Crea sito
Articoli

Serie tv: Buffy compie 20 anni!!!

Era il 10 Marzo del 1997, esattamente vent’anni fa ad oggi quando fu trasmesso per la prima volta sul canale americano WB il primo episodio della serie tv Buffy l’ammazzavampiri, mentre qui da noi dall’11 Giugno del 2000. E chi dobbiamo ringraziare per questo magnifico dono? Ve lo dico subito: Joss Whedon!
È stato proprio lui con la sua caparbietà a rompere gli schemi, ribaltare gli stereotipi tipici dei film horror slasher degli anni ’90, quello della bella adolescente bionda che all’inizio di ogni film viene assalita e assassinata brutalmente dal killer o dal mostro del momento. Così, decise di prendere la stessa ragazza e farle massacrare di botte il cattivo, dando vita così alla cacciatrice.
Nel 1992 uscì il film con attori di forte presenza, compreso l’idolo delle ragazzine di quel periodo Luke Perry, tutti bravi insomma, tranne la protagonista interpretata da Kristy Swanson non propriamente brillante nella recitazione. Fu proprio lei una delle cause che costituirono il flop al botteghino. Whedon, consapevole del potenziale del materiale che aveva tra le mani, non gettò la spugna, anzi, si mise ad analizzare ciò che era andato storto sul grande schermo, sino a riuscire finalmente ad ottenere il via libera per la produzione di una prima stagione composta da 12 episodi, con un cast decisamente all’altezza delle aspettative a partire dalla straordinaria Sarah Michelle Geller come protagonista. E la sigla? Una figata rockettara che abbiamo tutti suonato con una chitarra e/o una batteria immaginaria!
Da qui in poi tutti conosciamo la storia del fenomeno di Buffy che ci ha accompagnato per 7 lunghe stagioni – con un episodio senza dialoghi per la maggior parte del tempo e uno musical – per il quale qui in Italia noi fan abbiamo dovuto lottare, soprattutto dalla quinta stagione in poi contro famiglie bigotte che urlavano allo scandalo per la storia d’amore tra Willow e Tara (due semplici persone che si amavano), per le scene di sesso e di violenza – sempre secondo un loro ottuso giudizio – che si riconducevano ad una scazzottata, sangue finto e vampiri ridotti in cenere, che andava a scontrarsi contro la vera e reale crudeltà raccontata al tg e al put****io che si ostinano ancora a chiamare Grande Fratello.
Alla fine tra cancellazioni, censure, spostamenti di orario e l’arrivo dello streaming, siamo riusciti a vincere la nostra battaglia contro l’ignoranza. Ed eccoci qui a festeggiare i 20 anni di una delle più belle serie tv vampiresche con un pizzico di trash che non guasta mai.

Per la maggior parte di noi, Buffy ha segnato il passaggio dall’infanzia all’adolescenza e per altri la cosa si è estesa fino alla maturità. Un po’ tutti siamo cresciuti insieme a lei, ci immedesimavamo nei suoi drammi di vita di tutti i giorni sia nelle piccole e banali situazioni che in quelle importanti, perché in fondo era una di noi, litigava con sua madre, voleva uscire e divertirsi con gli amici e cercava di trovare il suo posto nel mondo al di là del ruolo di cacciatrice.

