Crea sito
Articoli

Olivia Munn, Chloe Bennet e Dianne Doan parlano della mancanza di supporto per le attrici asiatiche

Olivia Munn, Dianne Doan e Chloe Bennet hanno parlato delle loro esperienze come attrici asiatiche a Hollywood.

Durante il programma Around the Table di EW con presentatori asiatici tra cui anche Daniel Dae Kim, George Takei e Hari Kondabolu, le star hanno parlato della mancanza di supporto nel settore per le attrici asiatiche.

“Quando fai parte di una minoranza, penso solo che le critiche siano più dure e che non ci siano molti filtri”.

Ha dichiarato Olivia Munn, spiegando che vede tutte le star della Marvel supportarsi gli uni con gli altri, ma quando qualcuno critica una donna di colore, quella donna non riceve lo stesso sostegno pubblico.

“Molte volte siamo lasciate a combattere la nostra battaglia e di solito, è proprio come resistere ad una tempesta. E quindi trovo che ciò accada più di ogni altra cosa. Non è come un odio attivo che ci viene incontro quando otteniamo un ruolo, ma è più che altro non riceviamo la stessa quantità di sostegno “.

Chloe Bennet, che ha interpretato Quake in Agents of S.H.I.E.L.D., è d’accordo.

“Non è solo una tua opinione. Quando sei una minoranza, quando sei una donna, devi avere un’opinione. Non c’è supporto”, dice, aggiungendo: “È come essere buttati in mezzo ai lupi. “

Olivia Munn

Secondo Dianne Doan, lei non ha ricevuto contraccolpi per essere stata scelta in determinati ruoli, ma sente che i suoi personaggi vengono giudicati in modo diverso.

“Qualcosa che trovo davvero interessante in Warrior, è che una donna asiatica in una posizione di potere o che vuole il potere diventa automaticamente il cattivo”, dice. “Sperimentando i commenti del pubblico di” Beh, è una puttana, o ha fame di potere, o è cattiva “. Perché? Mi sento come selle donne asiatiche, abbiano sempre interpretato il ruolo di supporto”.

La star di Lost, Kim ha sottolineato quello che è successo a Kelly Marie Tran, che ha ricevuto commenti d’odio e bullismo online mirato al suo aspetto e alla sua etnia dopo essere stata scelta per il ruolo di Rose Tico in Star Wars: Gli ultimi Jedi.

La conversazione completa di Around the Table di EW – che è stata registrata solo due giorni prima che un uomo armato ad Atlanta uccidesse 8 persone, la maggior parte delle quali erano donne asiatiche – è incentrata anche sugli attacchi razzisti in corso durante la pandemia COVID-19, su come le persone possono aiutare a proteggere e amplificare le voci degli asiatici e cosa significa rappresentanza in un momento così difficile.

Per rimanere sempre aggiornati con altre news continuate a seguire il nostro sito.

Nel frattempo potete seguirci sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Fonte: EW

-Giusy.

Sono una nerd a tempo perso, Star Wars e la Marvel sono la mia religione, ma non disdegno il DCEU. Mi riprometto di non iniziare mai serie tv senza aver finito quelle che sto guardando, ma fallisco sempre.