The Chilling Adventures of Sabrina – Recensione 1×07

Vi chiedo immensamente scusa per il ritardo, normalmente non mi capita ma è un mese un po’ complicato e Sabrina ne sta facendo le spese, purtroppo, intanto non temete perchè avrete le recensioni di tutti gli episodi di questa prima stagione in attesa dello speciale natalizio di cui, ovviamente, ci occuperemo.

Beh, devo dire che la 1×07 è stata davvero interessante anche se macabra, sopratutto per la scena finale che, detto proprio sinceramente, ho visto con un occhio chiuso e l’altro pure, il rituale del Banchetto dei Banchetti non è di certo una pratica umana nè giusta e sono stata molto felice del fatto che Sabrina e Prudence siano riuscite ad obbligare Blackwood ad interrompere una cosa simile e così abbiamo anche potuto vedere che le Rivelazioni di cui parla sono controllate anche dal proprio volere e che quindi non è un semplice tramite tra il Signore Oscuro e le streghe ma uno stregone che si muove a suo piacimento.

Devo dire che ho sempre sospettato che Prudence (e solo Prudence) fosse figlia di Blackwood ed ero convinta che la strega ne fosse a conoscenza ma, con mio sommo stupore, abbiamo scoperto che, in realtà, ne era all’oscuro e che la madre si è uccisa per colpa di Blackwood che non l’ha voluta sposare, storia che mi ha fatto davvero intristire ed odiare ancor di più quella specie di Padre che è un rifiuto umano (ragazzi, seriamente, quelle unghie appuntite e laccate di bianco non si possono guardare, durante la cena ho seriamente rischiato di vomitare) ed un rifiuto anche come stregone, indegno di “governare” le streghe.

In questo episodio ho, letteralmente, adorato Prudence e zia Zelda (personaggio che ho odiato forse per il primo episodio per poi amarla alla follia ma sapevo sarebbe successo, me lo sentivo) e, si, ho amato anche la Wardwell, il personaggio più oscuro e discusso dell’intero show ma anche quello più affascinante ed intrigante e che, quando parla di avere fame non si riferisce a cibo ma a carne umana, energia umana ed ecco che in una scena abbiamo avuto un minuscolo crossover con Riverdale visto che il fattorino della pizza consegnata alla Prof. era proprio Ben, il ragazzo che giocava insieme a Dilton al gioco infernale e che si è poi suicidato, ovviamente la consegna della pizza è avvenuta prima del suicidio ma credo che inserire questo personaggio in “The Chilling Adventures of Sabrina” abbia un senso e, se notate, Satana e il Re Gargoyle hanno delle sembianze molto simile e credo che le due entità siano collegate ma, staremo a vedere.

Prudence è stata nominata Regina del Banchetto ma non per “scelta” del Signore Oscuro ma per manomissione della cara moglie di Blackwood che teme Prudence perchè potrebbe scavalcare i suoi figli pur di ottenere la Chiesa della Notte arrivando, addirittura, ad ucciderli per ottenere ciò che le spetterebbe di diritto anche se, ovviamente, la strega non ne era a conoscenza e avrebbe solo potuto scoprire la sua vera identità che, ora, è venuta alla luce grazie alla torta della Verità di Hilda che può essere tranquillamente paragonata al Veritaserum dell’Universo di Harry Potter.

Prudence è sempre stata la preferita di Blackwood, quella che era più favorevole a compiere empietà perchè erano dettate dalla sua infinita fede nei confronti del Signore Oscuro e della Chiesa della Notte ma, per fortuna, Sabrina ha iniziato a farla dubitare e, con l’aiuto della Wardwell e delle sue zie, è riuscita a farle capire che Blackwood, pur essendo uno stregone, è una persona che può fallire e che può giostrare il volere del Signore Oscuro a suo piacimento essendo considerato il tramite, colui che sa perchè il sapere gli è stato infuso da qualcosa di più grande in cui le streghe credono fermamente.

Niente, mi avete persa definitivamente

La scena nel bosco in cui viene svelata la storia della strega che è stata costretta a scappare per non subire la violenza del Padre dell’epoca che aveva ricevuto una rivelazione e che avrebbe dovuto violare la vergine prima del Banchetto dei Banchetti, dimostrazione provata del fatto che le parole del Signore Oscuro possono essere manipolate liberamente.