I NEMICI DI BUFFY

Durante il corso delle 7 stagioni, la cacciatrice ha dovuto affrontare diversi nemici e per ben due volte si è sacrificata per salvare il mondo. Partiamo per grado.
Il Maestro è stato il primissimo mostro con il quale Buffy ha dovuto fare i conti, un potente vampiro che si serve del Consacrato Luke e di Darla per aiutarlo nel suo piano per poter risorgere e camminare sulla Terra. La ragazza pur di sconfiggerlo va incontro alla profezia che prevede la sua morte, e così accade anche se solo per qualche minuto grazie alla rianimazione di Xander.
Nuovo anno e nuovi nemici come il Giudice, Spike, Drusilla, Angel e il demone Acathala. Il primo viene fatto fuori a colpi di bazooka, Spike e Drusilla più altro fanno da disturbatori e da spalla a Angel, ormai senza anima che viene ucciso da Buffy in una scena straziante per fermare il demone evocato da lui stesso.
Nella terza stagione è stata la volta del Sindaco, un umano che punta all’ascensione per raggiungere uno stadio superiore. Si affida a Faith, un’altra cacciatrice che ha perso il controllo e che tratta come una figlia. Il giorno del diploma si trasforma in un essere mostruoso e distrugge la scuola, ma ovviamente viene sconfitto.
È tempo di collage e di affrontare Adam, una sorta di Frankenstein creato dalla professoressa Walsh a capo di una segretissima organizzazione. Per sconfiggerlo Buffy è ricorsa ad un incantesimo evocato da Willow che le ha permesso di unire alla sua forza quella della Prima Cacciatrice e dei suoi stessi amici.
La quinta stagione segna l’arrivo di Glory, un vero e proprio Dio alla ricerca della chiave (nascosta sotto forma umana) che permette di far crollare ogni barriera tridimensionale distruggendo il mondo. Alla fine della battaglia il vortice viene aperto e il sangue della Cacciatrice è l’unico modo per chiuderlo, così Buffy si sacrifica per salvare la vita a Dawn.
Dopo essere stata resuscitata dai suoi amici, deve vedersela con i supercattivi Jonathan, Andrew e Warren, tre semplici esseri umani ex compagni del liceo che a colpi di tecnologia vogliono conquistare il mondo e che mettono i bastoni fra le ruote alla protagonista, sino a quando Warren dopo aver ucciso la sua ragazza diventa spietato; spara a Buffy e uccide Tara, cosa che scatena l’ira di Willow che lo uccide scuoiandolo vivo.
L’ultima stagione segna l’arrivo del più grande nemico definito il Primo o Male Primordiale che attraverso la malvagia figura di Caleb, protettore dell’unica arma in grado di poterlo uccidere, estende il controllo nella città. Il suo potere è molto forte ed è un nemico che si differenzia da tutti gli altri perché non ha un’identità, non si tratta di un essere tangibile. Il suo scopo è quello di uccidere tutte le potenziali cacciatrici in modo tale da non essercene neanche una alla morte di Buffy. Lo scontro è duro, ma grazie a Willow tutte le potenziali si trasformano in cacciatrici e attraverso Spike la bocca dell’inferno viene distrutta e il Primo ucciso.

KENDRA E FAITH

Dopo la morte della Cacciatrice se ne attiva un’altra, ed è questo ciò che è successo a seguito della morte temporanea di Buffy causata per mano del maestro. Kendra arriva a Sunnydale nella seconda stagione e si mostra con un carattere serio e con una vita sociale pari a zero, ma in fondo è una brava ragazza e stringe amicizia con la nostra eroina. Successivamente viene uccisa da Drusilla, facendo attivare Faith. Inizialmente è accolta da tutti e sembra essersi integrata con il gruppo, in realtà è gelosa di Buffy e dopo aver ucciso un essere umano passa al lato oscuro, diventando la pupilla del Sindaco. Dopo vari scontri tra le due ed un periodo di lontananza per fare ammenda, ritorna a Sunnydale nella settimana stagione per sconfiggere il Primo insieme a tutte le altre.

GLI AMORI DELLA CACCIATRICE

Oltre alla lotta contro il male c’è stato spazio anche per l’amore, tre storie diverse tra loro, due con un vampiro e una con un ragazzo umano, carino e simpatico, forte e leale ma se dobbiamo dirla tutta, non è mai riuscito a fare breccia nel cuore di noi fan come è successo con gli altri, che sono stati troppo importanti e travolgenti sia per Buffy che per noi spettatori!
Angel è stato il primo amore della Cacciatrice, quello tormentato con il quale ha fatto l’amore per la prima volta facendogli perdere l’anima a causa di una maledizione lanciata da una tribù di zingari, quello che dopo ha tormentato sia lei che gli amici, quello che l’ha costretta ad ucciderlo per salvare il mondo, quello che quando è ritornato sulla Terra nuovamente con l’anima, ha scelto alla fine della terza stagione di trasferirsi a Los Angeles per lasciarle vivere la sua vita.
E se la storia con Angel è stata complessa altrettanto lo è stata quella con Spike, che si è sviluppata in modo diverso, partendo dall’odio e dall’ossessione poi tramutatosi in un amore morboso, viscerale e indubbiamente più fisico. Il vampiro ossigenato e con le unghie laccate di nero si è spinto talmente tanto per amore da farsi restituire l’anima ed infine sacrificarsi per distruggere la bocca dell’Inferno.

