Crea sito
"Killing Mr Honey"
Recensioni,  Riverdale,  Telefilm

Riverdale – Recensione 4×19 “Killing Mr Honey”

"Killing Mr Honey"

Killing Mr Honey“, episodio conclusivo anche se non pensavo di ritrovarmi a scrivere l’ultima recensione della quarta stagione solo al diciannovesimo episodio di Riverdale ma, considerata la pandemia, non potevamo aspettarci altro.

"Killing Mr Honey"

Killing Mr Honey” non può essere considerato come episodio conclusivo perchè la quarta stagione non si sarebbe dovuta concludere in questo modo ed è chiaro a tutti e perchè, fondamentalmente, non ha concluso nulla ma dobbiamo ritenerlo tale, in un certo senso.

Dirò fin da subito che l’episodio non mi ha entusiasmata così tanto, la storyline è stata sicuramente curata bene e mi sono anche piaciute le scene solo che, seguendo la storia scritta da Jug, mi sono resa conto che il ragazzo considera se stesso e i propri amici delle persone inclini all’oscurità.

Anche nella versione modificata alla fine ho fatto fatica a riconoscere principalmente Betty e Jughead a cui importava solo salvarsi a scapito anche della vita di Mr. Honey, un qualcosa che mi ha davvero gelato il sangue.

Questi ragazzi non hanno affatto vissuto degli anni facili, è un dato di fatto ma sembra quasi abbiano imparato solo come comportarsi quando c’è un morto o un giallo ma non a vedere ciò che è giusto e ciò che non lo è.

Questi ragazzi non hanno affatto vissuto degli anni facili, è un dato di fatto ma sembra quasi abbiano imparato solo come comportarsi quando c’è un morto o un giallo ma non a vedere ciò che è giusto e ciò che non lo è.

"Killing Mr Honey"

Alla soglia del college questi ragazzi son più preparati su come occultare un cadavere che sulla storia americana ed è allucinante, è un teen drama, non è conforme alla realtà ma fa davvero strano ritrovarsi ad assistere a scene simili.

Vi dirò che amo il come inseriscano il tutto in Riverdale perchè, fondamentalmente, anche in “Killing Mr Honey” le scene mi son piaciute molto ma nel complesso, questo, come tanti altri episodi, non mi ha convinto più di tanto, non mi ha lasciato con il fiato sospeso, mi ha dato solo modo di vedere, tramite gli occhi di Jug, quanto questi ragazzi abbiano bisogno di normalità, la stessa che Mr. Honey auspicava per lo stesso Jug, un grande scrittore che si è ritrovato a vivere una vita che nessun adolescente dovrebbe vivere.

Volere il ballo di fine anno si è rivelato essere un mezzo per vendicarsi del preside che, stando a quanto affermato dalla segretaria del liceo, è stato il migliore tra gli ultimi otto presidi.

Ora, non vorrei entrare nel merito perchè un buon preside si “giudica” anche in base al comportamento che ha con i propri studenti e non solo in base al rendimento ma direi che i risultati dell’operato di Mr. Honey non possano essere messi in discussione per quanto discutibili siano i suoi metodi e i suoi ideali.

Piccolo dettaglio carino e divertente la presenza di una piccola aperta con le antennine mobili nella scatola di Mr. Honey quando ha lasciato la scuola, mi ha fatto quasi tenerezza poi mi è ritornato in mente cosa facesse nel negozio di filmati e la tenerezza ha fatto molti passi indietro fino a sparire.

"Killing Mr Honey"

Mi ha fatto molto piacere vedere i genitori dei ragazzi fieri di loro ma sappiamo che se sapessero determinate cose non sarebbero fieri fino a questo punto, anzi, forse capirebbero di dover dedicarsi diversamente a loro.

"Killing Mr Honey"

Avrei voluto sapere di più su Charles e, sicuramente, negli ultimi episodi avremmo saputo qualcosa ma non ci è dato nessun dettaglio almeno fino alla prossima stagione.

Da notare come l’argomento Barchie non sia più stato toccato in “Killing Mr Honey” tanto che anche gli stessi protagonisti sembrano essersene dimenticati ma, evidentemente, ci sarebbe stata una svolta nel corso dei restanti episodi.

Insomma un episodio che di conclusivo non ha nulla ma è ciò che ci spetta al momento e direi che avremo, prima o poi, comunque delle risposte alle nostre domande, dobbiamo solo attendere. Consideriamola una pausa più lunga.

Vorrei concludere parlando della scena finale.

Chi si nasconde dentro quel capanno? Perchè vuole così tanto emulare i crimini commessi per terrorizzare la cittadina e perchè ha voluto far vedere solo a Jug e Betty l’ultima VHS?

Sarà per lo stesso motivo per cui Jug e Betty nella trasposizione letteraria del ragazzo sono quelli senza scrupoli, con più sangue freddo e oscurità? Probabilmente si…staremo a vedere.

Voto all’episodio: 7 e mezzo, mi aspettavo sicuramente di meglio

"Killing Mr Honey"

Mi dispiace chiudere così la stagione di recensioni ma, purtroppo, la conclusione è rimandata, spero di ritrovarvi qui quando inizierà nuovamente Riverdale e mi auguro di avervi tenuto compagnia nel corso dei mesi.

Un bacio grande e vi ricordo che a breve tornerò ad intrattenervi con le recensioni della quarta stagione di SKAM Italia.

"Killing Mr Honey"

Irene

Commenti disabilitati su Riverdale – Recensione 4×19 “Killing Mr Honey”

Salve, sono Irene e non ho mai amato definire la mia persona e ciò che faccio. So solo che ciò che viene scritto, nel momento stesso in cui viene composto, non è più solo mio ma anche di chi legge. Sono curiosa di sapere in che modo lo sarà. Meglio nota come vulcano d'idee o l'Arti(coli)sta per un chiaro e semplice motivo: la scrittura è il mio elemento, l'arte che mi scorre nelle vene, il modo più realistico e spontaneo che ho di vivere.