The Originals – Recensione 5×09

Nuova settimana, nuovo episodio e nuova recensione di The Originals!
Con ”We Have Not Long To Love”, si riprende la storyline di due episodi fa scontrandoci nuovamente con la setta di vampiri dagli ideali nazisti e si fa fronte ai nuovi problemi che Hope è costretta ad affrontare a causa delle sue scelte.

➤ KLAUS, HOPE & ELIJAH

Mai come in quest’episodio il rapporto tra Hope e Klaus è stato più forte che mai. Finalmente i due stanno avendo i momenti padre-figlia tanto desiderati sia da noi che da loro e non potrei chiedere di meglio perché credo fermamente che la paternità sia la miglior cosa capitata al nostro Klaus.
Nonostante ciò, vorrei che le circostanze fossero migliori, perché Hope non sta passando proprio un bel momento: a causa del sacrificio che ha fatto, ossia il riprendersi tutto il potere dell’Ombra per poter riunire la sua famiglia, non fa che sentire voci e malessere in generale che sembra placarsi solamente con la violenza, e quindi non proprio la migliore delle cose.

Inizialmente la streghetta respinge ogni aiuto da parte del padre sia perché non vuole farlo preoccupare più del dovuto, sia perché vuole assumersi le responsabilità delle proprie azioni. Purtroppo non ci mette molto a capire che non può affrontare tutto da sola: durante un’intensa discussione con suo zio Elijah, lo ferisce gravemente non riuscendo più a controllare la rabbia che, mista a tutto quello che sta passando, la porta ad esplodere e a trovare sfogo nella violenza.
Hope non riesce ancora a perdonare Elijah per la morte di sua madre anche se sa benissimo che l’uomo non aveva il minimo ricordo di Hayley e della sua vita passata, e per quanto possa capire che il dolore non ammette scusanti, mi sono sentita terribilmente male nel leggere negli occhi di Elijah quell’infinito senso di colpa mentre parlava con la nipote e si lasciava torturare, per non parlare del ”mi odio anch’io” che mi ha spezzato definitivamente il cuore.
Mi auguro che i due possano unirsi nel dolore ed affrontarlo insieme e non continuare a farsi del male a vicenda, nessuno dei due ne ha bisogno.

Come già detto, amo vedere interagire Klaus ed Hope, soprattutto perché ad ogni episodio trovo sempre più similitudini tra loro e quando sono insieme non posso fare a meno che adorare ogni singola scena. Mi chiedo però come farà Klaus ad aiutare la figlia nello gestire quest’oscurità che sembra placarsi solo con la violenza. Come ben sappiamo, lui è un esperto di violenza, abbiamo praticamente a disposizione l’uomo giusto, ma precisamente in che modo aiuterà Hope a gestirla? Sono davvero curiosa.

Un appunto va fatto anche sulla conversazione avvenuta tra Elijah e Declan. Non mi aspettavo un’interazione tra i due personaggi, ad esser sincera, ma era doveroso far tornare Declan e spiegargli un po’ di cose perché, anche se non ha mai avuto la mia minima attenzione, non mi piace quando vengono introdotti nuovi personaggi per poi maltrattarli senza una ragione sensata. Elijah cerca di affrontare il suo dolore tramite Declan fino a farsi scoprire sotto ogni aspetto, perché non solo l’uomo capisce che proprio lui era l’ex di Hayley, ma viene a conoscenza anche della natura soprannaturale dei Mikaelson. Viene però infine soggiogato per il bene suo e di tutti, anche se non sono convinta che la cosa sia andata a buon fine, lo sguardo di Declan nella sua ultima scena mi è sembrato strano.

➤ MARCEL, JOSH E VINCENT VS EMMETT E I SUOI VAMPIRI

Nello scorso episodio è stata messa in pausa la storyline corrente della stagione che vede come antagonisti il gruppo di vampiri dagli ideali nazisti adesso capitanati da Emmett. Ritornano ad intromettersi nelle vite dei personaggi che ben conosciamo per imporre nuovamente le loro regole, ossia esiliare i licantropi nel Bayou e riappropriarsi della città come dei veri e propri sovrani.
Fin quando si sono limitati alle parole, un po’ tutti li hanno presi sottogamba e hanno continuato a fare le cose di sempre, ma quando sono passati ai fatti la popolazione di New Orleans si è resa effettivamente conto del pericolo a costo di tre vite innocenti, tra cui Lisina, uno dei licantropi che più ci hanno fatto conoscere in questa stagione.
Non ero particolarmente legata a lei ma ci sono comunque rimasta male nel vederla morire, soprattutto per delle ragioni che non riesco per niente a concepire.
Ma il mondo dei licantropi non è stato l’unico a subire delle perdite, ad esso si aggiunge infatti la congrega delle streghe: Vincent, leader della fazione, ha ricevuto la proposta di allearsi con i vampiri in questione e di scegliere la parte da loro considerata ”giusta”, ma al suo rifiuto sono state avvelenati contemporaneamente svariati stregoni tra cui Ivy, l’interesse amoroso di Vincent.

Se ci aspettavamo calma dopo la tempesta a seguito della morte di Hayley, non potevamo sbagliarci di più. In quest’episodio ci sono state delle vere e proprie stragi che hanno lasciato il segno, questi vampiri fanno sul serio e andrà escogitato un piano adeguato alla situazione se non si vorrà assistere ad altre morti. Marcel si è schierato in prima linea per combattere i nemici anche se non ha fatto decisamente un granché, ma la cosa che mi è piaciuta di lui in quest’episodio è stata il rendersi conto, anche grazie a Josh, dei comportamenti sbagliati assunti in passato, simili a quelli dei vampiri con ideali nazisti ma per certi versi differenti, e che sia pronto a combattere per la cosa giusta e a non far usare il suo nome per motivare atti violenti e di odio ingiustificabili.

➤ FREYA & KEELIN

La felicità che mi assale solo perché sto dedicando un paragrafo alle Freelin non ve la so quantificare. Finalmente tornano ad avere delle scene insieme più lunghe di cinque secondi, cosa che desideravo immensamente dato che mi sono mancate come l’aria.
Ogni più piccola attenzione che si sono dedicate in quest’episodio è stata un colpo al cuore, ma la proposta di matrimonio totalmente inaspettata da parte di Freya mi ha reso la persona più felice del mondo. In parte dettata dalla paura di aver quasi perso l’amore della sua vita, in parte perché non vuole più rinunciare a lei, Freya si dichiara nel modo più semplice e puro possibile, facendo breccia nel mio (e sicuramente vostro) cuore e lasciandomi(ci) a bocca aperta.
E’ stata una grande sorpresa ma più che gradita, entrambe meritano del mondo ogni sua bellezza e gioia a non finire, quindi mi auguro con tutto il cuore che questo matrimonio vada in porto e che non si trasformi in una tragedia come spesso accade in The Originals.

Bene ragazzi, anche questa volta siamo giunti alla fine della recensione. The Originals è ufficialmente in pausa e la 5×10, intitolata ”There in the Disappearing Light”, tornerà precisamente tra 17 giorni. Sarà dura aspettare ma spero che ci ricompenseranno con un episodio da pelle d’oca. Alla prossima recensione!

     – Federica.

Precedente Black Mirror: Charlie Brooker ha parlato di come gli episodi si collegano Successivo È ufficiale: Nick Jonas e Priyanka Chopra stanno insieme