Crea sito
"Insieme"
Recensioni,  SKAM Italia,  Telefilm

SKAM Italia – Recensione 4×10 “Insieme”

"Insieme"

“Insieme”, quella magica parolina che fa sentire invincibili e parte di qualcosa di più grande di una singola entità, qualcosa che indica non solo appartenenza ma anche quella voglia di distinguersi e, al tempo stesso, rimanere uniti.

Questa stagione di SKAM Italia può essere considerata la chiusura di un cerchio.

La serie potrebbe anche terminare qui, nonostante tutti vogliano un continuo perchè ormai i personaggi fanno parte di noi e perchè c’è bisogno di dare voce ad ogni singola e possibile sfumatura della realtà dimostrando quanto sia importante farlo, un cerchio si è davvero chiuso.

I ragazzi hanno avuto e vissuto un grande insegnamento e cioè che l’unione fa la forza e che unire le diversità sia l’unica strada per vivere davvero ed aprire i propri orizzonti.

Un gruppo eterogeneo di persone che si sono trovate, scelte e che hanno deciso di condividere la propria vita in nome dell’affetto, quello puro e sincero costellato da tante piccole imperfezioni, e in nome dell’essersi riconosciuti e voluti nonostante quelle tante piccole imperfezioni e quelle diversità che rendono ogni singolo componente individualmente indispensabile e comunitariamente insostituibile.

Ecco perchè questa ultima recensione della quarta stagione verrà divisa in base ai protagonisti delle clip:

Ognuno di loro è una stella che unite insieme formato una costellazione splendente.

Silvia e Luca

"Insieme"

Una Silvia disegnata dalle mani di Luca dà il via a questo ultimo episodio e vi starete chiedendo come ma io abbia unito le prime due clip in un solo paragrafo.

Sembra che queste due clip si intersechino perchè, in un certo senso, le vite di Silvia e di Luca si sono incrociate e hanno deciso di non separarsi più e in queste poche scene ne abbiamo avuto la dimostrazione.

Entrambe le clip sembrano avere due voci protagoniste, i pensieri di Silvia emergono sia nella prima che nella seconda proprio come i pensieri di Luca e ho amato davvero questa tecnica narrativa.

"Insieme"

Luca non si sente all’altezza di pubblicare i propri disegni nonostante sia molto bravo così come non si sente meritevole di essere il fidanzato di Silvia non rendendosi conto che la ragazza è talmente spaventata da ciò che prova per lui che è si è convinta di non volere una storia con nessuno proprio perchè le cose serie la spaventano e ciò dipende sia dalla visione che ha sempre avuto di se stessa e sia dal tradimento del padre e dalla conseguente fine del matrimonio con la madre e sia dal modo in cui il padre la denigra per l’aspetto fisico, punto di debolezza di Silvia che, in realtà, è uno dei suoi punti di forza perchè è bellissima.

Luca si nasconde nella cabina armadio per non farsi beccare dal padre di Silvia ma è preoccupato per la ragazza e vorrebbe starle vicino in qualsiasi modo ed ecco che le scrive dei messaggi, ed ecco che, pur di esserle d’aiuto, si nasconde vicino al trasportino del gatto a cui è evidentemente allergico per come si gratta le gambe.

Silvia ha avuto il coraggio di dire ciò che ha sempre pensato e non si è trattenuta, pur non essendo stata offensiva, ha detto la verità e non se n’è pentita eppure cosa le rimane impresso? Il fatto che il padre le abbia fatto notare di essere ingrassata.

E cosa fa Luca? Pone l’accento sul fatto che dovrebbe essere felice per aver finalmente detto ciò che pensava al padre senza mezzi termini.

In due semplici frasi Luca è riuscito ad allontanarla dalle sue debolezze e a farla sentire forte, a farle notare quanto sia forte.

Luca e Silvia forse sono sempre stati sottovalutati come coppia e, invece, sono una delle coppie più cresciute e più belle di SKAM Italia, avrei tanto voluto viverli di più perchè Silvia è decisamente la miglior Vilde e Luca è assolutamente meraviglioso, molto più affascinante e intrigante di un Canegallo qualsiasi perchè è reale, forte e fragile e insicuro ma reale e innamorato di Silvia che non si vede bella ma che, forse, attraverso gli occhi di quel ragazzo che la ama, potrebbe riuscire a vedere il suo vero potenziale che c’è ma che è invisibile per lei.

