Crea sito
"The Locked Room"
Recensioni,  Riverdale,  Telefilm

Riverdale – Recensione 4×16 “The Locked Room”

“The Locked Room” ovvero l’episodio che sembrerebbe aver chiuso un cerchio in modo definitivo ma, cari lettori, siamo solo al sedicesimo episodio della quarta stagione di Riverdale non al finale di stagione quindi occhi aperti.

"The Locked Room"

Se devo essere sincera, l’episodio non mi è piaciuto tanto, ho amato il ritorno di Forsythe e la prospettiva di una riappacificazione con figlio e nipote e i miei Bughead ma, per il resto, è stata un episodio che non mi ha entusiasmata più di tanto perché avevamo più o meno previsto tutto tranne il coinvolgimento della nonna di Donna nella creazione di Tracy True e il suicidio di DuPont.

La quarta stagione sta per terminare, non mancano molti episodi e io continuo ad avere la sensazione di non star assolutamente vedendo una quella bella stagione, non mi sta piacendo ciò che vedo perchè è tutto troppo piatto e monotono, rischierei puntualmente di non annoiarmi se non fosse per i miei Bughead che, senza ombra di dubbio, sono la colonna portante dell’intero Riverdale, senza di loro non ci sarebbe assolutamente storia.

"The Locked Room"

In più credo anche siano praticamente l’emblema dell’amore vero, di quello che non conosce confini e limitazioni, che sconfigge la morte e gli intrighi e che va oltre qualsiasi cosa, Betty e Jughead vivono la propria vita insieme mano nella mano, spalla contro spalla da praticamente il primo momento in cui si sono resi conto che i loro sguardi si univano ogni volta che erano vicini solo e soltanto perchè si sono sempre appartenuti e, da quando se ne sono resi conto, hanno deciso di non lasciarsi più.

"The Locked Room"

Non credo possa esserci un amore più bello, più vero, più duraturo e più maturo del loro e per quanto possano essere considerati una ship ovvia io sono convinta siano l’OTP più magica e reale di Riverdale e una delle più meravigliose nel mondo televisivo e non e ne abbiamo avuto un’ennesima dimostrazione durante “The Locked Room”.

"The Locked Room"
Questi parallelismi meravigliosi…

E, ci tengo a sottolinearlo, non sono affatto la ship ovvia e scontata dello show, i Barchie invece si e, tra l’altro, non è mica detto che in ogni serie tv debba esserci la lotta Delena/Stelena eh, anche perchè, per quanto io sia sempre stata una Delena incallita, ho sempre riconosciuto il potenziale di Stefan ed Elena insieme, potenziale che nei Barchie non esiste ma nemmeno lontanamente, caso chiuso.

Certo, come ho detto nella scorsa recensione, la nostalgia e il pensiero di “cosa sarebbe stato se” possono far riaffiorare delle emozioni lasciate in sospeso ma dubito possano rischiare di mettere in discussione ciò che lega Betty e Jughead, le loro mani unite sono un legame inscindibile, fatevene tutti quanti una ragione, anche voi, miei cari sceneggiatori.

"The Locked Room"

Arrivando alla questione: OMICIDIO PERFETTO svelato durante “The Locked Room”.

Io non posso proprio trattenermi…ma che razza di omicidio perfetto avevano in mente, scusatemi?

Non ho parole per la banalità e per aver affidato il compito decisivo a Joan che tutto mi sembra tranne una serial killer, è fredda e menefreghista, pensa solo a se stessa ma non la vedo proprio in grado di uccidere qualcuno principalmente perchè non ha né molta forza fisica né il sangue freddo adatto nell’utilizzare un colpo solo per uccidere una persona del calibro di Jug che, okay, non sarà Archie ma è pur sempre fornito bene a livello fisico.

L’unico particolare davvero ben studiato è stato solo quello del far respirare a Betty “Il sospiro del Diavolo” in modo tale da metterla fuori gioco e renderla una sospettata perfetta e, ovviamente, è stata un’idea di Donna, una mente assolutamente criminale ma geniale, davvero geniale.

Il punto è che nessuno potrebbe mai ingannare Betty e Jughead nemmeno la mente più criminalmente geniale, nemmeno Donna che, alla fine, voleva solo vendicarsi e dare giustizia alla nonna, creatrice del personaggio di Tracy True ma, come ha detto Betty, Tracy, pur essendo un qualcosa di immaginario, merita molto di più così come la memoria di Jane.

Forse Donna mi mancherà, avrebbero dovuto utilizzare meglio questo personaggio con un immenso potenziale e invece…no.

“The Locked Room” si è concluso con l’aspettativa del diploma da ottenere tutti insieme e con la speranza che vada tutto bene ma sappiamo che durante i musical accadono sempre problemi/disgrazie in Riverdale quindi inizierei a preoccuparmi, Jug è tornata alla Riverdale High ribadendo che lì nessuno vorrà ucciderlo ma…non canterei vittoria tanto presto, non quando dovrà partecipare anche lui alle esibizioni…forse.

"The Locked Room"

Voto all’episodio: 7 in generale ma un bel 9 per i miei Bughead.

Il prossimo episodio di Riverdale andrà in onda in America l’8 aprile quindi siamo ufficialmente in pausa primaverile in un periodo molto complicato in cui le riprese di molti show si sono fermate a causa della pandemia da Coronavirus comprese quelle di Riverdale, appunto.

Forza e coraggio e buona quarantena, lontani fisicamente ma sempre vicini con il cuore.

"The Locked Room"

Irene

Commenti disabilitati su Riverdale – Recensione 4×16 “The Locked Room”

Salve, sono Irene e non ho mai amato definire la mia persona e ciò che faccio. So solo che ciò che viene scritto, nel momento stesso in cui viene composto, non è più solo mio ma anche di chi legge. Sono curiosa di sapere in che modo lo sarà. Meglio nota come vulcano d'idee o l'Arti(coli)sta per un chiaro e semplice motivo: la scrittura è il mio elemento, l'arte che mi scorre nelle vene, il modo più realistico e spontaneo che ho di vivere.