Crea sito
Articoli

Riverdale 2: i fans trovano un ipotetico volto al serial killer

Si sa che i fans di serie tv amano fare teorie su teorie, ma se questa volta avessero azzeccato? La serie tv in questione è Riverdale, è più precisamente si parla del volto del killer della seconda stagione!

I fans sanno chi è il killer?

Alla fine della prima stagione di Riverdale, che ha ottenuto moltissimo successo, abbiamo assistito alla scena nella quale Fred Andrews, padre di Archie, veniva sparato da quello che sembrava un rapitore. Nei primissimi episodi di questa nuova seconda stagione abbiamo capito che non si trattava di un rapinatore casuale, ma di un vero e proprio serial killer pronto ad uccidere chiunque sia legato ad Archie, protagonista della serie.

Avendo molto su cui ragionare, è difficile trovare un volto al killer, soprattutto stando ai soli due episodi mandati in onda. Eppure, i fans più attenti sono quasi certi di sapere chi sia l’uomo incappucciato.

Scopriamo di chi si tratta

Stando sempre a ciò che suppongono i fans più accaniti, i registi e gli autori della serie ci hanno dato un grandissimo indizio per capire chi sia il killer sin dal primo episodio. Infatti, anche se del killer conosciamo solamente il colore degli occhi e la forma delle sopracciglia, è facile trovare una gran somiglianza tra l’assassino e il vecchio dei Serpents.

 

Infatti, Tall Boy (nome della Vipera) è l’uomo che più si avvicina al nostro uomo mascherato. Che sia un caso che è comparso in tutti e due gli episodi consecutivamente? O gli autori stanno tastando il terreno per la grande rivelazione che avverrà a metà stagione?

Non sappiamo se l’attore interprete di Tall Boy, Scott McNeil, sarà presente nel resto della stagione, ma è chiaro che ovunque ci sia Jug o i Serpents lui sarà presente!

 

-Miriana

Commenti disabilitati su Riverdale 2: i fans trovano un ipotetico volto al serial killer

Miriana Zibardi, anche soprannominata Simba, amante folle di serie tv! Potrei stare al pc a guardarmi episodi da mattina a sera. Ecco la mia vita.