Dimostrazione del fatto che gli uomini non sono “santi” solo perchè rivestono una carica importante, è sempre stato così ed è così ancora adesso, gli uomini potenti pensano di poter obbligare una donna solo perchè è vista come un essere più debole che DEVE essere controllato e che deve sottomettersi al volere degli uomini.

La Wardwell ha evocato con una semplice corda, a cui le streghe hanno fatto assumere la forma di un pentacolo, una bolla di protezione che ha reso invisibili loro e il cervo ucciso da Harvey, secondo loro, quando in realtà poi abbiamo scoperto che non se l’è sentita di sparare perchè lui non è come i suoi antenati e cioè un cacciatore di streghe e poi un cacciatore ma, purtroppo, l’episodio si è concluso con le due Sorelle Sinistre che con l’ausilio di due bambole voodoo stanno cercando di uccidere Harvey e il fratello perchè chi ha ucciso le streghe deve morire con le pietre quindi…cosa ne sarà dei due? Rimarranno sepolti nella miniera o riusciranno a salvarsi entrambi (naturalmente Harvey non può morire ed io sono curiosa di scoprire come si salveranno), dovete aspettare la prossima recensione dato che non posso spoilerare nulla anche se ormai avrete visto tutti gli episodi.

 

 

 

 

 

 

 

Zia Zelda è una strega che ha sofferto, che si è resa fredda ed insensibile per soffrire di meno perchè abbiamo visto quanto in realtà tenga alla propria famiglia e, infatti, non avrebbe permesso a Sabrina di fare la fine di Mildred semplicemente perchè c’è qualcosa di più forte della fede ed è la famiglia, quella che proteggeremmo ad ogni costo, il Signore Oscuro non può nulla contro l’amore che una zia prova per la propria nipote. Zelda è una strega ligia alle regole e al dovere ma non avrebbe mai potuto accettare quella fine per la sua Sabrina, lei sarebbe anche potuta morire ma Sabrina no. Beh, è stato strano vedere Zelda con le lacrime agli occhi ma è stato anche meraviglioso perchè abbiamo visto il suo lato umano, il suo essere una strega non le vieta di voler proteggere la propria famiglia anche a costo di andare contro la Chiesa della Notte (ricordiamo, ad esempio, la scena dell’esorcismo).

Voglio parlare solo per un attimo della bellezza di Prudence in quell’abito color oro che metteva ancora più in risalto la sua pelle ambrata, mi ha stregata ma c’è qualcosa di più forte che mi ha ammaliata ed è stata la forza con cui Sabrina ha cercato di proteggere e di aiutare Prudence, la sua nemica, fino alla fine, nonostante tutto quello che ha dovuto subire per colpa sua, qui sta la bellezza di Sabrina, ecco perchè tutti la amano, mi dispiace che le streghe vengano viste sempre come delle entità negative e crudeli che fanno del male quando, in realtà, non è così, le streghe hanno nel sangue l’energia e il potere che viene utilizzato per danneggiare e punire solo in determinati casi e circostanze e Sabrina ne è l’esempio, in un certo senso.

Qualcuno di voi ha temuto che Sabrina si unisse al “festino” di Prudence, le altre due Sorelle Sinistre, Nick e Ambrose? Io no, ancora di più per la presenza di Ambrose anche se, Sabrina, Nick voleva lasciare tutti pur di venire con te…come hai fatto a dirgli di no? (Ovviamente sto scherzando, Nick è bellissimo ma la nostra protagonista è innamorata di Harvey ed è giusto che non lo tradisca).

Concludo dicendo che la scena della cena in cui la moglie di Blackwood ha svelato il suo vero progetto mi ha quasi fatta ridere, è stata tragicomica ma non ha perso l’importanza e la potenza della rivelazione, anzi.

Voto all’episodio: 8 e mezzo, mi è piaciuto davvero tanto, devo essere sincera, essersi incentrati sul Banchetto dei Banchetti è stato utile ed anche interessante e, se Edward Spellman era arrivato a decidere di bandire quella pratica, tu, caro Blackwood, perchè hai deciso di attuarla nuovamente?

A giovedì con la recensione della 1×08, ci stiamo avvicinando al finale ormai.

Scusatela, vestita di verde è anche peggio

Irene

 

Precedente Kevin Feige descrive il suo ultimo incontro con Stan Lee Successivo Supergirl – Recensione 4x07