The Good Doctor: Antonia Thomas discute sulle molestie subite dal suo personaggio

Una delle attrici protagoniste delle serie che ha commosso mezzo mondo e tutta Italia, dopo essere andata in onda in prima serata su Rai 2, The Good Doctor, è tornata a parlare della violenza subita dal suo personaggio.

Antonia Thomas parla della violenza subita da Claire

In questa seconda stagione di The Good Doctor, emozionante tanto quanto la prima, ogni personaggio sta affrontando i propri problemi ed i propri ostacoli, crescendo ed affrontando le situazioni che gli capitano. Una delle attrici protagoniste della serie, Antonia Thomas che presta il volto a Claire Brown, in una recente intervista parla dei problemi che sta affrontando il suo personaggio.

In un momento come questo, dove ogni giorno si sente parlare di molestie sessuali anche sul lavoro, è fondamentale che questi argomenti vengano trattati. L’attrice ha deciso di parlarne durante un’intervista dove ha ricordato l’episodio in cui Claire ha rifiutato le attenzioni del dottor Coyle, subendone poi le conseguenze:

“Ovviamente, si tratta di un argomento importante, visto che lo stiamo vedendo emergere in tutto il mondo. Ma la cosa pazzesca è che la trama in cui si parlava di molestia sessuale è stata creata prima ancora dell’inizio del movimento #MeToo. Quindi, ci siamo ritrovati a realizzarlo contemporaneamente all’emergere di questi fatti. Sì, è stata un responsabilità enorme, enorme. Ed io mi sono sentita incredibilmente fortunata a poterlo esplorare.”

Parlando invece di questa seconda stagione in corso, la Thomas spiega che i problemi per la dottoressa Brown non sono finite, e dovrà conciliare alcuni suoi comportamenti con l’ambiente lavorativo circostante:

“All’inizio della stagione, le è stato detto di diventare più assertiva. Quindi lei sta lottando per mantere l’equilibrio tra farsi valere senza esagerare, ed essere più assertiva in qualità di donna. Quindi ora esploriamo il concetto di essere una donna, ed essere assertiva, sul posto di lavoro. E non appena si inizia a farsi valere, non si rischia forse di essere etichettate come “str..ze” proprio perché si è donne, e ci si fa valere? Si tratta proprio di definire il concetto di essere forti nel contesto lavorativo. Alcune cose andranno per il verso sbagliato quando Claire prenderà delle decisioni dubbie, perché verrà in qualche modo spinta a prenderle. E quindi, molte lezioni in arrivo per lei!”

Chi non augurerebbe il meglio alla magnifica dottoressa Brown?!

 

-Miriana

Precedente Grey's Anatomy: l'amicizia tra Jesse Williams e Sarah Drew non è finita! Successivo Noah Centineo ci parla della sua vita da attore e delle scelte fatte per i suoi ruoli