Crea sito
Articoli

Naya Rivera e la causa per la sua morte ingiusta per conto del figlio Josey

Il figlio di Naya Rivera e la sua tenuta hanno intentato una causa contro la Contea di Ventura, il distretto per la conservazione dell’acqua. 

Naya Rivera
Naya Rivera

Attraverso il padre e il tutore legale Ryan Dorsey, Josey ha affermato due cause di azione nella causa: la morte ingiusta e l’inflizione negligente di disagio emotivo. 

“Josey ha subito notevoli danni economici e non a causa della morte di Naya”

Per quanto riguarda la seconda causa Josey ha sofferto di “grave disagio emotivo” a causa della presenza sulla scena in cui la madre è morta annegata. 

Secondo i documenti, i querelanti chiedono un processo con giuria.

Come I fan ricorderanno, l’8 luglio 2020 Naya Rivera ha portato Josey in barca sul Lago Piru. I documenti affermano che la barca noleggiata d’attrice “non era dotata di una scala accessibile in modo sicuro, una corda adeguata, un’ancora, una radio qualsiasi meccanismo di sicurezza per impedire ai nuotatori di essere separati dalle loro barche”. 

I documenti affermano anche che il pontone affittato da Naya era una delle barche più vecchie del Lago e che non era stato ristrutturato. I documenti affermano anche che non c’è un cartello da nessuna parte che segnala le forti correnti del lago e delle profondità delle acque. Non ci sono segnali che avverano i visitatori dei pericoli di nuotare nel Lago Piru. 

Dall’apertura delle sue strutture creative nel Lago sono annegate altre 26 persone. 

I documenti hanno però riconosciuto che l’agente del noleggio ha offerto alla star di Glee un giubbotto di salvataggio, ma che lei ha cortesemente rifiutato in quanto fosse opzionale. I documenti affermavano che l’agente non aveva avvertito Naya di indossare il giubbotto, ma piuttosto lo aveva messo nella barca a noleggio. A luglio, le autorità hanno anche affermato che Josey, allora 4 anni, indossava un giubbotto di salvataggio e che nella barca era stato trovato un giubbotto di salvataggio per adulti.

Naya Rivera
Naya Rivera con il figlio Josey

Circa due ore dopo che Naya e Josey avevano lasciato il molo sulla barca a noleggio, decisero di fare il bagno nel lago, cosa che prima era consentita, ma ora è vietata. I documenti affermavano che la barca era stata poi portata via mentre stavano nuotando e che ciò era “probabilmente dovuto al vento attuale, che nel pomeriggio ha soffiato fino a 21 miglia all’ora”.

“Josey, che era più vicino, è riuscito a risalire sulla barca di sua spontanea volontà. Sapeva che Naya era ancora nell’acqua e la sentì gridare nella sua lotta per tornare sulla barca ed evitare di annegare. Josey cercò invano una corda per aiutare sua madre a tornare sulla barca. Poi guardò di nuovo l’acqua e vide che sua madre era scomparsa. Il bambino ha gridato aiuto e ha pianto da solo sulla barca finché non è stato trovato più di un’ora dopo”

Fonte: EOnline

Chiara

Studentessa di cinema, appassionata di serie tv e libri

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.