Crea sito
Orphan Black,  Recensioni,  Telefilm

Orphan Black – Recensione 4×02

Ciao ragazzi,
oggi per augurarvi buona Domenica, vi parlo di questo secondo episodio di Orphan Black, “Trasgressive Border Crossing“.
Ci sono così tante cose da dire, che non so davvero da dove cominciare!

Come già avevamo capito dallo scorso episodio, la storia portante di questa stagione sarà il Neoluzionismo e la figura di Beth sarà molto più presente, rispetto alle stagioni precedenti e personalmente, ne sono molto felice. Tramite tutti questi flashback stiamo avendo modo di conoscerla, di capirla e di scoprire cosa si cela dietro al suo suicidio, scoperta che sembra essere sempre più vicina.
Ed io, ho una teoria: se lei si fosse uccisa per via del misterioso impianto?
Ha detto di essersi cacciata in un casino e sappiamo che i Neoluzionisti la stavano cercando quindi forse,  anche a lei era stata impiantata quella cosa nella guancia e forse, ha scoperto cosa questo comportava e per questo, si è uccisa. Voi cosa ne pensate? Potrebbe essere una cosa plausibile?

Comunque, torneremo tra poco a parlare dell’impianto. Soffermiamoci prima sulla “reunion delle sestra”. Certo, alla fin fine solo Cosima e Sarah si sono incontrate ma almeno abbiamo potuto rivederle tutte, compresa Helena che era mancata nello scorso episodio.
A proposito di Helena, ho trovato estremamente dolce la scena in cui fa l’ecografia ed io dubito che non vi siate commossi davanti alla notizia che i bambini nel suo grembo sono due. 12 13 14
Mi ha fatto una tenerezza incredibile e sono sicura che nonostante tutto, saprà essere una buona madre, soprattutto se sarà aiutata dalle sue sestra.
A tal proposito, posso immaginare i sentimenti contrastanti di Alison in questa situazione. Lei ha sempre voluto essere la donna perfetta, moglie, madre ed ha sempre cercato di essere super presente per i suoi figli, ma… beh, non ha mai avuto la possibilità di rimanere incinta ed è chiaro come il sole che la cosa la ferisce. Penso possa essere comprensibile.

A proposito di sestre che mi fanno venire gli occhi lucidi, chi per la tenerezza, chi per la tristezza, parliamo di Cosima.
Lei, come noi, è preoccupata per la sorte di Delphine. Quell’addio dato nel season finale della scorsa stagione le ha fatto capire che c’è qualcosa che non va e che potrebbe anche essere successo qualcosa di brutto tanto che, dice alla signora S. la stessa cosa che noi chiediamo allo show da mesi: 15Avevo davvero sperato che in questo episodio ci fosse qualcosa, anche un semplice accenno a Delphine e a ciò che le è successo ma a quanto pare, gli autori vogliono farci soffrire insieme a Cosima. Speriamo però che non siano così sadici da lasciar passare troppi episodi prima di dirci qualcosa! 16Già, anche a noi!

Abbiamo poi MK o meglio, Mika. Anche lei si è unita al gruppo “sestre che mi fanno venire gli occhi lucidi” e nella sua scena finale con Beth, ho davvero faticato a leggere i sottotitoli, tanto avevo gli occhi lucidi. Mika si fidava di Beth, tanto da abbandonare la sua natura da “fuggitiva” per presentarsi a casa sua e avere con lei un rapporto umano e non solo tramite una telecamera. Penso che la perdita di Beth però abbia rafforzato ancor di più questo suo volersi nascondere, un po’ perchè è stata la stessa Beth a dirle di farlo e non so quanto il nostro Clone Club possa riuscire a farle cambiare idea.
Certo, se ci sono riuscite con Helena…

Abbiamo poi un’altra  parte di questa famiglia, che non è proprio un clone ma, anche se ultimamente non si sente tale, è parte integrante di questo strano gruppo: Felix.
Devo ammettere che mi dispiace vederlo litigare con Sarah; i due sono sempre rimasti l’uno accanto all’altra anche nei momenti più difficili e spero che possa continuare ad essere così.
Per quanto riguarda la storia della ricerca dei genitori biologici, credo sia una cosa giusta. Come ha detto a Sarah, lei senza volerlo ha ritrovato la sua famiglia, è imparentata con tutti ma soprattutto, lei ora sa perfettamente chi è e da dove viene. Lui invece, no. E’ giusto che voglia saperlo anche se allo stesso tempo, capisco Sarah. Lei lo ha sempre considerato suo fratello e sa che lui è parte della famiglia tanto quanto lo è lei e lo sono le sue sestra e forse, ha anche paura di perderlo. In fondo lui è stato il suo primo amico, il suo primo alleato e l’unico fratello che ha creduto di avere per un sacco di tempo. Come ha detto Alison comunque, penso che con il tempo impareranno ad accettare la cosa e appoggeranno la scelta di Felix. Mi chiedo solo se possa nascondersi qualcosa dietro la scoperta di “chi sia la sua famiglia”; se l’avessero tirata in ballo perchè ha qualcosa di importante a che vedere con la trama? Voi cosa ne pensate?

Veniamo ora alla storia del chip, quella che ci ha lasciato tutti a bocca aperta e ci ha fatto gridare un “NO” a fine episodio, talmente forte da aver rimbalzato da qui al set di Orphan Black.
Dopo aver scoperto qualcosa in più su questi misteriosi impianti, ovvero che hanno un sistema di autodifesa che uccide l’ospite in cui si trovano, facciamo un’altra scoperta: Sarah ne ha uno impiantato nella sua guancia. Qui sia per noi che per la nostra Menning cominciano a sorgere domande su domande: Anche Kira lo avrà? Cosa significherà? Cosa è in grado di fare l’impianto? E’ pericoloso? La uccideranno per questo? L’impianto la ucciderà? Come può liberarsene senza attivare il meccanismo di autodifesa?
Una montagna di domande interessanti e spaventose ma soprattutto, senza risposta.
Con questi primi due episodi la stagione sembra essere partita con il piede giusto regalandoci tante piccole emozioni, belle e brutte, permettendoci di conoscere meglio vecchi personaggi mai esplorati, riportando anche scene tra Sarah e Art che mancavano ormai da un po’, presentandoci nuove minacce e regalandoci sempre quaranta piacevoli minuti ricchi di suspance.
Insomma un inizio soddisfacente per una serie che fin’ora non mi ha mai deluso. Voi cosa ne pensate? Vi sta piacendo questa quarta stagione? Oppure è ancora presto per esprimervi?
Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook!

Vi ricordo inoltre che potete trovare le nostre recensioni di OB anche su Orphan Black Italia e che, se volete, ci trovate qui tutte le settimane con una nuova recensione!

Veronica.

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.