Legacies – Recensione 1×14

Ciao ragazzi e benvenuti in una nuova recensione di Legacies.

Sono molto felice di parlare con voi di questo episodio in particolare e chi mi segue forse saprà anche immaginarne il motivo (o meglio, i motivi). Quindi bando alle ciance e comincio subito con la recensione di questo quattordicesimo episodio:

Let’s Just Finish the Dance

La prima cosa che voglio dire, per togliermi subito questa gioia è: mini Daniel è tornato!

Ormai probabilmente lo sapete: amo Roman dai tempi di The Originals. Sarà la sua somiglianza con Daniel Sharman, o il fatto che nonostante tutto lui ed Hope fossero meravigliosi insieme, ma è da mesi che scrivo al povero attore che lo interpreta per sapere se il suo personaggio tornerà in Legacies e finalmente eccolo qui, in tutto il suo splendore.

Per tredici episodi, nonostante la scena meravigliosa che Julie Plec ci ha regalato nell’ultima apparizione di Roman nello show, non abbiamo più avuto notizie ma ora non solo lo vediamo tornare sui nostri schermi ma scopriamo anche che lui ha fatto parte di questo mondo per tutto il tempo, reclutando studenti per Alaric. Insomma, dopo quanto accaduto con Hailey ha trascorso il suo tempo cercando di fare ammenda, tanto che anche Hope sembra averlo perdonato. Le parole che lei ha usato nei suoi confronti, riuscendo a comprendere perché abbia fatto ciò che ha fatto, sono state molto belle e significative, e nel modo di The Vampire Diaries, anche infinitamente giuste.
Personalmente, non ho mai creduto che Roman fosse colpevole -e no, non per il suo bel visino-; insomma, l’unica vera persona malvagia di tutta quella storia era sua madre, e lui in un certo senso non è stato altro che l’ennesima vittima. Sono felice che ad oggi stia cercando di recuperare ed il modo in cui si è comportato, non ha fatto altro che rendere il tutto ancora più chiaro -c’è chi diffida del fatto che sia stato così carino, ma io credo che questo sia il vero Roman, non quello manipolato da quella nazista di sua madre-.

Il suo ritorno ci ha dato inoltre tantissime scene meravigliose, sia con Hope che -soprattutto-, con Landon. E scusate se ve lo dico ma:

Questo è il triangolo di cui avevo bisogno.

Se devo scegliere un rivale per Landon, un personaggio che mi faccia pensare “okay sono indecisa su chi vorrei finisse con Hope”, allora sarebbe proprio Roman. Lui stesso in questo episodio ha ammesso di amarla ancora e che proverà sempre dei sentimenti per lei -sono morta e risorta, sappiatelo- ma anche che lei non tornerebbe mai con lui. Eppure io non lo escludo. Insomma, solo io ho sentito delle Damon vibes potentissime?

E non è solo il ballo ma anche il fatto che lui l’abbia “soccorsa”, in tutta la sua bellezza, evitandole una figuraccia di fronte a tutti. E sarà un caso che Hope indossi un vestito blu, proprio come quello di Elena?

Ps: preparatevi perché tra poco parleremo proprio del vestito, di Miss Mystic Falls e di tutti quei riferimenti al mio show preferito che mi hanno riempito il cuore, sia di gioia che di nostalgia.

Ma Roman non ha una meravigliosa intesa solo con Hope, ma anche e forse di più, con Landon -e questo è il momento in cui odio Tumblr per non avere delle gif di Landon Kirby geloso-.

Vedere Landon geloso ed insicuro è stato un qualcosa di veramente esilarante. È raro, negli show di Julie Plec, vedere dei ragazzi comportarsi come tali ed è stato bello e soprattutto divertente. Mentre tutti si preoccupavano del mostro, l’unica cosa a cui Landon riusciva a pensare era Roman ed i suoi trascorsi con Hope. La stessa Hope dice che lui assume un comportamento da maschio Alpha che, seppur ad un vampiro di novant’anni possa apparire quasi ridicolo, è comprensibile.

Ha scoperto da poco di essere una fenice, di essere speciale come tutti gli altri ragazzi della scuola e forse anche di più, dato che non è una creatura sovrannaturale comune, ma si è reso conto presto che in una scuola come la sua, non importa quanto tu sia speciale perché lì questa è la normalità.

Spero davvero che Roman e Landon possano avere più screen time insieme, perché credo che ne verrebbe fuori qualcosa di davvero bello.
Parlando invece solo di Landon, mi è piaciuto vederlo finalmente felice di scoprire cosa si nasconde dietro il mistero della sua vita e sentirsi finalmente, davvero a casa. Per lui morire non è stato un trauma (anche perché potrebbe essere stata la seconda volta, considerando l’autobus che andrò in fiamme e dal quale si salvò soltanto lui), ma quasi un sollievo perché ha finalmente scoperto di essere davvero parte del luogo in cui si trova e di poter stare accanto alla ragazza che ama perché ora sa di essere indistruttibile, proprio come lei.

Peccato però che tutta questa dolcezza, ed il divertimento per la gelosia di Landon nei confronti di mini-Daniel da lui soprannominato Captain America (questo povero Roman viene chiamato in tutti i modi tranne che col suo nome, da me, in primis) svaniscono, a causa di Penelope che gli svela il segreto di Hope nei suoi confronti. Personalmente amo Penelope, e tra poco ne parleremo più approfonditamente, ma non credo spettasse a lei spifferare il segreto di Hope. Capisco il perché abbia detto e fatto tutto il resto, ma qui avrebbe dovuto tacere anche se, stiamo parlando di Penelope e sappiamo bene che questo è un comportamento da lei.

