Crea sito
Supernatural - Recensione 15x15, Gimme Shelter
Recensioni,  Supernatural,  Telefilm

Supernatural – Recensione 15×15, Gimme Shelter

Bentornati ad una nuova recensione di Supernatural, stavolta parleremo della 15×15, ossia il quindicesimo episodio della quindicesima stagione, Gimme Shelter, in cui abbiamo avuto un primo assaggio del piano dei Winchester nei confronti di Chuck.

I tre padri

Voglio essere sincera, quindi comincio col dire che questo episodio non mi ha convinta completamente. Insomma, continuo ad amare Supernatural, ma bisogna parlare sia dei pregi sia dei difetti di questa serie, perciò spiegherò il motivo di ciò e poi commenterò per bene l’episodio dall’inizio.

Mancano, purtroppo, pochi episodi alla fine e ancora non è successo nulla che ci lasci presagire cosa accadrà. L’unica cosa che abbiamo saputo è stato che Jack vuole suicidarsi per uccidere Dio ed Amara. Ovviamente, i Winchester non sanno di ciò e non sanno nemmeno del patto che ha fatto Cas con il Vuoto. A questo punto mi sono chiesta: ma dopo più di dieci anni insieme, avete ancora l’ardire di tenervi questi segreti per voi stessi?

Inoltre, Castiel è stato relegato a figura paterna e nient’altro. Non fraintendetemi, il rapporto che Jack e Castiel hanno è bellissimo, ma è anche vero che Cas è un personaggio a tutto tondo, che è cresciuto tanto nel corso delle stagioni e mi è sembrato uno spreco di potenziale lasciarlo così tanto ai margini proprio quando stiamo andando verso la fine della serie.

Ad ogni modo, parliamo meglio di Gimme Shelter ora (il titolo non vi ricorda di quando Jensen ha cantato Brother ad una convention?).

Sam e Dean da una parte, Jack e Cas (con delle cravatte teneramente simili) dall’altra. I primi vanno a cercare Amara per convincerla ad aiutarli nella loro guerra contro Dio, i secondi si recano a risolvere un omicidio.

Jack e Castiel sono una coppia comica, perché si somigliano molto, ma Cas, avendo imparato dai Winchester, ora sa meglio come gira il mondo, riuscendo quindi a fare da contraltare ad un giovane Jack che ancora non ha ben imparato i rapporti che intercorrono fra gli umani. La loro sbadataggine mi ha fatta davvero divertire, così come i loro nomi da agenti dell’FBI (Swift e Lovato? Davvero?), ma sono stati anche molto dolci nel loro mostrarsi genuinamente come un padre ed un figlio che tengono l’uno all’altro. Credo che questo sia uno dei tanti momenti in cui Supernatural mostra che la famiglia viene scelta da noi, anche senza che ci siano dei legami di sangue fra i suoi componenti (Family don’t end in blood).

Comunque, il caso non mi ha colpita particolarmente, anche se non mia spettavo che il colpevole si rivelasse per essere la figlia del Pastore Joe. A proposito, nel caso in cui non l’abbiate riconosciuto, l’attore era lo stesso che ha interpretato il Dr. Sexy nella 5×08!

La bugia di Dean

Nel frattempo, tornando alla vera e propria recensione di questa 15×15 di Supernatural, Dean cerca di convincere Amara a tradire Chuck. Ovviamente sarebbe stato troppo facile se lei avesse subito appoggiato il loro piano, ecco perché Dean ha quindi calcato la mano mentendole spudoratamente, dicendole che non l’avrebbe mai ferita e che a Chuck non importa niente di lei. La sua riposta è stata quindi un “devo pensarci”. Questo è stato sicuramente il momento in cui sono stata ben felice di non averla quasi più vista dall’undicesima stagione a questa parte.

Inoltre, Amara ha spiegato a Dean che aveva riportato indietro Mary per fargli accettare la sua vita, sperando che capisse quanto la realtà fosse meglio della fantasia, cosa che di per sé non è neanche sbagliata, ma non ho appoggiato molto ciò che ha raccontato dopo. Amara ha continuato dicendo che avrebbe voluto far spegnere la rabbia di Dean con il ritorno della madre, ma il suo piano è chiaramente fallito. Credo che questa sia una delle tante cose che Amara non ha mai capito di Dean, come probabilmente lui non ha mai realizzato la vera natura del suo rapporto con Chuck. Il fuoco che Dean si porta dentro si è plasmato, non è più la rabbia verso un padre che ha abbandonato i propri figli, ma voglia di reagire, che può essere distruttiva ma anche positiva, se incanalata al meglio. È qualcosa che bisognerebbe imparare a controllare, non a spegnere.

In conclusione, senza voler fare delle predizioni ma cercando di immaginare cosa potrebbe succedere, temo che qualcosa potrebbe andare storto nel piano di Jack e che Amara potrebbe non aiutare i Winchester nel loro obiettivo o prendere le parti del fratello dopo aver capito d’essere stata ingannata da Dean. Spero solo che nel prossimo episodio Castiel confessi finalmente a Dean del patto che ha fatto con il Vuoto: quello sarebbe già un gran punto di partenza.

Bonus

Volevo mostrarvi qui sotto alcuni dei parallelismi fra quest’episodio e quelli vecchi. Ad esempio, il distintivo capovolto dell’FBI:

5×03
15×15

Non dimentichiamoci della foto di Castiel con il cappello da cowboy, che potrebbe avergli scattato Dean ai tempi della 13×06, Tombstone:

Supernatural - Recensione 15x15, Gimme Shelter
15×15
13×06

Per non parlare del fatto che ormai, dai tempi in cui Kelly aveva scelto Cas come guardiano di Jack, si parla di Castiel come il padre effettivo di Jack (assieme ai Winchester). Qui è proprio lui a dirlo, ma nella tredicesima stagione lo faceva Jack stesso.

12×19
13×01

Vi lascio con il promo del sedicesimo episodio di questa stagione, intitolato Drag Me Away (From You):

Qualora vi foste persi le recensioni degli episodi precedenti, potete trovarle qui. In attesa della prossima volta, fateci sapere la vostra riguardo a questa recensione della 15×15 di Supernatural, intitolata Gimme Shelter lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook.

Alla prossima!

Erica

Articoli correlati:

Scrittrice, serializzata e lettrice accanita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.