IL RUOLO DEI PROTAGONISTI SECONDARI

Xander

Non era un bravo combattente e tanto meno il più brillante del gruppo, ma senza dubbio era il più coraggioso. La sua crescita di stagione in stagione lo ha reso un tassello fondamentale, un punto di riferimento per ogni menbro, ed è stato colui che ha fermato Willow impedendole di distruggere il mondo. Inizialmente cotto di Buffy, ha poi avuto una storia con Cordelia e in seguito con Anya, lasciata il giorno del matrimonio.

Willow

Fra tutti i personaggi della serie, Willow è quella che subisce i cambiamenti più significativi.
Inizialmente la vediamo impacciata, innamorata del suo migliore amico Xander. Nella seconda stagione inizia la sua evoluzione, apprestandosi ad entrare nel mondo della magia ed intraprendendo una relazione sentimentale con il licantropo Oz, che andrà a concludersi nella quarta stagione. Ma sarà l’incontro con Tara a far sì che la ragazza abbracci definitivamente la versione più disinibita e sicura di sé. Quando la sua amata muore, accecata dal dolore si trasforma in una delle più temibili creature mai viste, Dark Willow.

Giles

Il mitico Signor Giles che tutti abbiamo amato, è stata una presenza fondamentale nella serie e nella vita del gruppo. Nonostante la sua iniziale rigidità tipica dell’ambiente inglese, l’osservatore non ha tardato ad affezionarsi a Buffy, trattandola come una figlia. Istaura un ottimo rapporto anche con gli altri e in particolare aiuta Willow a riprendere il controllo dei suoi poteri dopo aver ucciso Warren.  

Cordelia

La tipica ragazzina viziata figlia di papà e piena di soldi con tanto di puzza sotto il naso, ecco cosa è stata all’inizio Cordelia. Per fortuna dopo essersi avvicinata alle avventure del gruppo di Buffy ed aver intrapreso una relazione con Xander comincia a maturare. Ma la storia è destinata a naufragare dopo averlo colto sul fatto mentre bacia Willow in un momento di debolezza.
Il suo percorso continua nello spin-off Angel insieme all’imbranato osservatore Wesley.

Dawn

Comparsa nella quinta stagione mentre tutti ci chiedevamo da dove fosse uscita questa sorella mai accennata da nessuno prima di allora, la piccola Dawn in realtà non è altro che la Chiave inviata alla Cacciatrice per essere protetta, per di più creata con il suo stesso sangue. Al di là dei battibecchi questa ragazzina diventa una parte integrante del gruppo, diventando il motivo per il quale Buffy deve reagire alla perdita di sua madre Joyce, abbracciando ufficialmente la fase adulta.

Anya

Anya, diminutivo di Anyanka è arrivata a Sunnydale quando ancora era un demone della vendetta nella nona puntata della terza stagione, per esaudire il desiderio di Cordelia nei confronti di Xander. Qualcosa va storto, l’incantesimo viene spezzato e l’amuleto distrutto intrappolandola in un corpo umano. Anche lei si unisce al gruppo e intreccia una storia d’amore importante con Xander con il quale si fidanza. Il giorno del matrimonio viene lasciata e decide di tornare un demone della vendetta con scarso successo a causa della sua troppa umanità. Muore da eroe nell’ultima puntata della serie.

 

Buffy, gli anni passano ma tu continui ad essere la nostra Cacciatrice preferita!!!

 

-Marta

 

 

 

 

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.