Crea sito
Recensioni,  Telefilm,  The 100

The 100 – Recensione 4×09

A meno sei giorni dalla morte della razza umana sulla terra, torna The 100 con l’episodio “DNR” le cui
reazioni ad esso ci fanno sembrare bipolari agli occhi di chi ci guarda.
Tipo:

Ti amo Octavia, ma che fai? No …ho detto di no, dove vai Monty?
Oh ma che belli che siete!

Mia mamma ormai ha capito che sono un caso clinico perso, non so se pensa che parlo con delle entità
misteriose o se sento le voci, ma poco importa, vai a spiegarle che in realtà tu stai parlando con Becca per
implorarla di uscire dalla testolina di Reven, perché se muore lei, credetemi Primefaya è l’ultimo dei problemi
che mai si troveranno a dover risolvere i produttori di The 100.
Dopo questa velata minaccia iniziamo a parlare di questo episodio bellissimo ma non troppo.

Concentriamoci sui personaggi che hanno dominato l’episodio, quindi:

  • Wanheda che poteva diventare Heda, (Anche se di Heda ce ne sarà sempre e solo una).
    [Roan ti prendesse un colpo a te e alla tua tirapiedi, che mi piace un sacco come personaggio ma fatti un pacchetto di ca..voli tuoi una volta ogni tanto.]
  •  Octavia Blake la cui “natura” è sventrare persone quando il “fidanzato”, anche se a Roma il termine non è proprio quello ma *** Amico, va a prendere non so cosa.
    Ma penso un vasetto di terra?
    Possibile?
  • Raven che è ad un passo dalla morte ma più vicino ad essa, ve lo posso assicurare, è chi ha preso
    la decisione di farla eventualmente morire.
  • Se vogliamo calcolarlo come punto ma ormai per me è TEMPO PERSO, la paranoia di Jasper di voler morire e l’arteriosclerosi che ha improvvisamente afflitto Harper.

Tolto il dente tolto il dolore, affrontiamo l’argomento Jasper e poi ci concentriamo solo sulle cose belle:

JASPER/HARPER/MONTY

Il primo vuole morire, spero che nessuno si senta turbato dalla violenza improvvisa di questa news recentissima, uscita 1 o 2 nano secondi fa.
Harper innamorata e felice fino a ieri, ha deciso di unirsi alla follia di Jasper per l’evento successo durante la
pioggia sporca del quale si sente responsabile.
Paradossalmente posso cercare di capire Jasper che ha letteralmente perso tutto, ma lei che comunque ha
un fidanzato, un’appiglio per il quale valga effettivamente la pena continuare a vivere, e provare emozioni forti e bellissime, non riesco proprio a concepirlo.
Tra l’altro, tutto il gruppo dei suicidi è di una codardia impressionante, non si rendono conto di ferire le persone che gli sono vicine con questo gesto, sono solo interessate alla fine delle loro sofferenze.
Il loro brillante concetto è:

Perché sperare e lavorare per una possibilità di salvezza quando possiamo ubriacarci per la fine del mondo?

OCTAVIA BLAKE:

Lei e il suo fidanzato, amico di letto o sfogo personale per delle esigenze fisiche, giocano a fare la famigliola
felice che vive tra le montagne, ce la vedete Octavia a zappare la terra?
Non a caso quello che fa con la pala ha molto poco a che fare con il giardinaggio, più che la terra lei zappa la testa delle persone…
L’Amorevole ragazza killer infatti ha preso atto del suo “Dark Side” e …

abbiamo capito chi vincerà questa guerra ragazzi.

RAVEN:

NESSUNO, E SOTTOLINEO NESSUNO,DEVE OSARE TOCCARMI RAVEN!

Io ve lo dico, se muore vi faccio un casino di quelli che l’apocalisse vi sembrerà una briciola per terra, MI SONO SPIEGATA CHIARAMENTE?
Comunque se proprio è necessaria questa morte ci sono cose che dobbiamo chiarire:

  1. ESIGO IL BACIO CON JOHN!
    [Dio se ci stava straordinariamente bene, ma quale scena dell’abbraccio voglio un limone!]
  2. Datele una morte veloce ed io sarò clemente quando ucciderò chiunque abbia scritto, accettato e
    proposto questa follia.
    Datele anche una morte spettacolare e gloriosa e prometto che cercherò di fare il tutto meno
    dolorosamente possibile.
  3. NON VOGLIO PIÙ VEDERE BECCA!
    Nella testa di Raven, nelle visioni, in qualunque modo o mondo io quella donna NON LA VOGLIO PIÙ NELLO SHOW!

CLARKE/WANHEDA

Cosa?
Era troppo perfetto che Clarke diventasse la nuova Heda e, in qualche modo, lo spirito di Lexa continuasse
a vivere attraverso lei guidandola?
Perché fermarsi?
Perché mi odiate, forza, diciamolo almeno io mi metto l’anima in pace e so che i MAI NA GIOIA continueranno ad arrivare come valanghe, ma non torturatemi in questo modo atroce!
A Roan gli veniva proprio difficile farsi un pacchetto di cavoli suoi insieme a Echo, no, dovevano interrompere il rito e tornare a fare questi combattimenti inutili che ci fanno solo male perché ci
riportano al pensiero di perfezione di Lexa.

Per concludere tutto ciò, di nuovo, propongo che la frase “MAY WE MEET AGAIN” debba essere ritirata
dagli schermi di CW, rimane la frase Clexa per eccellenza.
Bene ragazzi, dopo 3 settimane di pausa torniamo finalmente in pista e vi aspetto la prossima settimana!

Commenti disabilitati su The 100 – Recensione 4×09

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!