Crea sito
Recensioni,  Stranger Things,  Telefilm

Stranger Things – Recensione 2×03

Buongiorno ladies and gentlemen e ben tornati nell’Upside Down! Quando la nostra Big Boss Veronica mi ha proposto di recensire Stranger Things con lei e Miriana, penso di aver letteralmente fatto i salti di gioia (sono Martina, btw). I bambini di Hawkins mi hanno rubato il cuore, sono troppo adorabili. Per un anno ho aspettato pazientemente il loro ritorno, e ne è valsa la pena: sono solo all’inizio, ma questa stagione mi sta piacendo davvero tanto. Quindi bando alle ciance, e iniziamo questo commento al terzo episodio.

Chapter Three: The Pollywog

Una cosa che amo di Netflix è che tutti gli episodi escono insieme: in questo modo posso salutare la vita sociale e la sanità mentale in una volta sola. Grazie a questo, inoltre, non ho dovuto tormentarmi una settimana per cercare di indovinare cosa Dustin avesse trovato nella spazzatura, anche perché non ci avrei mai azzeccato. La scena in cui cerca di entrare di soppiatto in camera sua, ma è prontamente fermato da sua madre mi ha quasi fatto piangere dalle risate. Ho smesso solo nel momento in cui ha rivelato cosa avesse nascosto nel suo costume da Ghostbuster: un esserino apparentemente cute ma che non promette nulla di buono.

Dustin si è già affezionato, ma qualsiasi cosa che provenga dal Sottosopra non può essere innocua. Quei libri rubati alla povera bibliotecaria non serviranno: D’Artagnan non è un girino, ma piuttosto una specie di residuo del Demogorgone, o qualcosa del genere. Ci mancava solo questa, come se non avessero già lo Shadow Monster da affrontare. Vedere Will ancora così in difficoltà mi fa stringere il cuore: lui vuole solo che tutto torni alla normalità, eppure deve affrontare bulli e mostri tutto da solo. I suo amici e sua madre, infatti, vogliono solo proteggerlo, ma non si accorgono che così facendo lo fanno sentire ancora più fragile e vulnerabile. In realtà è un bambino davvero, davvero coraggioso.

BOB NEWBY

Collegandomi a Will, voglio spendere due parole anche per Bob. A parte il fatto che per me il nuovo fidanzato di Joyce sarà sempre Samvise Gangee, devo dire che il suo personaggio mi sta più o meno piacendo. Apprezzo i suoi sforzi: si vede che ci tiene alla famiglia Byers, e il consiglio che ha dato a Will, in un universo senza mostri reali, sarebbe anche utile. Il problema è che dire a quelle paure di “andare via” non può risolvere assolutamente niente, anzi. E a proposito: COSA DIAVOLO È SUCCESSO A WILL? Sembra che lo Shadow Monster si sia impossessato di lui, e sono seriamente preoccupata. Tra questo e Dart ci saranno fin troppi collegamenti tra Hawkins e il Sottosopra, il che è no bueno. Ma proprio per niente. GRAZIE TANTE, SAM!

Easy Peasy ..

Easy peasy, come no.

Oh, e per quanto Bob sia buono, shippo ancora Joyce con Hopper, sorry not sorry.

ELEVEN + HOPPER

La scoperta che lo sceriffo ha nascosto El per un anno senza dire niente a nessuno mi aveva lasciato parecchio confusa. Ora, pian piano, stiamo scoprendo come i due si siano trovati, e devo dire che li trovo adorabili insieme. Hopper sta trattando la bambina come se fosse la figlia che ha perso, e sta cercando di farle da genitore, qualcosa che lei non ha mai avuto. Tuttavia il loro rapporto non è solo rose e fiori, ed è comprensibile considerando le circostanze. Lo sceriffo sta facendo del suo meglio, cercando persino di corrompere El con le cialde, e funziona anche!

