Crea sito
Recensioni,  Teen Wolf,  Telefilm

Teen Wolf – Teen Wolf 6×14/6×15

Ciao a tutti, eccomi finalmente tornata a parlare di Teen Wolf dopo due lunghe settimane. Ho lasciato nelle mani di Federica la recensione dell’episodio 6×13 e devo dire che è stata molto brava, troppo brava, mi dovrò ricordare di non farle recensire mai più nulla di mio perché ho paura che me lo rubi!
Scherzi a parte, FINALMENTE dopo 3 episodi in cui ho visto il vuoto pneumatico siamo tornati alla normalità, “Face-to-Faceless” e “Pressure Test” sono stati uno più bello dell’altro!
Avendo ben due episodi da recensire, direi che è il caso di tagliare corto e iniziare a parlare di cose serie!

6×14: “Face-to-Faceless”

Dopo aver visto 3 episodi in cui TUTTO era un continuo chiederci “MA CHE HO VISTO?”, in “Face-to-Faceless” iniziamo a ingranare la giusta marcia e a capire di più su tutta questa storia.
ABBIAMO 2 PROBLEMI FONDAMENTALI:

  1. Un qualcosa, che credevamo morto ma in realtà è vivo, soltanto con la sua presenza riesce ad incrementare la paura.
  2. I cacciatori sono tornati a fracassarci i cogl… in questo blog non diciamo parolacce!

Partiamo dal punto numero 1 che è quello più inquietante: esiste questo ammasso di pelle e sangue, veramente disgustoso, in grado di terrorizzare chiunque soltanto con la sua presenza.
Tale “cosa” è fuggita dall’obitorio grazie ad Aaron, che non si sa che fine abbia fatto dopo essere svenuto, ed ora gira per le strade di Beacon Hills.
Ora la questione fondamentale è: Aaron è vivo o no?
Perché lo abbiamo visto precedentemente essere, in un certo senso, divorato dai ragni, per poi vomitarli in questo episodio sulla cosa per farle prendere vita… quindi chissà?

Per quanto riguarda il punto 2, ho apprezzato molto la storia di Tamara Monroe, ha un senso e una logica peccato che sia veramente idiota.
Mentre c’era un energumeno di grandezza sproporzionata, la nuova cacciatrice voleva che Scott si soffermasse a vedere se tra tutti i cadaveri di quell’autobus ce ne fosse qualcuno vivo, sopratutto dopo che lei stessa si è finta morta. Ma, paradossalmente, non è questa la parte preoccupante, bensì la sua logica mi spaventa maggiormente: siccome un essere paranormale mi ha ferito, UCCIDIAMO TUTTI GLI ESSERI SOPRANNATURALI!
E’ come dire ”se un cane ti morte la gamba, via al genocidio di cani!”, oltre ad essere folle è, per certi versi, anche razzista. In breve, la psicologa della scuola ha bisogno di uno psicologo perché evidentemente NON STA BENE!

Altri tre punti fondamentali per questo episodio:

  1. QUELLA MERAVIGLIA DI HOLLAND 
  2. Liam vs. la scuola
  3. SCOTT MA QUANTO RIESCI AD ESSERE SCEMO?!

Iniziamo da una mia parentesi personale: HOLLAND RODEN.
È avanti ragazzi miei, non prendiamoci in giro. E’ davvero straordinaria, in questo episodio non ha avuto un gran da fare ma quella scenetta scema che ha fatto nello studio della madre l’ha resa spettacolare.
Doveva essere una scena importante ma normale, invece lei l’ha interpretata molto intensamente ed è riuscita a catturarmi al 200%.

Liam oggi mi ha sorpreso, me la prendo spesso con il suo personaggio ma ogni tanto è giusto riconoscergli un ottimo lavoro e un’ottima trama.
Tutto è stato molto intenso, soprattutto la lotta contro se stesso per non perdere il controllo è stata sofferta ed emozionante, MA penso che ci sia una persona che ha dominato tutta la scena :

BOBBY FINSTOCK.


Chi non l’ha amato esca da questa pagina, SUBITO!

Andatevene tutti, non riesco neanche a guardarvi.

45 MINUTI DI APPLAUSI PER QUEST’UOMO!

SCOTT MCCALL

Quando i personaggi delle serie TV dicono:

VADO DA SOLO. 

