Crea sito
Supernatural - Recensione 15x09, The Trap
Recensioni,  Supernatural,  Telefilm

Supernatural – Recensione 15×09, The Trap

Bentornati ad una nuova recensione di Supernatural, stavolta parleremo del nono episodio della quindicesima stagione, The Trap, in cui abbiamo fatto un passo avanti nel futuro e ci siamo caduti dentro.

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Vogliamo ricominciare dall’inizio, adesso?

Perdete ogni speranza

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Lo ripeto: questa stagione continua a stupirmi e sono felice che Supernatural abbia recuperato un po’ del suo brio, che, a mio parere, aveva perso dalla decima stagione a questa parte (alternando momenti negativi ad altri più positivi, è chiaro).

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

In The Trap abbiamo visto due filoni paralleli che sono riusciti ad incontrarsi alla fine, ossia quello in cui Dean e Cas cercavano il bocciolo nel Purgatorio e risolvevano i loro problemi e quello in cui Chuck cercava spasmodicamente di far perdere la speranza a Sam. Sam ha potuto vedere il futuro che avrebbe aspettato sia lui che il fratello nel caso in cui avessero abbattuto Dio proprio adesso e non era dei più rosei. Vedere Sam e Dean uccisi dalle persone a cui volevano bene è stato tremendo, ma ancora più terribile è stato il fatto che si siano trasformati loro stessi in mostri. Questo di sicuro è il finale peggiore che Chuck abbia mai scritto per loro.

Inoltre, abbiamo scoperto che Sam non ha mai visto le bozze dei finali possibili, bensì i ricordi di Chuck, in cui i Sam e Dean degli altri mondi si uccidevano a vicenda. Questo è stato qualcosa non mi ero aspettata ed è stato un bel plot twist.

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

In sintesi: dato che Chuck non può essere né ucciso né intrappolato perché altrimenti i mostri vincerebbero, cosa potrebbero fare adesso i Winchester? Personalmente ho sempre pensato che Amara sarebbe potuta diventare il nuovo Dio per non scombussolare le leggi dell’universo, ma il finale a sorpresa mi ha fatto pensare: e se fosse Jack il nuovo Dio? Che scopo avrà lui, ora, all’interno di questa vicenda? L’ultima volta l’abbiamo visto, esattamente come in The Trap, nel Vuoto con Billie e questo mi fa pensare che lei abbia qualche piano in serbo per lui ed i Winchester.

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Aggiungo solamente che è stato bello vedere Sam ed Eileen baciarsi perché mi piacciono come coppia, ma ovviamente ci voleva il mai una gioia finale e quindi abbiamo dovuto vedere la ragazza andarsene. Be’, la cosa positiva è che perlomeno non è morta di nuovo, quindi può tornare (non che questo abbia mai fermato qualcuno in questa serie, in ogni caso…).

Ti perdono, ovviamente

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Mentre Sam viene a conoscenza del nefasto futuro che attende sia lui che suo fratello, Dean e Castiel stanno cercando il bocciolo di cui hanno bisogno nel Purgatorio. Prima veniamo a sapere che Benny è morto – e già qua ero triste – e poi i nostri vengono separati, perché Eva vuole Castiel morto – qui invece mi sono semplicemente arresa al fatto che non posso più aspettarmi qualcosa di buono da Supernatural, quindi tanto vale prendersi le gioie così come arrivano ed accontentarsi.

Arriviamo adesso a parlare del momento più emozionante di The Trap: la preghiera di Dean. Già quando arrivano in questo luogo, Dean e Castiel parlano di ciò che è successo, della morte di Mary e di Jack, del loro senso di colpa, ma anche del fatto che Castiel si sia scusato con Dean per tutto ciò che è successo, ma il secondo non ha mai voluto ascoltarlo e l’ha lasciato andare, quando Cas ha deciso di partire. Quando manca però mezz’ora prima che il portale si chiuda definitivamente, dopo la scomparsa di Castiel, Dean si rende veramente conto del fatto che abbai sbagliato a comportarsi così male con lui e, prima che sia troppo tardi, si scusa. Non mi perderò nel parlare di quanto abbia amato la performance di Jensen e del fatto che le sue lacrime siano state così realistiche da farmi commuovere, ma dico solamente che mi ha emozionata molto. Dean non si smentisce mai ed anche se è cresciuto molto dalle passate stagioni, ci sono alcuni tratti del suo carattere che non sono mai cambiati, come il fatto che si arrabbi molto per certe vicende e preferisca non ammettere d’avere torto – o non affrontare anche dei lutti a volte -, cosicché faccia soffrire le persone che gli stanno intorno scagliandosi contro di loro per non avere a che fare con le emozioni negative che l’accaduto in questione può comportare.

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Ad ogni modo, Cas aveva comunque la sua parte di colpe ed è arrivato per Dean il momento di perdonarlo.

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

Supernatural - Recensione 15x09, The Trap

E Cas, ovunque egli fosse, l’ha sentito.


Se avete visto Sherlock, potete capirmi.

Bonus

L’abbraccio che si sono scambiati i Destiel in quest’episodio mi ha ricordato in particolare quello dell’ottava stagione sempre nel Purgatorio, ma vi lascio una bella carrellata di essi qui di seguito per scaldarvi il cuore.

8×02
9×21
11×23
12×01
12×09
13×06
15×09

Inoltre, la scena in cui Dean piange mentre prega Cas mi ha ricordato quella della 4×10 in cui parlava con Sam tristemente:

Vi lascio con il promo del decimo episodio di questa stagione, intitolato The Heroes’ Journey:

Qualora vi foste persi le recensioni degli episodi precedenti, potete trovarle qui. In attesa della prossima volta, fateci sapere la vostra riguardo a The Trap lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook.

Alla prossima!

Erica

 

Scrittrice, serializzata e lettrice accanita.