greys-anatomy-recensione-18x18
Grey's Anatomy,  Recensioni,  Telefilm

Grey’s Anatomy – Recensione 18×18

Eccomi tornata anche questa settimana, questa volta in anticipo, con la mia recensione della 18×18 di Grey’s Anatomy! Siamo quasi giunti alla fine di questa stagione, e come siamo messi…

Questa volta, in Stronger Than Hate, siamo giunti a casa di Meredith dove Maggie sta preparando una cena per tutti gli amici e parenti più stretti per far conoscere finalmente ed ufficialmente a tutti Nick. Mentre la povera sorella “responsabile” è alle prese con la cucina e i bambini, gli ospiti iniziano a presentarsi mentre l’altra sorella è alle prese con qualcosa di più interessante e l’ospite centrale, la Grey ovviamente, è bloccata in ospedale per colpa di un caso gravissimo e orribile.

Purtroppo in questi mesi, oserei dire anche anni, si è sviluppato questo terribile odio verso le persone asiatiche, che vengono ingiustamente e orribilmente incolpate per il coronavirus. Ci sono state davvero troppe aggressioni insensate e questa volta il medical drama ha portato anche questa realtà sugli schermi.

L’OSPEDALE

Purtroppo, proprio mentre Meredith stava per tornare a casa per la cena in famiglia, arriva Alice, vittima di aggressione avvenuta mentre prendeva l’autobus. Ovviamente tutto il team composto anche da Nico gli è stato davvero super vicino, così anche Meredith che era molto provata dall’assurda storia di questa povera donna. Per me è stata davvero duro come episodio, perchè veramente è inconcepibile che certe cose accadano davvero… anche vedere gli stessi membri dello staff chirurgico di Alice stretti a lei mentre la curavano è stato commovente. Anche loro hanno parlato di integrità nella comunità americana ed hanno esposto i loro problemi nel sentirsi compresi… che tristezza che sale appena ci ripenso.

E questa volta anche la dea delle dee ha parlato: la dolce Bookie.

Mi è dispiaciuto sentire il racconto della specializzanda mentre parlava con Schmitt e anche vedere Nico così frustrato e abbattuto. Sono contenta solo per il fatto che Levi gli è stato accanto in un momento così delicato e che anche lui abbia deciso di accettare la sua compagnia.

LA CENA

Che dire… sono sempre molto interessanti le cene a casa di Meredith.

Questa volta possiamo dire che “l’attrazione” principale era proprio il fratello di Winston, Wendell. Tipo tosto lui, e sin da subito ho pensato fosse un tipo da evitare, che fosse pronto a tutto pur di coprirsi le spalle.

Infatti, prima di tutto in questo episodio si è presentato alla cena non essendo invitato, e poi ha messo a rischio tutti quanti compresi i bambini presenti in casa dal momento che coloro dai quali ha comprato i macchinari non funzionanti lo stanno cercando e sanno persino dove si trova.

Concordo su quello che ha fatto e gli ha detto Winston, perchè questa storia non può continuare per sempre, soprattutto contando anche il fatto che il fratello chiede sempre denaro per andare avanti…

Mi ha fatto piacere sentire la storia di Nick per quanto riguarda la sorella minore, a volte è davvero straziante trattare tra fratelli, e parlo da sorella maggiore di due gemelli… Però, proprio come ha detto Nick, a volte fai semplicemente quello che dicono per evitare altre delusioni o attacchi di cuore.

Nel caso di Wendell, è andato si via di casa (finalmente) ma è persino riuscito a fregare 10.000 dollari a Maggie dopo che anche Winston glieli aveva dati…

Ora si che sono guai.

COPPIE E NON

Mi sto avvicinando alla fine di questa recensione della 18×18 di Grey’s Anatomy.

Kai e Amelia ad inizio episodio erano così adorabiliiiiii.

Mi piacciono, mi piacciono davvero… o forse dovrei dire “piacevano“?

Se ad inizio episodio l* abbiamo vist* super cute e in piena intimità, accoccolat* nel loro lettone, a fine episodio, dopo che Kai ha passato una giornata intera in presenza della famiglia di Amelia compresi i bambini, si è res* conto che forse quello che vogliono nella loro vita non è la stessa cosa.

Infatti, a fine episodio Kai spiega ad Amelia la sua idea sui figli, e mette in chiaro che non li vorrà mai e che non cambierà mai idea, e questo senza dubbio ha sconvolto Amelia. Adesso, a fine episodio vediamo Amelia da sola, ma non sappiamo bene com’è andata a finire poi tra loro, spero in qualche modo che riescano a trovare un punto d’incontro… anche se la vedo dura.

Sempre parlando della Shepherd, mi è piaciuto davvero tanto il discorso che ha fatto a Nick per quanto riguarda Meredith. Ha ovviamente espresso il suo dispiacere nella partenza, ma ha anche saputo riconoscere che Nick la rende felice e si è assicurata che anche lui voglia solo il bene per lei.

greys-anatomy-recensione-18x18

Successivamente troviamo un Link molto confuso e poco lucido, chiaramente non ha ben in testa quello che vuole davvero. Si trova a parlare con Teddy dei suoi sentimenti per Jo, che si può dire scoprirsi altalenanti, ma secondo me è derivato dal fatto che si conoscono da molti anni e sono sempre stati amici.

Non so cosa scoprirà Link indagando sui suoi sentimenti, ma sono curiosa di sapere (ora che anche Kai sembra essere sparit*) se gli Amelink possano mai tornare insieme.

Vorrei lasciarvi con questa gif per concludere la mia recensione della 18×18 di Grey’s Anatomy:

Noi ci troviamo la prossima settimana con la recensione del season finale. Continuate a seguirci su Facebook!

-Miriana

Miriana Zibardi, anche soprannominata Simba, amante folle di serie tv! Potrei stare al pc a guardarmi episodi da mattina a sera. Ecco la mia vita.