Crea sito
How To Get Away With Murder - Recensione 6x12, "Let's Hurt Him"
How to Get Away with Murder,  Recensioni,  Telefilm

How To Get Away With Murder – Recensione 6×12, “Let’s Hurt Him”

Ciao a tutti ragazzi e bentrovati in una nostra nuova recensione di How To Get Away With Murder, oggi parliamo del dodicesimo episodio della sesta stagione intitolato Let’s Hurt Him.

I primi episodi di questa seconda parte di stagione sono stati sicuramente pieni di eventi, ma fino ad oggi non mi avevano convinta fino in fondo.
Let’s Hurt Him però si distingue sicuramente dagli altri, perché ha avuto l’immancabile supporto di una Annalise Keating al massimo del suo splendore.

How To Get Away With Murder - Recensione 6x12, "Let's Hurt Him"

Iniziamo questa recensione di Let’s Hurt Him parlando di lei, l’unica e sola Annalise Keating (Viola Davis), che in questo episodio ha fatto tremare le pareti per quanto era radiosa.

Finalmente Annalise ha fatto la scelta giusta, ha scelto di proteggere se stessa smettendo di essere la baby – sitter di Connor e Michaela che in tutto questo tempo non hanno fatto altro che infangarla. Sicuramente entrambi i ragazzi, in un ipotetico futuro, si rivolteranno contro Annalise con tutte le loro forse, ma sulla testa del nostro avvocato preferito pendeva la pena di morte, quindi non c’è molto di cui discutere. Il modo in cui è intervenuta rivoltandosi contro l’FBI, Connor e Michaela è stato epico e forse sancisce una divisione netta fra gli studenti e quella che era la loro insegnante.

Nella scorsa recensione ho approfondito la questione riguardante Tegan Price, sopratutto l’aspetto personale visto che si sta cercando di improntare una relazione amorosa tra le due donne più forti della serie – aspetto molto chiaro in quest’ultimo episodio.
Nulla da dire sulla coppia, sono dolci e tutto ma non c’è tempo per svilupparla nel mondo giusto, infatti mancano solo 3 episodi al series finale.

Nate, come Oliver, sta raggiungendo livelli di idiozia estremi: tra le tante stupidaggini – per non dire altro – è riuscito ad uccidere Xavier, che era diventato a dir poco fondamentale. Come sempre la ragione che ha spinto il poliziotto ad uccidere il Castillo è stato Nate Senior e il suo omicidio. L’unica cosa positiva di questa parte di storia è che spero vivamente che dopo ben due omicidi Nate si dia una calmata – anche se dubito fortemente – o che almeno qualcuno si metta una mano sulla coscienza e lo uccida brutalmente nel sonno, così non facciamo in tempo a sentirlo parlare nuovamente. Cosa ne dite di questo piano?

Proseguiamo questa recensione di Let’s Hurt Him parlando della relazione tra Bonnie e Frank. Ammetto che in questo episodio mi sono un po’ sciolta per le parole di Frank, ma continuo ad essere convinta che se Laurel tornasse, lui non impiegherebbe molto a togliersi i pantaloni (non so se mi spiego). Si amavano in un modo malato, ma i due si amavano veramente. Ad onor del vero, devo anche far notare che uno follo come Frank è più adatto ad una donna turbata come Bonnie, oltre al fatto che sono due assassini.

Per concludere questa recensione è giusto parlare delle rivelazioni fatte da Vivian e la causa dell’odio di Hannah Keating verso la nostra Annalise. Se prima pensavamo che quel carico di disprezzo potesse arrivare dal fatto che Hannah era convinta che Annalise avesse ucciso Sam, adesso siamo venuti alla luce di un fatto assolutamente sconcertante. Dalle parole di Vivian si è capito che tra i due fratelli c’è stato qualcosa di strano e mi chiedo se fra i due ci fosse una relazione incestuosa o meno.

Non lo sappiamo, ma sicuramente si andrà a fondo di questa storia, in tutto questo però è impossibile non far partire la sigla di Game of Thrones, quando si parla di incesto!

A proposito di GOT: avete sentito Tegan citare Khaleesi? Per non parlare di qualche altro riferimento al mondo delle serie TV e del cinema. Insomma, volevo chiudere questa recensione dicendo che Tegan è una vera fangirl e questo me la fa amare ancora di più.

Bene ragazzi, anche per questo episodio è tutto, io vi saluto e vi do appuntamento fra due settimane con il tredicesimo episodio di How To Get Away With Murder!

Vi lascio qui sotto il promo:

How to get away with Murder Italia

Le Regole del Delitto Perfetto

Articoli correlati:

How To Get Away With Murder – Recensione 6×11

Sara

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!