(io quando qualcuno nomina il cibo)

La situazione in cui si trovano, però, non è affatto facile: gli “uomini cattivi” la stanno ancora cercando, quindi Eleven è costretta a stare a casa tutto il giorno da sola. Le mancano i suoi amici, ma non le è concesso incontrarli. Uscire sarebbe troppo pericoloso, quindi per vedere Mike usa i suoi poteri, ma così lui non può sentirla, e lei non lo può toccare, e questo la rende ancora più triste. Tutto ciò sarebbe frustrante per chiunque, pensate a quanto difficile debba essere per lei, che ha passato tutta la sua vita rinchiusa. Non posso biasimarla per essere scappata di casa.

ELEVEN + MIKE

Mentre Hopper ha scoperto il motivo alla base del “problema zucche” ed è andato a parlare con gli scienziati (con cui ha un accordo???), El è uscita di casa per andare a cercare Mike. Per un momento ho seriamente sperato che i due si sarebbero ritrovati, ma sarebbe stato troppo semplice. La cosa che mi fa arrabbiare, però, è che ERANO. COSÌ. VICINI. Non si sono incontrati per un pelo ed è davvero FRUSTRANTE. Inoltre, come se non bastasse, El ha assistito alla PRIMA VOLTA in cui Mike è stato amichevole con Max. Io non.. UGH.

La reazione che ha avuto mi ha fatto sia ridere che piangere: anche lei è gelosa, e ha fatto cadere quella che crede una sua rivale con le chiappe a terra. YOU GO, GIRL! Poi, però, abbiamo visto quanto ciò che ha visto l’abbia ferita e niente, mi si è stretto il cuore. Mike, ignaro di tutto, ha chiesto alla ragazza caduta se stesse bene, ma non appena l’idea che potesse essere stata Eleven gli ha sfiorato la mente, si è precipitato fuori dalla palestra, della serie: MAX WHO?

 
 
 
 
Ma vi immaginate se le due bambine diventeranno amiche? Sono decisamente partite con il piede sbagliato, ma da ora il rapporto può solo migliorare. Però devo ancora capire chi sia Max, e come e se sia collegata agli esperimenti. Una cosa però è certa: PRENDEREI IL SUO NON-FRATELLO A SPRANGATE SUI DENTI. Ve lo giuro, non lo posso vedere. Meno scene con lui, meglio è.

Tornando ai Mikeven (?), lancio ancora una volta un appello: riuniteli al più presto, vi prego. LI SHIPPO TROPPO! Il modo in cui si sono guardati nella 2×01, e come El lo ha osservato da dietro il vetro della porta… ADDIO MONDO.

 
 

STEVE + NANCY + JONATHAN

E parlando di ship, non posso di certo non spendere due parole su Nancy e Jonathan. Nella prima stagione pensavo che, dopo tutto quello che avevano passato insieme, sarebbero diventati una coppia, invece lei è rimasta con Steve, che è praticamente il suo gemello perduto. Il ragazzo è migliorato, non è più “King Steve”, e un po’ mi è dispiaciuto per lui quando la Wheeler gli ha praticamente detto che non lo ama, ma… IO VOGLIO I JONANCY (?). Sono pronta ad aspettare per sempre, se necessario. Ammesso che i due non vengano rinchiusi per sempre, dato che hanno deciso di giocare con il fuoco. Quella chiamata alla mamma di Barb era sicuramente parte del loro piano, sapevano che erano ascoltati, tuttavia non penso sappiano quanto pericoloso sia. Sono stupidi e coraggiosi, perfetti l’uno per l’altra. Tutto quadra, visto?

Ecco, penso che per questo episodio di Stranger Things sia tutto. Veronica e Miriana vi terranno compagnia nelle prossime due recensioni, e noi ci rivedremo alla 2×06! Corro a finire questa stagione, voi lasciate un commento qui, se vi va. A presto!

Martina

 

Vediamo cosa posso dirvi su di me. Studentessa di lingue? Probabilmente non vi interessa. 22 anni? Solo anagraficamente, dentro sento di averne come minimo 80. Telefilm addicted? Duh. Personaggi preferiti? Tutti al cimitero. Le mie ship? Never canon. Insomma, mai? 'Na gioia.