Mi sale un livello di furia difficile da controllare perché, veramente, per essere tanto scemi ci vuole un estro incredibile.
Stessimo parlando di un nuovo nemico potrei anche capire MA GERARD!
Ma come ti passa per il cervello che non è una trappola?
Per il resto Scott è emozionante, un vero Alpha, ma prendere quella decisione, dai.. o sei scemo o un pazzo suicida, non ci sono altre opzioni.
Fortuna vuole che Lydia e Malia non siano sclerotiche come Scott e la situazione non cade nella catastrofe grazie a loro.

Con la scemenza di Scott concludiamo il primo dei due episodi usciti questa settimana e ci accingiamo a parlare di “Pressure Test”.

6×15: “Pressure Test”

Anche questo un bellissimo episodio però, personalmente, ho preferito il precedente ma ho apprezzato molto il fatto che avevamo un’unica storyline che comprendeva quasi tutti i personaggi.

Tutta la storia, o almeno il 95%, vede i nostri ragazzi alla centrale di polizia con lo sceriffo Stilinski perché due lupi mannari sono stati accusati di omicidio.
Il branco vuole difenderli da ciò che accade ultimamente in città e chiedere allo sceriffo di liberarli ma ovviamente, da uomo saggio quale è, questo rifiuta.
Neanche a farlo a posta “prezzemolina”, ovvero Monroe, viene a romperci le balle di fieno anche in questo episodio perché vuole abbattere i due ragazzi che hanno commesso il crimine, ma papà Stilinski evita la catastrofe guadagnando un po’ di tempo.
Ora.. io non posso esprimere violentemente il mio pensiero perché siamo un blog abbastanza serio, ma come faccio a non dire a chiare lettere che:

TAMARA MONROE DEVE MORIRE! 

Basta, non se ne puo’ più, per giustificare la sua follia si è messa a spiegarci la geografia, MA PER FAVORE!
Ma questa la laurea come l’ha presa?!
CON I PUNTI DEL LATTE?!

Torniamo seri, la scadenza è alle 00.00 e la nuova cacciatrice vuole “vivi o morti” i due ragazzi davanti a lei, oppure saranno grossi guai per tutti.
In quelle ore di transito ne sono davvero successe di tutti i colori: dalla misteriosa cosa disgustosa che si è manifestata all’interno del dipartimento e ha istigato al suicidio due agenti di polizia, a Nolan che ha cercato di uccidere i due lupi mannari con lo strozzalupo.
Tutto sembra andare a rotoli, anche il piano di Scott di far credere alla nuova cacciatrice che i due lupi mannari che hanno commesso l’omicidio siano i due agenti portati a suicidarsi, ma proprio mentre stavamo per gustarci una battaglia all’ultimo sangue, dal nulla, appare il padre di Scott a fare da paciere.

Come ogni armistizio che si rispetti, gli accordi sono duri da digerire ed infatti, per risparmiare una guerra, tutte le creature soprannaturali fanno le valigie e lasciano Beacon Hills.
Così credevamo (O FORSE PROPRIO NO), no? In realtà anche questo era un piano per far credere a tutti che il pericolo del soprannaturale fosse scampato ma i nostri ragazzi hanno ancora voglia di combattere per difendere tutte le persone che al momento li stanno esiliando.
Dite la verità?
Avete pensato che si arrendessero?

DR. DEATON-MASON-CORY

Torna il dottor Deaton e, alla sua vista, io SAPEVO che le cose si sarebbe finalmente illuminate, sapevo che lui ci avrebbe indicato la via per capire finalmente con cosa cavolo abbiamo a che fare ed infatti, neanche a farlo apposta, grazie a lui sappiamo che cos’è l’ammasso disgustoso di pelle e sangue!
Abbiamo a che fare con un antico mutaforma, una creatura di disarmonia che riesce a condizionare i sentimenti delle persone grazie alla paura.
COME SI CHIAMA?
Anche se disgustoso ammasso di pelle e sangue rende molto, il vero nome è ANUK – ITE oppure DOPPIA FACCIA o DUE FACCE, una bellissima e l’altra orrenda che quando si riuniscono sono invincibili.
Vi pare che per una volta abbiamo la fortuna di avere a che fare con qualcosa che ha un punto debole?
QUANDO MAI?!
Sarebbe una gioia e quando Teen Wolf ti lascia per due settimane tu, povero insignificante fan della serie, le devi soffrire tutte, giorno dopo giorno.
Nella speranza che questi giorni passino in fretta, vi do appuntamento per l’episodio 6×16!

-Sara

 

 

Commenti disabilitati su Teen Wolf – Teen Wolf 6×14/6×15

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!