Crea sito
Articoli

In A Heartbeat: il primo corto animato su una storia d’amore gay!

Ieri, 31 Luglio 2017, è uscito il primo cortometraggio animato su una storia d’amore gay. Questo è il genere di notizia che amo riportare: è molto meglio diffondere l’amore piuttosto che l’odio e gli scandali, non trovate? Un corto con una trama al centro della quale c’è un amore tra due ragazzi dello stesso sesso è qualcosa che il mondo, purtroppo, non ha mai visto. Ora, grazie a Beth David e Esteban Bravo abbiamo questa meraviglia! Il titolo che hanno scelto è In A Heartbeat, e se vedrete il video capirete subito perché.

In A Heartbeat

Dobbiamo ringraziare Beth e Esteban, perché hanno creato qualcosa di innovativo e bellissimo. I due sono studenti del Ringling College of Art and Design e hanno pensato a questo progetto perché volevano portare qualcosa di speciale come tesi di laurea. E ci sono riusciti! Hanno cercato supporto su Kickstarter e molte più persone di quante si aspettassero li hanno aiutati. Forse il mondo ha ancora qualche speranza. È davvero bello vedere finalmente anche il mondo dell’animazione aprire le porte a personaggi omosessuali. Tutti abbiamo bisogno di vedere più spesso video così.

Ora vi lascio al video, godetevi la storia di Sherwin e Jonathan!

Un ragazzo gay non ancora dichiarato corre il rischio di essere esposto dal suo stesso cuore, dopo che salta fuori dal suo petto, per seguire il ragazzo dei suoi sogni.

Quando ho visto il corto, ho pensato che fosse una delle cose più dolci che io avessi mai visto. Il Cuore non vuole sentire scuse: vuole stare con la persona che l’ha “rubato”. E il ragazzo è quasi costretto a seguirlo, letteralmente. Poi il cuore si spezza quando i due si separano, ma torna ad essere integro e più felice che mai quando sono di nuovo insieme. È un’idea fantastica e davvero ben sviluppata, complimenti a Beth e Esteban!

E voi cosa ne pensate?

Martina

 

 

Commenti disabilitati su In A Heartbeat: il primo corto animato su una storia d’amore gay!

Vediamo cosa posso dirvi su di me. Studentessa di lingue? Probabilmente non vi interessa. 23 anni? Solo anagraficamente, dentro sento di averne come minimo 80. Telefilm addicted? Duh. Personaggi preferiti? Tutti al cimitero. Le mie ship? Never canon. Insomma, mai? 'Na gioia.