Crea sito
Articoli

Into the Grishaverse: una guida sul mondo di Shadow and Bone

Shadow and Bone, basato sul popolarissimo Grishaverse dell’autrice Leigh Bardugo, arriverà sulla piattaforma di Netflix il 23 aprile.

Il Grishaverse si riferisce a tutte le storie nei libri della Bardugo, che sono ambientate in un mondo che lei descrive come più “Russia imperiale, che un’Inghilterra medievale, con fucili a ripetizione invece di spadoni”.

C’è la trilogia principale di Shadow and Bone, composta da Shadow and Bone, Siege and Storm e Ruin and Rising.

C’è la duologia di Sei di Corvi, che sono due storie secondarie che si svolgono più tardi nella sequenza temporale della prima trilogia: Six of Crows e Crooked Kingdom.

Infine, abbiamo la duologia di King of Scars, King of Scars e Rule of Wolves, anch’essi ambientati in un’epoca diversa.

La Bardugo, inoltre, poi scritto altri romanzi a supporto del Grishaverse, come The Language of Thorns e The Lives of Saints.

Il Grishaverse prende il suo soprannome dai protagonisti di queste storie: i Grisha.

Grisha” è il termine usato per riferirsi alle persone con poteri magici. Anche se in realtà non la chiamano magia. La chiamano la” Piccola Scienza “.

I Grisha possono manipolare la materia al suo livello più fondamentale.

Gli ordini del Grishaverse

Ci sono Corporalki, che sono considerati il ​​grado più alto dei Grisha, perché hanno il dominio sulla vita e sulla morte.

I Corporalki si dividono in: Heartrenders e possono controllare il flusso sanguigno e la frequenza cardiaca e sono addestrati per uccidere e in Guaritori.

Gli Etherealki sono gli evocatori.

Gli Squaller possono invocare il vento, gli Inferni possono manipolare il fuoco e i Tidemakers possono controllare l’acqua.

Grishaverse

A seguire ci sono i Materialki, o Fabrikator.

Quelli classificati come Durast possono manipolare materia solida come pietra, metallo, legno e tessuti.

Gli Alkemi sono noti per la manipolazione chimica, che è utile per produrre polveri esplosive e veleni.

Shadow Summoners

Gli Shadow Summoners possono manipolare l’oscurità. Il Generale Kirigan (Ben Barnes) è l’unico Shadow Summoner nell’esercito del re di Ravka, soprannominato Generale della Seconda Armata.

Grishaverse

Il più raro tra gli ordini del Grishaverse è il Sun Summoner, che possono evocare la luce.

Centinaia di anni prima degli eventi di Shadow and Bone, il re del tempo scelse un Shadow Summoner come suo consigliere militare. Questo Grisha, come racconta la storia, divenne affamato più potere, portando il re a mettere una taglia sulla sua testa. Ha quindi usato una forma proibita della Piccola Scienza chiamata merzost nel tentativo di formare il proprio esercito. (Se la Piccola Scienza riguarda la manipolazione della materia, il merzost riguarda la creazione ed è proibito perché richiede un grande sacrificio da parte del Grisha e richiede un tributo.)

L’Evocatore dell’Ombra divenne noto come l’Eretico Nero quando perse il controllo del suo potere e inavvertitamente creato The Shadow Fold.

The Fold

The Shadow Fold, chiamato anche più semplicemente The Fold, è una grande distesa di oscurità impenetrabile che divide Ravka. Abitato dagli orribili Volcra che attaccheranno qualsiasi cosa vi entri.

È anche difficile aggirare The Fold perché a nord si trova Fjerda, un paese pesantemente militarizzato, che minaccia costantemente di invadere Ravka.

Inoltre, la sua gente pensa ai Grisha come streghe e ci sono cacciatori specifici chiamati drüskelle che minacciano la vita dei Grisha.

A sud c’è un altro paese, Shu Han, anche esso in guerra con Ravka.

Alina Starkov

Alina Starkov, interpretata da Jessie Mei Li nello spettacolo, si rivela essere una Sun Summoners, il che dà inizio a tutta la saga.

È una cartografa di basso rango nella Prima Armata del re (l’esercito composto dai non Grisha) insieme al suo migliore amico, Malyen Oretsev (Archie Reneaux), che funge da tracker.

Quando entra in The Fold con Mal e la loro “nave” viene invasa dai volcra, rilascia inavvertitamente i suoi poteri di Evocatore del Sole non sfruttati e bandisce le creature in un’esplosione di luce ardente.

Questo attira l’attenzione dei Grisha, in particolare il generale Kirigan, che la accoglie nei suoi ranghi.

Questo è il punto di partenza della saga di Shadow and Bone, invece gli otto episodi della serie sono in realtà un mix di due libri del Grishaverse: Shadow and Bone e Six of Crows.

Six of Crows

Grishaverse
Freddy Carter (Kaz Brekker), Amita Suman (Inej Ghafa) and Kit Young (Jesper Fahey)

Six of Crows è più simile a una storia di ladri che a un fantasy e si svolge a Ketterdam, la capitale della nazione insulare di Kerch, vicino Shu Han.

È l’epicentro di criminali e truffatori, molto diverso dal paesaggio di Ravka.

Come accennato in precedenza, il libro è ambientato dopo gli eventi di Shadow and Bone, ma Eric Heisserer, che è lo showrunner della serie Netflix, era un tale fan di Six of Crows che lui e la Bardugo hanno deciso di mixare elementi della storia con Shadow e Bone in modi che saranno divertenti da scoprire per i fan dei libri.

Per questo motivo, incontreremo personaggi come Kaz Brekker (Freddy Carter), leader della banda dei Crows e una stella nascente nel mondo criminale; Inej Ghafa (Amita Suman), a.k.a. The Wraith, un membro della banda di Kaz; Jesper Fahey (Kit Young), il cecchino e il giocatore d’azzardo dei Corvi; Nina Zenik (Danielle Galligan), una Heartrender e spia dell’esercito Grisha che entra in contatto con Matthias Helvar (Calahan Skogman), un drüskelle Fjerdano.

Danielle Galligan (Nina Zenik) and Calahan Skogman (Matthias Helvar)

Shadow and Bone sarà disponibile su Netflix dal 23 Aprile 2021.

Per rimanere sempre aggiornati con altre news continuate a seguire il nostro sito.

Nel frattempo potete seguirci sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Se volete recuperare i libri di Shadow and Bone potete trovarli nei link di Amazon qui sotto:

Shadow and Bone

Six of Crows

*questo articolo contiene link affiliati*

Fonte: EW

-Giusy

Sono una nerd a tempo perso, Star Wars e la Marvel sono la mia religione, ma non disdegno il DCEU. Mi riprometto di non iniziare mai serie tv senza aver finito quelle che sto guardando, ma fallisco sempre.