The Royals – Recensione 4×01

Non c’è gioia più immensa di ritornare a recensire il royal trash per eccellenza, la serie di cui non ci stancheremo mai, l’unico ed inimitabile The Royals che con ”How Prodigal The Soul” ci carica di aspettative per quella che sarà sicuramente una stagione sensazionale.

Nel corso dell’episodio scopriamo cos’è successo nell’arco di svariati mesi, e dato che le cose da commentare non sono poche, cominciamo subito analizzando le storyline di ogni personaggio a seguito dell’incoronazione di re Robert.

➤ LIAM E CYRUS

Immaginavamo una coalizione tra zio e nipote già dal finale della scorsa stagione, ma è in quest’episodio che possiamo effettivamente constatare i risultati di questo particolare duo. Impossibile negare quanto siano esilaranti insieme e quante grandi soddisfazioni ci daranno in questo senso, ma al contempo conosciamo Liam e sappiamo che ha buon cuore, quindi non so fino a che punto riuscirà a tenere in piedi questa farsa per avere la meglio su suo fratello Robert.

Sta di fatto che possiamo considerarlo un po’ il nostro spirito animale ogni volta che insulta o manda epicamente a quel paese il maggiore degli Henstridge semplicemente guardando una delle tante sue foto presenti al palazzo. Grazie di esistere, Liam. Sei tutti noi!
Da grande amante di Skins, non posso poi non dedicare qualche riga alla bellissima Lily Loveless (Naomi Campbell in Skins) che in quest’episodio ha interpretato Greta, la ragazza conquistata da Liam per ottenere informazioni losche su Robert. Non che mi interessi particolarmente il suo personaggio, ma il solo fatto di rivedere quella splendida donna mi ha riempito il cuore di gioia, i fans di Skins mi comprenderanno.

➤ QUEEN HELENA 

L’unica persona che sembra andare d’accordo con il neo re è proprio sua madre, Queen Helena. Devo dire che in quest’episodio la regina non mi ha entusiasmato particolarmente: si è sempre distinta per la sua astuzia, per il non permettere a nessuno di metterle i piedi in testa, ed invece stavolta si è completamente lasciata abbindolare dal figlio.
Perfino la reazione per il licenziamento inaspettato di Spencer mi ha delusa, nel giro di pochi minuti Helena è passata da ”cosa diamine hai fatto e come ti sei permesso” a ”credo ciecamente alla stronzata che hai appena inventato, grazie figlio mio”, per poi chiudere definitivamente il discorso. Ma siamo seri? Mi aspettavo molto molto di più da lei.
Verso le scene finali dell’episodio sembra che le parole di Cyrus sull’ipotetico matrimonio del figlio l’abbiano punta sul vivo, magari la paura di essere messa totalmente da parte la farà reagire e con tutta sincerità, me lo auguro!

➤ ROBERT, WILLOW E ANCORA LIAM 

Oltre ad esistere, cosa che mi urta e non poco, Robert decide di farsi odiare ancor di più corteggiando Willow perché intenzionato a volerla come futura sposa. La ragazza non è stupida e, seppur ammaliata dai modi di fare del re, continua a tentennare continuamente non dandogli mai una risposta positiva ma soprattutto convinta quando viene invitata ad uscire con lui. Tutto ciò è anche merito della stratosferica cotta che Willow ha per Liam, una cosa che potrebbe essere bellissima se solo il minore degli Henstridge si rendesse conto della meravigliosa ragazza che si sta lasciando scappare per pensare ad altro. Nonostante quest’ultimo cerchi di farle aprire gli occhi sul fratello, fallisce miseramente nel suo intento: la prima volta la fa arrabbiare esprimendosi nel peggior modo possibile; la seconda volta invece, parlandole a cuore aperto e raccontandole ogni cosa, sembra averla convinta non fidarsi ma quel grande ammaliatore di Robert riesce, nonostante tutto, ad ottenere un appuntamento dalla ragazza che decide comunque di dargli una chance.
Tralasciando il fatto che la shippi immensamente con Liam, mi dispiace tanto per Willow che, fin troppo buona, non ha capito con che razza di persona subdola ha a che fare e odio sapere che Robert sarà, quasi sicuramente, causa delle sue sofferenze senza poter fare nulla. Liam, anche stavolta, SII TUTTI NOI E PENSACI TU!

