Crea sito
Recensioni,  Roswell,  Telefilm

Roswell, New Mexico – Recensione 2×13

Ciao ragazzi e benvenuti nell’ultima recensione della stagione per Roswell, New Mexico: la 2×13, intitolata Mr. Jones.

Roswell New Mexico Recensione 2x13
Roswell, New Mexico – Recensione 2×13

Questa seconda stagione, cominciata col botto, è terminata allo stesso modo, gettando basi interessanti per la prossima stagione e regalandoci momenti bellissimi che ci portano a una speranza per la terza stagione. Ma andiamo per step, così da non dimenticare nulla. O almeno, provarci, perché l’episodio è stato davvero ricco di avvenimenti.

Il piano dei Manes

Cominciamo da dove ci aveva lasciato lo scorso episodio, ovvero il piano dei Manes per liberarsi degli alieni, e di Helena per vendicare il suo amato, defunto a causa del padre di Alex. Un piano molto simile a quello della prima stagione di The Vampire Diaries con la bussola, se ci pensiamo bene (le due serie hanno davvero molto in comune, non soltanto Julie Plec) che ha avuto risvolti diversi da quelli previsti. Per fortuna nessuno dei nostri protagonisti ha finito col farsi male, anche se molti di loro ci sono andati vicini, ma a lasciarci le penne è stato colui che aveva ideato il tutto.

Roswell, New Mexico – Recensione 2×13

Gregory ha salvato Michael per salvare suo fratello, e ha dato a quest’ultimo la possibilità di riprendere in mano la sua vita. Suo padre non sarebbe mai cambiato purtroppo, e per quanto sia brutto dirlo, non avrebbe mai permesso a suo figlio di essere chi voleva, e la scena finale con la nuova fiamma di Alex ne è un esempio. Che i Manes possano tornare ad essere come Tripp sperava che fossero? Che quel ramo della famiglia abbia finalmente preso il sopravvento? Fatemi sapere la vostra.

Tripp e la storia dello schianto a Roswell

Anche la storia delle origini degli alieni a Roswell, in questa 2×13 ha trovato nuove risposte, ed io voglio condividere alcune considerazioni con voi in questa recensione. Abbiamo visto come Nora è entrata all’interno di Chaulfield, cosa è accaduto a Tripp e tanto altro. Le briciole di storia che ci sono state date nel corso dell’episodio hanno finalmente trovato risposte, mostrandoci quello che è probabilmente il nuovo villain della stagione: il doppelganger di Max.

Vi avevo già detto che Roswell, New Mexico somiglia incredibilmente a The Vampire Diaries?

Su questo nuovo arrivo ho molte domande: si tratta del padre di Max? Di un clone? Di un sé stesso proveniente da un altro tempo? Voi cosa ne pensate?

Essendo alieni, e avendo a disposizione tecnologie che gli umani neanche immaginano, l’uomo che hanno liberato potrebbe essere Max, arrivato dal futuro e l’arrivo di Nora e Louis sulla terra potrebbe quindi essere stato un modo per tenere il piccolo Max, non ancora diventato cattivo, lontano dal loro mondo e da quel qualcosa che magari avrebbe innescato quel qualcosa che lo ha reso malvagio.

Max, Liz e la ricerca sul DNA alieno

Come previsto, dopo fin troppa gioia in questa stagione, sono arrivati i problemi per Liz e Max. Sì, lo so che lui all’inizio sembrava essere morto e che “troppa gioia” non sembra essere adatto… ma davvero, conoscendo la Plec, tutto si era risolto tutto troppo presto. E infatti, ecco i veri problemi, il punto di rottura per cui lui non la ferma e lei non resta con lui.

Chiaramente non è la fine per loro, ma qualcosa mi dice che nella prossima stagione non mancheranno i problemi, soprattutto visto e considerato chi sarà il nuovo villain.

Voi cosa ne pensate? Torneranno insieme? Dopo quanto? E soprattutto, credete che Max abbia fatto la scelta giusta bruciando tutto?