Giovanni

"Insieme"

Giovanni è uno dei migliori personaggi di SKAM Italia, c’è poco da dire.

E’ il mago dell’amore, è il migliore amico che tutti vorrebbero avere, è il fidanzato che tutti vorrebbero avere ed è innamorato di Eva da quando la conosce e non ha mai smesso di aspettarla, ha continuato a vivere ma ha continuato ad amarla e a volerla.

Ed al primo posto della fila, una fila inesistente perchè lui è l’unico che conosce davvero Eva e che la vuole davvero per com’è.

Quella frase detta a Federico mi ha davvero fatto piangere perchè aspettare non è sinonimo di essere deboli, di essere succubi di un amore da cui non riesci a separarti, anzi, in questo caso è una dimostrazione di forza, di tenacia e di vero amore.

Hanno vissuto di tutto Giovanni ed Eva insieme e Giovanni ha deciso che l’aspetterà perchè la ama e vuole sia felice anche senza di lui, anche se sa che, non appena si renderà conto di ciò che vuole davvero, lei ritornerà da lui perchè sono destinati.

Io non credo mai alla solita storia de “le persone giuste al momento sbagliato” ma, in certe fasi della vita, è proprio così soprattutto quando si è giovani e quando non si ancora cosa si vuole dalla vita.

Ed Eva e Giovanni sono sempre stata le persone giuste ma dovevano crescere prima di poter vivere in modo maturo il loro amore e, finalmente, quel momento è arrivato.

Federica

"Insieme"

Federica che si sente in colpa per aver bullizzato Sana senza volerlo, colei che si sente un’amica orribile per non aver dato peso alle proprie azioni, colei che è andata dallo psicologo per chiedere aiuto e per riuscire ad accettare ciò che ha fatto, le conseguenze delle sue azioni e per riuscire a confessare il proprio misfatto all’amica che ormai è una delle sue migliori amiche.

Non è facile ammettere i propri errori e non è facile confessarli alla persona interessata e non è facile chiedere scusa eppure Federica ha trovato la forza di farlo e ha trovato anche un nuovo amico nello psicologo, figura fondamentale in ogni situazioni di disagio di qualsiasi tipo.

Quando si può definire un’amica una buona amica?

Beh, quando fa di tutto per accettare il proprio errore e per rimediare ma che, prima di tutto, riconosce di aver sbagliato e non continua a insistere pur di aver ragione quando non ne ha.

Federica sembra forte perchè è grande, fiera, energica ma non lo è solo per questo…lo è perchè ha delle debolezze che la spingono a migliorarsi e per me questa ragazza resterà sempre un esempio di ciò che è giusto fare quando si sbaglia e di ciò che è giusto essere per le proprie amiche e per coloro che feriamo senza volerlo.

E poi, insomma, è una forza della natura e strappa un sorriso sempre e a chiunque.

Filippo

"Insieme"

La meraviglia di uomo che è questo ragazzo è venuta fuori tutta in questa clip.

Il ragazzo sta per effettuare l’autotest per l’HIV e vuole il supporto di Eleonora nell’attesa e nella scoperta dell’esito e, aspettando la sorella, inizia a distrarsi cercando di non pensare al risultato, cercando di rilassarsi e di razionalizzare.

Quel momento è uno dei momenti più critici per coloro che vivono la sessualità liberamente o che, pur usando il preservativo, si ritrovano a voler effettuare dei controlli che OGNI essere umano dovrebbe effettuare a prescindere dall’orientamento sessuale perchè, sfatiamo uno dei tanti falsi miti, l’HIV non è solo una malattia sessualmente trasmissibile tra gay ma tra TUTTI indistintamente ed è bene ricordarlo.

Filippo ha giustamente paura ma è consapevole del fatto che ora sia una malattia con cui si può convivere, che non porta per forza alla morte com’era negli anni ’80 e che potrà farcela perchè ha con sé persone che lo amano e che lo accettano per ciò che è senza giudicarlo.

