – Recensione 16×14 | The Redheads Diaries

Miriana Zibardi, anche soprannominata Simba, amante folle di serie tv! Potrei stare al pc a guardarmi episodi da mattina a sera. Ecco la mia vita.