La reazione di Landon è stata naturale e credo che chiunque al suo posto si sarebbe sentito tradito, ma spero che una volta che Hope lo avrà salvato, ancora una volta, lui possa comprendere il perché di quella sua omissione. Credo che la perdonerà, ma mi domando se questo avverrà prima del season finale. A proposito del salvataggio comunque, sono certa che questo rapimento ci porterà a capire maggiormente cosa si nasconde dietro la TRIAD (e perché anche la madre di MG ne fa parte?) e chi è quell’uomo che somiglia così tanto al nostro Landon Kirby che, a giudicare da ciò che è accaduto in questo episodio, credo proprio sia la terza chiave per Malivore.

Dawn Summers, sei tu? (scusate, non avevo ancora fatto un riferimento a Buffy questa settimana)

Comunque, come vi dicevo ad inizio recensione, un’altra cosa che ho amato dell’episodio sono stati i continui riferimenti a The Vampire Diaries. Innanzitutto, ci siamo ritrovati ancora una volta a partecipare come spettatori a Miss Mystic Falls, e come se questo non bastasse, Lizzie ha tirato fuori il famosissimo vestito di Caroline.

Ora, penso che la sarta di Legacies sia la migliore amica della parrucchiera di Nina Dobrev nel series finale, perché nonostante sia stato detto che il vestito è lo stesso e che è stato semplicemente riadattato per il fisico di Danielle, diverso da quello di Candice, è chiaramente diversissimo. Persino il colore non appare lo stesso, così come la decorazione sul corsetto. Ora, tutto ciò che ha significato il vestito è stato magnifico, perché ha finalmente concesso ad Hope di sfogarsi e di piangere come forse non aveva mai fatto da quando suo padre è morto, e ha permesso a noi di ricordare gli show da cui questo ha avuto inizio.

Questa frase, in particolare, mi ha riportato indietro nel tempo a Carol Lockwood, agli Stelena e all’ottava stagione, che vede uno dei suoi episodi intitolarsi proprio: The Simple Intimacy of the Near Touch.

Insomma, il mio cuore era letteralmente in un brodo di giuggiole.

A proposito di questo e del mio cuore, parliamo delle Posie, un’altra coppia meravigliosa dello show. In questo episodio abbiamo avuto una riconciliazione ed un addio tra le due, ma non solo. Penelope, come sempre, ha cercato di far emergere Josie che ancora una volta ha messo da parte i suoi desideri per accontentare sua sorella, senza preoccuparsi di ciò che vuole realmente o di fare una figuraccia davanti all’intera scuola. Ma a differenza delle scorse volte, in cui non abbiamo capito fino in fondo perché Penelope volesse così tanto “distruggere” Hope, finalmente capiamo ogni cosa. Comprendiamo il perché dei suoi gesti e perché ci tenesse tanto che Josie tirasse fuori i denti, perché sì era chiaro lo facesse per amore ma solo adesso comprendiamo quanto.

Penelope non ha fatto altro che cercare di salvare Josie, per tutto questo tempo ha cercato di evitare che fra le due fosse lei quella a soccombere ed ora che se ne sta andando, consapevole di non riuscire a far cacciare le unghie alla ragazza che ama, ha tirato fuori la verità. Una verità terribile e che sicuramente avrà conseguenze altrettanto terribili, soprattutto se il genio aveva ragione (anche se, Lizzie mi sembra piuttosto normale, dopo quel brevissimo momento di follia con Pedro). Riguardo al fatto che se ne sia andata, sono certa che non sia una cosa definitiva e soprattutto, non sono certa che abbia davvero seguito sua madre ed il nuovo lavoro. Una persona “egoista” (di quell’egoista alla Damon Salvatore) come lei, lascerebbe davvero la persona che ama per seguire il lavoro di sua madre? Ne dubito. Potrebbe invece non essere altro che una scusa per raggiungere Caroline, dato che sicuramente le sue penne le avranno rivelato anche questo) ed aiutarla a salvare Josie. Non sarebbe meraviglioso?

Sì. Lo sarebbe. Mi rispondo da sola perché amo entrambe le gemelle Saltzman ed il pensiero che lo show possa continuare senza una di loro è qualcosa che non riesco ad immaginare. Forse la mia sarà un unpopular opinion ma io amo Lizzie, e nonostante sembri senza cuore, è uno dei miei personaggi preferiti. Non giustifico il suo comportamento con Josie, anche se credo che anche quest’ultima sbagli in quanto sembra starle bene non dover mai essere davvero sé stessa, ma in questo episodio mi è piaciuta talmente tanto con Hope che non posso negare di averla comunque apprezzata.

Quest’amicizia era qualcosa che attendevo davvero da moltissimo tempo e finalmente sembra essere arrivato il suo momento. Le due finalmente si sono chiarite e non hanno più motivo per essere nemiche, al contrario sono così simili da poter essere un supporto l’una per l’altra ed è stato meraviglioso vederle confidarsi e vedere Lizzie aiutare Hope per la prima volta. Se nei confronti di Josie è stata incredibilmente egoista, con Hope è stata decisamente tutto il contrario. Sono certa che questo sia l’inizio di una grandissima amicizia e che le due possano essere davvero di fondamentale aiuto l’una per l’altra. E chissà che finalmente Hope non possa essere circondata da tutto quell’amore che per anni le è stato strappato via.

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con me oppure Lizzie ed il suo rapporto con Hope non vi piace?
Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook. Io dopo questa lunghissima recensione, in cui spero di non aver dimenticato nulla di importante -c’erano davvero tante, troppe cose di cui parlare-, vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana con il penultimo episodio.

Non mancate!

Veronica.

Precedente Arielle Kebbel sarà Amelia nella serie NBC "Lincoln" Successivo Grey's Anatomy - Recensione 15x17 | The Redheads Diaries