Crea sito
Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3
Recensioni,  Supernatural,  Telefilm

Supernatural – Recensione 15×05, Proverbs 17:3

Bentornati ad una nuova recensione di Supernatural, stavolta parleremo del quinto episodio della quindicesima stagione, Proverbs 17:3, in cui qualcuno ha scherzato col fuoco, qualcun altro è tornato per creare scompiglio ed il burattinaio che sta tirando le fila di questa storia è stato scoperto.

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3
Io alla fine dell’episodio che cercavo di svegliarmi, scoprendo poi che non mi ero immaginata tutto.

Ma ora, ricominciamo dall’inizio!

Il ritorno di Lilith

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Sarà che questo Proverbs 17:3 l’ha diretto Richard Speight Jr. (Gabriele), ma la prima scena l’ho trovata più esilarante del solito.

Comunque, parliamo del fatto che finalmente Supernatural sta tornando un po’ sui propri binari, dopo aver perso un po’ di carburante durante queste ultime stagioni. Il ritorno di una certa vecchia conoscenza mi ha davvero stupita, soprattutto perché stavo cominciando a pensare che questo fosse davvero un episodio filler (riempitivo) e invece mi hanno ingannata per bene. Tra i riferimenti ai vecchi casi, il ritorno di alcuni personaggi vecchi ed i parallelismi con le stagioni passate (qui sopra potete vederne uno fra la 1×03 e la 15×05), questa stagione mi sta veramente piacendo. Quello che sto apprezzando di più, in realtà, è che stanno cercando di non essere scontati (anche se avevo un po’ capito il collegamento fra i sogni di Sam ed i pensieri di Chuck, ma resta comunque una buona idea, a mio avviso).

In ogni caso, parliamo un attimo del caso e del ritorno di Lilith!

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Dunque, avevo anche io il sentore che qualcosa stesse per andare per il verso sbagliato quando Sam ha detto che il caso era stato troppo facile, ma non mi aspettavo che Ashley fosse in realtà Lilith, tanto che ci sono rimasta male quando è morta in quel modo. Fin dall’inizio avevo creduto che fosse una semplice ragazza rimasta in vita per miracolo e mi stava anche piacendo il legame che si stava creando con Dean, invece non era che una farsa creata da Chuck in persona. A proposito di Chuck, ripeterò fino alla sfinimento che non lo sopporto più. Era un personaggio che ho amato nelle stagioni precedenti, perché era affascinante e non credevo fosse così malvagio, ma questa serie ha deciso di ribaltare il ruolo di Dio come lo conosciamo noi e quindi ho finito per odiarlo, passando da un estremo all’altro. Supernatural non smetterà mai di stupirmi.

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Comunque, prima di parlare di Lilith, volevo spendere qualche riga per dedicarmi alla conversazione che ha avuto luogo fra Dean ed Ashley. Credo di averlo già detto, ma mi ripeto: il ruolo di Dean, l’essere un cacciatore, è stato deciso un po’ dalla vita (da suo padre, alla fine) ed un po’ da lui. Gli altri tendono sempre a cucirci addosso le loro impressioni su di noi ed a volte anche ciò di cui avrebbero bisogno, come se potessimo essere una versione migliore – o peggiore, a volte – di loro, ma siamo pur sempre noi a lasciarglielo fare. Quindi, in sostanza, ci piace. Personalmente, Dean l’ho sempre visto come un cacciatore e non altro, mentre Sam avrebbe potuto laurearsi e diventare un avvocato molto capace. L’essenza delle persone sfocia sempre fuori e si riesce a vedere, però c’è anche un tratto di volontà che le aiuta a diventare quello che vogliono o quell che gli altri vedono in loro. Detto questo, per certi versi sono felice che Dean abbia affermato d’essere dove è giusto che sia – anche se non avevo dei dubbi al riguardo -, perché significa che il suo non è stato solo un sacrificio per salvare il mondo, ma è anche un lavoro che gli piace fare.

Supernatural - Recensione 15x05, Proverbs 17:3

Tornando all’inganno di Lilith: Chuck non è altro che un burattinaio. Ecco cos’abbiamo scoperto. Chuck sta riscrivendo tutta la storia per fare in modo che ogni dettaglio segua il suo piano. Lilith ha seguito un copione, ha distrutto l’ennesima arma che sarebbe potuta servire ai Winchester ed è fuggita. Non sentite l’odore dei casini che seguiranno?

Tralasciando Lilith, il vero problema è un altro: Dio vuole che i due fratelli si uccidano a vicenda. E questo non è affatto buono.

Morirà per mano tua

In primo luogo, vorrei dire che è stato un vero colpo basso far rivedere Dean con il Marchio di Caino e la camicia bordeaux. In secondo luogo, dirò solo che questo mi porta a ricordare le parole di Caino, quando ha detto a Dean che la sua storia finirà allo stesso modo, ossia con lui che uccide il fratello. Ecco, questo potrebbe benissimo evitare di accadere, ma conoscendo Supernatural, prevedo che la serie non si concluderò certo con torte ed arcobaleni.

Comunque, ora abbiamo la conferma del fatto che Sam e Chuck sono legati – come Voldemort e Harry Potter -, quindi Sam riesce a vedere nei suoi sogni tutti i finali possibili che Chuck, nella sua testa, sta vagliando per i due fratelli. E devo dire che sono uno più orribile dell’altro (anche se quello in cui Dean ha il Marchio di Caino è il migliore fino ad ora, secondo me). Io spero solamente che qualcuno li aiuti in questo frangente – Castiel, mi riferisco a te -, perché altrimenti mi chiedo come potranno affrontare e sconfiggere Dio da soli.

E sì, è stato crudele vedere un’anticipazione di ciò che Chuck vorrebbe succedesse ai due Winchester (mi riferisco, ovviamente, alla morte dei due fratelli licantropi).

Come combattiamo Dio?

La domanda peggiore è quella che si pone Dean alla fine di questo Proverbs 17:3, ossia Come combattiamo Dio? Ecco, a quest’interrogativo potrebbe rispondere solo Castiel, che Sam sta cercando invano. Io spero vivamente che venga riportato in vita qualcuno che in passato era dalla parte dei nostri, altrimenti, senza alleati, finiranno solo nelle grinfie di Dio, che sta di nuovo creando un labirinto in cui sono tutti intrappolati come topi.

Invochiamo Castiel tutti insieme con le nostre preghiere, stasera.

Bonus

Vedendo uno dei due fratelli licantropi che dice all’altro Dovevo badare a te in Proverbs 17:3, ho pensato subito alla scena in cui Dean ha detto lo stesso a Sam nella 2×22:

Un’ultima cosa che mi chiedo è come abbia fatto Dio a far resuscitare Lilith dal Vuoto, senza passare dal Via. Che il Vuoto sia dalla sua parte? Mi sembrerebbe strano, ma penso comunque che, se il Vuoto non è dalla parte di Chuck, allora significa che sta facendo il doppio gioco. Voi cosa ne pensate?

Vi lascio con il promo del sesto episodio di questa stagione, intitolato Golden Time:

Qualora vi foste persi le recensioni degli episodi precedenti, potete trovarle qui. In attesa della prossima volta, fateci sapere la vostra riguardo a Proverbs 17:3 lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook.

Alla prossima!

Erica

Scrittrice, serializzata e lettrice accanita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.