Io non ne sono sicura, ma non mi sento di condannarlo. Sapevo che Diego nascondeva qualcosa e grazie a lui ne abbiamo avuto la prova. Come ha detto a Liz sin dall’inizio, la sua ricerca è pericolosa e potrebbe esporre gli alieni al mondo, motivo per cui credo non abbia avuto tutti i torti quando ha compiuto quel gesto estremo, ma allo stesso tempo Liz ha sempre e solo voluto salvare vite e non può ignorare il potenziale di ciò che ha tra le mani. Ne abbiamo avuto la riprova anche in questo episodio che ci ha regalato una scena meravigliosa tra lei e Kyle.

Roswell New Mexico Recensione 2x13

È stato un momento molto bello da vedere. Questi due, che hanno cominciato come amanti ed ex fidanzati, si sono trasformati in una vera famiglia e se, all’inizio della stagione lui ha aiutato Liz a riportare indietro Max, lei ora ha fatto lo stesso con lui. Sapevamo che non avrebbe potuto voltare le spalle a Kyle, e sono contenta che non l’abbia fatto, anche se credo che questo miracolo solleverà non poche domande… che andranno a contribuire ai problemi della coppia.

Alex, la canzone e Michael

Veniamo poi al momento che probabilmente ho amato più di qualsiasi altro in questo episodio: Michael ed Alex.

Voglio partire dal fatto che, nonostante tutto credo sia giusto aver terminato così la loro storia, per ora. Sono rimasta abbastanza sconcertata dal fatto che Maria lo abbia lasciato subito dopo essersi confessati a vicenda di amarsi, ma lo capisco e credo sia giusto così. Lei ha sempre saputo che Alex e Michael si amavano, tanto da concedergli una cosa a tre, come una lettera d’addio (in versione sessuale, ma pur sempre una lettera d’addio), ma per quanto Michael l’abbia fatta sentire amata, si è resa conto che quel tipo di amore cosmico non sparisce mai davvero, e non importa quanto Michael la ami, c’è qualcuno che amerà sempre un po’ di più. E sì, anche qui farò una similitudine con The Vampire Diaries: Maria per Michael è come Stefan per Elena; non importa quanto lui la ami, c’è qualcuno di cui non riesce a liberarsi, non importa quanto ci provi.

Un amore cosmico che aspetta il momento giusto per esistere, e che noi attenderemo con ansia, finché finalmente questo tempo non arriverà.

E poi, vogliamo parlare della bellezza della canzone cantata da Alex?

Io la sto già ascoltando in loop, tanto l’ho amata. Una canzone ricca di citazioni, di momenti Malex, eseguita alla perfezione da un bravissimo Tyler Blackburn.

Tutta la sequenza è stata perfetta, dalla canzone, agli sguardi tra Michael ed Alex, alle parole di Michael, allo sguardo di Greg (finalmente Alex ha una famiglia che lo supporta e lo ama per quello che è), al finale che ha permesso ad Alex di essere finalmente chi è davvero, senza sentire la voce di suo padre nella testa.

Uno dei migliori momenti dell’intera serie a mio parere. Voi cosa ne pensate?

Prima di salutarvi volevo fare un appunto anche su Rosa e Isobel. Quest’ultima è partita come un personaggio che quasi odiavo, per diventare uno dei miei preferiti. Ha avuto un’evoluzione simile a Caroline Forbes e sono davvero felice della crescita che ha avuto. Anche Rosa non mi è dispiaciuta e credo che nella prossima stagione possa finalmente crescere anche lei, ora che è più consapevole di sé stessa.

Sono davvero impaziente di conoscere cosa accadrà nella prossima stagione e spero di non dover attendere troppo per scoprirlo. Allo stesso modo, spero che possa avere un maggior successo in Italia: è una serie davvero molto bella ed è un peccato che sia così poco conosciuta.

Detto questo vi saluto e come sempre vi chiedo di farmi sapere la vostra sull’episodio (e stavolta anche più in generale sulla stagione) e di lasciare un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook.

Vi ricordo inoltre che se avete perso gli appuntamenti precedenti potete trovarli qui: Roswell, New Mexico Recensioni.

Alla prossima stagione,

Veronica

Commenti disabilitati su Roswell, New Mexico – Recensione 2×13

Big Boss delle Redheads Diaries: la mente che ha dato vita a questo sito di intrattenimento.