Supergirl – Recensione 4×08

Finalmente un episodio bello, ricco di scoop, adrenalina e un pizzico di divertimento grazie a Brainy che continua a conquistarmi episodio dopo episodio anche se ribadisco il concetto “Will non potrà mai essere sostituito da nessuno”.

 

Sono gasatissima, finalmente Ben le ha prese di santa ragione e nonostante Manchester abbia sbagliato ho provato soddisfazione nel vederlo trattare male colui che gli ha tolto Fiona. La moglie di Ben si è trovata in una situazione scomoda e pure a fare la cameriera servendo thè come se non ci fosse un domani. Purtroppo proprio nel momento in cui ho pensato “povera donna” mi sono dovuta ricredere dopo averla vista nel mezzo della rivolta pro Agente della Libertà. Scopre che il marito uccide delle persone innocenti (sì, lo sono anche se si tratta di alieni), rischia di morire proprio a causa sua e poi lo difende pure? Ciccia, sei tutta scema!

Ma voglio sottolineare quanto mi sia piaciuta la connessione tra J’onn e Manchester e il tentativo da parte del marziano di riportarlo sulla retta via. Non ci è riuscito ma come lui e Kara sono convinta che ci sia ancora speranza. Continua sotto i miei occhi a risultare un personaggio davvero interessante, d’altronde chi ha un passato burrascoso e cade nel lato oscuro, indirettamente ha sempre un certo fascino e una bella storyline.

Vi ricordate cosa scrissi durante le prime recensioni di questa stagione su Nia?

L’ho sempre trovata interessante, anche se qualche volta utilizzata come tappa buchi, ma di certo non avrei mai pensato che si trattasse di una piccola e bella aliena proveniente dal Pianeta Naltor con il dono dell’oniromanzia. Tradotto, Nia non soffre affatto di narcolessia, ha semplicemente paura di dormire perché sogna avvenimenti futuri. Questa cosa è stata la chiave per evitare la morte della moglie di Ben e sono curiosa di sapere le informazioni di cui è a conoscenza Brainy su di lei direttamente dal 30 secolo, visto che si è fatto sfuggire il suo probabile vero nome: Nura.

 

Sto morendo dalla curiosità, bramo per saperne molto di più su lei…

Kara/Supergirl stavolta è stata messa un po’ messa da parte, anche se per una volta ci sta. Ciò che mi fa storcere il naso è il comportamento che le stanno riservando alla DEO, parlo in modo particolare del Presidente, uno stronzo allucinante che va a braccetto con il Colonello. Capisco Supergirl e la sua scelta di non rivelare la propria identità, avrei agito alla stessa maniera per le stesse motivazioni. Licenziarla in tronco è da incoscienti e stupidi, senza considerare il fatto che di certo la nostra bionda con il mantello non si farà da parte.

Ed infine ci viene mostrato uno stralcio dell’inizio del nono episodio che darà inizio al crossover. Siete pronti?

 

 

-Marta

 

Precedente Ron Weasley e Rupert Grint: sempre più simili Successivo George R.R. Martin rivela un'altra idea su spinoff di "Game of Thrones"