➤ ELEANOR E JASPER

Non è un caso se ho lasciato il paragrafo dedicato ai Jaspenor per ultimo, la mia otp per eccellenza merita uno spazio unico e speciale, a loro quindi l’onore di chiudere memorabilmente questa prima recensione della quarta stagione di The Royals.
La nostra meravigliosa principessa è stata un po’ la voce narrante dell’episodio: mentre ci venivano mostrate tutte le sue avventure, i posti che nel corso di quei mesi ha visitato (ma quanto è stato bello vedere Amalfi?), le incredibili cose che ha fatto, la sua intervista ci ha accompagnato per tutto il tempo facendoci apprezzare ancor di più ogni sua singola scena. Sono fiera di Len e di quanto sia cresciuta, è andata via dal palazzo per ritrovare sé stessa ed entrare in contatto con la vita, quella vera, quella genuina. Non solo ci è riuscita alla grande ma, una volta arrivato il momento, ha saputo riconoscere l’esigenza di voler tornare a casa e non reprimerla. Non vedo l’ora di conoscere questa nuova Eleanor che sarà ovviamente sempre la stessa ma con un bagaglio di vita mille volte più ricco.
La luce che ho costantemente visto negli occhi della nostra principessa era invece totalmente assente in quella di Jasper: la sua vita al palazzo, senza Len, non era chiaramente più la stessa ed essere al servizio del neo re, che di certo non è conosciuto per essere una persona amabile, non è per niente una passeggiata.
Nonostante ciò, tra le lettere settimanali che spedisce alla ragazza, va avanti e fa il suo lavoro.
Mai come questa volta avrei voluto che Jasper non avesse fatto il suo dovere, mai come in questo episodio avrei voluto che Jasper scappasse a gambe levate una volta sentito lo sparo e che non proteggesse re Robert. Il finale mi ha completamente uccisa, specialmente per il parallelismo tra Eleanor distesa sul letto mentre immaginava di rivedere quanto prima il suo Jasper e quest’ultimo sempre disteso ma su un palco, ignorato da tutti, e ferito da un proiettile. Il mio cuore non si riprenderà mai dopo una scena del genere, non so neanche con quale forza ve ne sto parlando perché sono ancora sotto shock.
E’ opinione comune che la sparatoria sia stata architettata dallo stesso Robert e che quindi l’obbiettivo sia sempre stata la nostra amata guardia del corpo. Mi ritrovo anch’io a condividere il pensiero di molti soprattutto perché le parole dette dal neo re a Jasper durante l’intero episodio hanno tutto un altro sapore alla luce dei fatti, si riesce a percepire la minaccia prima sottovalutata.

  
   
   
   

Sappiamo che un pilastro portante della serie come Jasper non può esser fatto fuori così improvvisamente e [SPOILER ALERT] dagli sneak peek ci hanno già anticipato che sopravviverà, ma cari autori ciò non toglie una cosa: Robert deve morire male, prendete nota.

Bene ragazzi, siamo giunti al momento dei saluti che voglio fare, per tirarci un po’ su di morale,  ricordando la scena più dolce di sempre con il grandissimo capitano dei Jaspenor: Sarah Alice che conta i giorni/mesi senza Len, segnandoli su un calendario disegnato da lei.
Quella bimba è un concentrato d’amore!

Vi do inoltre appuntamento alla prossima settimana con la recensione della 4×02 intitolata ”Confess Yourself To Heaven”. Non mancate!

                                                                                                                – Federica 

Precedente Buffy the Vampire Slayer: la Fox parla di un possibile revival Successivo The Punisher: Le prime foto dal set della seconda stagione