Crea sito
Recensioni,  Shadowhunters: The Mortal Instruments (2016),  Telefilm

Shadowhunters – Recensione 3×14

Siamo già arrivati al quattordicesimo episodio, sembra proprio che la 3B di Shadowhunters stia volando.

La puntata ha visto il tenero e per nulla psicopatico Jonathan fare la sua mossa e pare che sia riuscito a fare breccia nel cuore della sorella, mentre Magnus grazie a Lorenzo è riuscito a riavere la magia, ma non tutto è come sembra. Sono successe altre cose più o meno importanti che andiamo subito ad analizzare nel dettaglio.

IZZY L’INVESTIGATRICE

Stavolta le hanno dato poco spazio, ma va bene così perché quei pochi istanti sono stati degni di lei, sembrava di assistere ad una scena di CSI. Ha fatto una bella autopsia alla spia che abbiamo visto soccombere durante la scorsa puntata di Shadowhunters, stando a testimoniare che vuole scoprire la verità sulle torture ai danni dei Nascosti subite all’interno della guardia, Ed ecco che il detto chi cerca trova si conferma sempre veritiero, Izzy alla fine trova un vero e proprio indizio all’interno del corpo. Non ho capito di che si tratta ma sicuramente lo scopriremo presto. Sono orgogliosa di lei, una vera guerriera che lavora sodo per ottenere ciò che vuole senza mai rinunciare ad aiutare la sua famiglia e i suoi amici come ha fatto con Clary.

MAIA E JORDAN – LUKE E SIMON

Sembra che la fiammella tra Maia e Jordan continui ad ardere e loro ne sono consapevoli nonostante gli innumerevoli tentativi di ignorare i loro sentimenti. Spinti forse anche dalla situazione estrema in cui si sono trovati, hanno parlato del loro passato e dei bei momenti vissuti insieme e c’è scappato pure il perdono da parte di Maia. Mi sembra scontato dire che se Jordan non fosse stato ferito sarebbero finiti a letto insieme. A salvarli ci hanno pensato Simon e Luke accorti dell’assenza dei loro amici, anche se non è stato facile far funzionare il piano. Prima di recarsi sul luogo, Simon ha dovuto rallentare la polizia che ormai pedina Luke.

L’ex capo branco è rimasto sconvolto dalla carneficina dei suoi amici e si è sacrificato facendosi arrestare dalla polizia per permettere a Simon e Maia di portare Jordan al Preator. Mi ha fatto pena vederlo in quello stato, ha visibilmente accusato il colpo e credo che non la lascerà passare liscia ai responsabili del massacro.

IL RITORNO DELLA MAGIA

Come al solito Magnus è riuscito a stupirmi con la sua umanità, sì avete letto bene, ho scritto proprio umanità. Tutte le sue paure e la sensazione di essere incompleto e inutile fanno parte delle insicurezze di noi mortali. La sua disperazione l’ha portato dritto da Lorenzo, mettendo da parte il suo orgoglio e facendosi decisamente umiliare dal medesimo solo per riavere la magia, consapevole persino dei rischi di un rigetto da parte del suo corpo che come abbiamo visto sta già avvenendo.

Alec come ogni fidanzato ha capito la situazione emotiva di Magnus e la cattiveria di Lorenzo, tanto da spingerlo ad affrontare il Sommo Stregone faccia e faccia e cantargliene quattro nell’attesa che compia un piccolo errore per rimetterlo in riga. Tutti meritiamo un Alec Lightwood che ci difenda!

By the way, la profanazione della tomba per recuperare la Stella del Mattino è stata una scena esilarante. 

 

LEGAME FRATERNO

Ho tenuto per ultimo i Clace e sopratutto Jonathan perché volevo chiudere in bellezza la recensione parlando di un personaggio affascinante che amo e odio allo stesso tempo. 
Il maggiore dei Morgenstern continua la sua battaglia per la conquista del cuore della sorella e la sua mancanza lo spinge a fare dei giochetti tendenti all’erotico con una Seelie sotto le sembianze di Clary. Non soddisfatto delle performance della sua amichetta, decide di passare all’azione andando a rovinare la bella e romantica atmosfera sul ghiaccio dei Clace.

Non so dirvi l’esatto numero di insulti che ho indirizzato a Jonathan nel momento in cui ha colpito Jace, ma sappiate che sono tanti. 
Assunte le sembianze del suo rivale, ha praticamente sballottato Clary da una parte all’altra convinto che la nostra carotina non potesse notare il totale e differente atteggiamento rispetto al vero Jace. Si è smascherato quando l’ha baciata in preda all’ormone incestuoso (e siamo già a due baci se consideriamo quello dato sotto le sembianze di Sebastian). Lo scivolone è stato parecchio grosso, diciamo pure che è stato il momento in cui si è dato la zappa sui piedi, ma non gliene faccio una colpa. Come ho già ripetuto le volte precedenti, Jonathan è cresciuto in mezzo all’odio e la violenza e non è in grado di distinguere i diversi tipi di amore. Con questo non voglio assolutamente insinuare che l’incesto sia una cosa corretta, vi sto solo dicendo che in questo caso è necessario analizzare le circostanze. Ad ogni modo, è comunque riuscito a creare un legame con Clary che non ha avuto il coraggio di fermarlo per consegnarlo nelle mani del Clave sotto lo sguardo dei suoi stessi amici, compreso Jace, l’unico in grado di capire la scelta fatta dalla ragazza.

 

 

BONUS EXTRA

Alec porta voce del Fandom Malec

Jace, dai… su…lo sappiamo che hai frugato pure nei cassetti dove si trovava la biancheria intima.

Clary e le sue facce da porca. ADOROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ♥_♥

-Marta

 

Big Boss delle Redheads Diaries: la mente che ha dato vita a questo sito di intrattenimento.