Ho apprezzato molto il fatto che abbiano fatto rivedere Eleonora perchè Filippo aveva bisogno di sua sorella e sono contenta che abbiano scelto di inserire un momento simile in una serie tv perchè davvero c’è bisogno di eliminare tabù stupidi che non hanno senso di esistere.

Le lacrime di gioia di entrambi mi hanno riscaldato il cuore e sono fiera esista un personaggio come Filippo in SKAM Italia.

Niccolò

"Insieme"

E ora arriviamo al nostro Niccolò e ai nostri Rames che, per l’ennesima volta, hanno dimostrato di essere non solo una delle miglior coppie di SKAM Italia ma anche dell’intero universo televisivo e non.

Niccolò ha, oggettivamente, un problema con la verità a causa del disturbo che lo accompagna ma che per amore verso se stesso e verso Martino sta riuscendo a controllare e ne sono molto felice.

E vorrei porre l’accento su vari parallelismi.

Niccolò che calma Martino così come Martino riusciva a calmare Niccolò e Martino che riesce a far sentire la sua voce per proteggere la normalità del suo amore quando solo l’anno prima non riusciva ad avere il coraggio per essere fieramente innamorato di un uomo.

Insomma, Martino e Niccolò sono complementari e sono riusciti a costruirsi una realtà talmente reale e forte da non poter non riuscire ad affrontare qualsiasi problema di qualsivoglia natura.

Martino si sente al sicuro tra le braccia di Niccolò così come Niccolò si sente a casa sua quando è tra le braccia dell’uomo che ama.

Sono cresciuti insieme questi due ragazzi e riusciranno a crescere ancor di più perchè hanno capito ciò che è davvero importante e cioè essere se stessi e rimanere insieme, nonostante tutto e tutti.

“Insieme”

Tutti i ragazzi poi si ritrovano insieme all’Eid organizzato da Sana e a cui non è presente solo Malik che è partito per la Francia.

Si è trattato di un incontro di culture, di religioni, di vite diverse che hanno la voglia di mescolarsi e di convivere pacificamente perchè è ciò che la vita insegna.

Quanto è stato bello vederli tutti “Insieme” e pronti a partire per le vacanze senza più alcun conto in sospeso ma solo con la voglia di divertirsi e di vivere?

Elia

"Insieme"

Elia è sempre stato visto come un personaggio divertente e forte, che non soffre di poi così tante difficoltà e, invece, con questa clip introspettiva abbiamo potuto vedere quanto sia fragile e quanto si senta sempre in secondo, terzo, quarto piano rispetto a tutti i ragazzi del suo gruppo, nonostante abbia la fila di ragazzine che vorrebbero avere una storia con lui.

Con Emma non ha minimamente pensato di poter essere lui il ragazzo che lei avrebbe voluto baciare quella sera in bagno dove poi ha baciato Martino, arriva a pensare volesse baciare Luchino perchè non si vede poi così speciale, forse perchè Sana non l’ha voluto o forse perchè ha deciso di inserirsi in una questione che l’avrebbe visto perdente solo per l’impossibilità della cosa.

Elia potrebbe aver scelto una cosa impossibile proprio per dimostrare a se stesso e per convincersi di non essere abbastanza quando, invece, è abbastanza ed è tanto altro ancora.

E forse con Emma riuscirà a vivere l’amore che merita così come tutte le persone a cui lui tiene.

Sottolineo quanto, rispetto a tutte le altre UFB, Emma sia decisamente “migliore” perchè è quella con meno pregiudizi.

“Insieme”

Voglio concludere proprio come si è concluso l’episodio e ciò con il miglior parallelismo di SKAM Italia, tutto è iniziato con Eva che legge un tema di Giovanni e tutto termina con loro due che si ritrovano e con Giovanni che legge il messaggio/la lettera di Eva.

Scena meravigliosa per la fotografia, per la soundtrack per la scelta di far fare l’amore ad Eva e Giovanni mentre di sottofondo si sente la voce del ragazzo in diffusione che legge quel meraviglioso messaggio, per essere riduttivi visto che si è trattato di un inno alla vita e non di un semplice messaggio.

