Crea sito
The 100 6x06
Recensioni,  Telefilm,  The 100

The 100 – Recensione 6×06

Ciao a tutti ragazzi e bentrovati in una nostra nuova recensione di The 100!
“Memento Mori” è stato un episodio veramente bellissimo ma anche sconcertante, da quando sto iniziando a capire come girano le cose in questa nuova terra, anche se non vorrei parlare troppo presto, apprezzo molto di più la storia.
Non nascondiamoci dietro un dito, questa è una recensione speciale perché è la primissima da quando i #Bellarke sono diventati realtà. Che schippiate o meno la coppia, Bob ed Eliza sono anime gemelle e spero con tutto il cuore che il futuro gli porti tanta felicità.
Per saperne di più QUI trovate il nostro articolo.

Detto questo ragazzi, dobbiamo proprio tornare a parlare di The 100 che oggi mi ha regalato cose belle e cose brutte. Le cose belle sono riferite ad una ed una sola persona, OVVIAMENTE RAVEN, che dopo la morte di Show è diventata utile quanto una pianta.
Rivedere uno dei pezzi più importanti di The 100 è sempre bello, ma non capisco perché trattarla in questo modo proprio burbero. Ok che ancora non c’è molto da fare per lei, ma è letteralmente scomparsa, non è normale che in questa serie la gente scompaia così, vedi Indra.
Le cose brutte invece sono una marea:

  1. CLARKE/JOSEPHIN
  2. MURPHY

Iniziamo dal punto numero uno, spero vivamente che tutti coloro che odiano Clarke siano felici adesso, Josephine è insopportabile! No, veramente a colazione cosa le danno? Pane e acido muriatico?
La dolce psicopatica figlioletta dei Prime da quando è tornata non ha fatto altro che guai e il padre che era così felice di rivedere la sua bambina ecco che viene ripagato con la quasi morte.
Josephine è riuscita non solo a tornare dal regno dei morti ma ad abbindolare tutti e senza le minime conseguenze, insomma un vero e proprio genio.

In tutto ciò il team ha un serio problema, lottano per riprendersi la loro umanità e poi Abby deve insegnare a questa gente come trasformare le persone in nightblood, così che i redblood avranno un bel bersaglio dietro la loro schiena e i massacri non avranno mai fine.
Non fatemi dare ragione a Jasper vi prego!
Abby ancora non sa che Clarke è “morta” ma spero che dopo aver appreso la notizia agisca di conseguenza e non facendo, lo ripeto nuovamente, la pianta.

Murphy è fatto così, il lato oscuro lo chiama ma poi tende sempre a spostarsi verso la luce.
Dice di voler sopravvivere ed essere immortale ma sono certa che si renderà presto conto che tutto ciò è follia pura.
Bellamy l’ha smascherato subito, nonostante la messa in scena fosse veramente ben costruita, il nostro Blake non ci ha messo molto a collegare i puntini e capire che Murphy era dalla parte dei Prime.

Bellamy comunque non è mai stato in pericolo, con Echo insieme a lui, niente e nessuno potrà mai ferirlo.
È stato molto dolce vedere come lei abbia capito subito che qualcosa non andava ma sopratutto ho amato il modo in cui ha parlato alla donna che avrebbe dovuto spiarla.

“Tornerò, se faccio in tempo.”

Sarà che sono Becho nell’animo ma questa frase è stata una chicca.

Concludiamo questa recensione di The 100 parlando della nostra protagonista, Clarke Griffin!
Vi spiego questo episodio come l’ho spiegato tramite whatsapp ad un’altra ragazza del blog:

Penserai: È andato tutto bene e poi muori.

Io e Simba siamo Clexa fino al midollo, quindi non potete capire che cosa è successo le varie chat quando abbiamo visto il volto di Lexa disegnato su tutta la parete.
Clexa The 100 6x06

Noi lasciamo che queste strepitose immagini vi colpiscano allo stomaco.

-Sara.

 

 

 

 

Commenti disabilitati su The 100 – Recensione 6×06

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!