Eva e Giovanni che fanno l’amore non sono solo due ragazzi che si vogliono ma sono due ragazzi senza i quali quel gruppo pazzo di amici che hanno non si sarebbe mai formato perchè loro due insieme hanno creato qualcosa di meraviglioso e di eterno che, nonostante la distanza post-maturità, forse non smetterà mai di esistere.

O forse si allontaneranno tutti ricordandosi con un sorriso di ciò che hanno vissuto al liceo, un qualcosa che li ha resi ciò che saranno da adulti e ciò che hanno deciso di essere.

Eva e Giovanni mi hanno sempre fatto venire i brividi perchè sono gli anelli di congiunzione di tutto il percorso che abbiamo vissuto insieme a loro in SKAM Italia e non poteva esserci una conclusione migliore di così.

Eva che si addormenta tra le braccia di Giovanni e che si sente al sicuro perchè, nonostante siano per strada, è a casa sua è la dimostrazione di quanto la famiglia più importante sia quella che ti scegli e che ogni giorno continui a scegliere.

Tanti ragazzi dovranno affrontare la maturità come ogni anno anche se con modalità totalmente diverse per via di questa pandemia che sta rischiando di annullare il concetto di “unione” e di “essere insieme” proprio con questo distanziamento sociale e SKAM Italia con questo finale ha voluto ricordarci quanto sia importante sentirsi insieme ed essere un puzzle per riuscire a fare ciò che vogliamo anche quando ci sembra impossibile.

Nessuno aveva previsto questa pandemia eppure un finale così è ciò di cui avevamo bisogno e di cui avremo sempre bisogno.

Quando tutto ci sembra troppo complicato, troppo impossibile, troppo pesante da sostenere ricordiamo che stando insieme riusciremo ad abbattere qualsiasi muro e saltare così in alto tanto da sbucare dall’altra parte del soffitto che precedono il cielo e gli orizzonti più ampi e vasti che vogliamo raggiungere.

“Insieme” è più facile quindi trovate il vostro puzzle e sappiate che non vi sentirete più soli anche se distanti.

Voto all’episodio: 9 e mezzo, è difficile io dia 10 ad una serie o ad un film e qui il 10 non si è raggiunto solo per pochissime questioni come l’assenza di Eleonora ed Edoardo che sono stati presenti sporadicamente, come alcune dichiarazioni dello psicologo che proprio non riesco a condividere e per come è stata trattata la vicenda Rames a cui avrei voluto fosse dedicato non più spazio ma che fosse sfruttato meglio lo spazio che hanno avuto, soprattutto per quanto riguarda la gelosia.

"Insieme"

Per il resto non l’ho affatto trovata una stagione lenta, anzi, è stata meravigliosa e giusta nei tempi.

Malik è tornata e Sana è libera di vivere la sua vita insieme a lui e a tutti coloro che ama e che la amano perchè tra le tante cose che ci ha insegnato SKAM dobbiamo sicuramente ricordare è che essere diversi ed essere insieme e uniti risolve tutto, anche ciò che sembra privo di soluzioni.

"Insieme"

SKAM Italia ci ha mostrato tante sfaccettature di realtà ma la vostra qual è?

Insieme e consapevoli, non conta altro, ricordatelo.

"Insieme"

Io vi ringrazio per avermi fatto compagnia in questo viaggio e mi auguro di ritrovarvi tutti qui a leggermi e a vivere altre tappe insieme.

Sapete quanto io tenga a SKAM e il mio cuore avrà sempre un posto a lei dedicato.

Un bacio grande, vi lascio a tutte le recensioni di SKAM Italia e spero di essere stata una buona narratrice.

Irene

Commenti disabilitati su SKAM Italia – Recensione 4×10 “Insieme”

Salve, sono Irene e non ho mai amato definire la mia persona e ciò che faccio. So solo che ciò che viene scritto, nel momento stesso in cui viene composto, non è più solo mio ma anche di chi legge. Sono curiosa di sapere in che modo lo sarà. Meglio nota come vulcano d'idee o l'Arti(coli)sta per un chiaro e semplice motivo: la scrittura è il mio elemento, l'arte che mi scorre nelle vene, il modo più realistico e spontaneo che ho di vivere.