Crea sito
Recensioni,  Telefilm,  The Walking Dead

The Walking Dead – Recensione 6×08 (Mid – Season Finale)

START TO FINISH! “
L’INIZIO E LA FINE! “

Ragazzi miei un minuto di silenzio per The Walking Dead! Il finale di metà stagione… PERCHE’ CI DEVONO FAR STARE COSI’ IN ANSIA?????!!!! AAAAH AIUTO, RAGAZZI AIUTO!!!!


Menomale che non tocca aspettare molto come le altre volte… PERO’ COSA CI INTRATTERA’ I LUNEDI’ SCHIFOSI?!
Ah, aspettate…Supergirl ovviamente. MA NON E’ LA STESSA COSA!!! AAAAH!!!


Bando alle ciance, è ora di iniziare a trattare l’episodio!!!!


Tengo a citare la frase CLU di Deanna ( Dio possa benedire quella miracolosa donna! ) : ” Un giorno questo dolore ti sarà utile! ”
Beh, in effetti questo finale di metà stagione ha creato PARECCHIA SOFFERENZA!!!! MA COME HO DETTO PRIMA SOPRATUTTO ANSIA!!!! Insomma i sospetti che Deanna si riferisse anche a noi spettatori, siano molto alti!!!

 

La scena più ansiosa è stata quella con Maggie!!! Un solo minuto di più e credo che ci saremo giocati anche lei!!!
Ho avuto troppa paura che, dopo aver scoperto che Glenn era vivo, in un sadico plot twist a morire fosse proprio lei.
Mi stavo già preparando ad urlare, fino a che non l’ho vista in salvo… ho trattenuto il respiro.

Per miracolo divino si è salvata!!!

Poi, ho trovato molto bello il momento in cui attraverso i suoi occhi, vediamo i palloncini svolazzare nel cielo ( il segnale di Glenn ); perché è servito a ricordarci che, nonostante tutto c’è ancora speranza. C’ho visto un po’ un parallelismo con il primo episodio della stagione: in cui proprio Maggie diceva a Tara che le cose possono sempre migliorare.
Senza alcun dubbio, AVEVA RAGIONE!!!!!

 

Da un lato, abbiamo questa sensazione di speranza in un futuro migliore incarnata da Maggie, dall’altro abbiamo Morgan e la sua incarnazione, completamente deviata, dell’idea di un futuro migliore. Ho provato, nel corso dei precedenti episodi a giustificarlo in tutti i modi, ma il suo comportamento in questo è stato davvero la goccia che ha fatto traboccare il vaso della mia sopportazione.
MORGAN PERCHE’????! DIAMINE PERCHE’?!

Con Alexandria invasa dagli zombie, con le vite di tutti appese ad un filo, Morgan dimostra di avere le priorità completamente sballate. Costretto da Carol ad affrontare una volta per tutte la situazione: ” Cosa fare del Lupo che teneva prigioniero sperando che diventasse Agnello! ” Morgan, fondamentalmente, ha messo in primo piano il suo idealismo.
E abbiamo visto tutti come è finita…di merda, ecco come.

Carol ha affrontato Morgan, Morgan ha steso Carol. Il Lupo ha steso Morgan.
Si tipo TEKKEN ragazzi… Round One Fight!!!


E come se non bastasse, ha preso in ostaggio la ragazza, la quale su richiesta di Morgan, era andata a curarlo. Puntandole una pistola alla tempia, riesce ad avventurarsi in mezzo ai non-morti.

Che dire, niente male, eh, Morgan? Da quando sei arrivato solo danni hai fatto, solo danni!
Se qualcuno nella seconda metà della stagione non gli ficca in testa un po’ di buon senso, anche a martellate, io giuro che non risponderò più di me.
Giuro mi trasformo in Super Sayan, poi si che sono CAVOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII MORGAAAAAAAAAAAAN!!!!


L’altro idiota con le priorità completamente sballate è Ron. Barricato in una casa circondata dagli zombie, ne approfitta per tentare di uccidere Carl, e il trambusto provocato dalla colluttazione tra i due ha come risultato l’invasione degli zombie all’interno della casa.
Bravo ma sei un genio Ron, complimenti!!!

 

UN APPLAUSO PER LUIIII!!!!

 

E poi per Ron, oltre il danno anche la beffa: non solo Carl si è dimostrato una persona migliore di lui, mentendo a tutti gli altri su quanto fosse realmente successo e così coprendolo, ma senza giri di parole dice in faccia a Ron che suo padre ( che il ragazzino cercava di vendicare ) : era un coglione.

Vai così, Carl!
UN APPLAUSO MERITATISSIMO!!!

La leader di Alexandria è stata l’unica vittima degli zombie, morsa durante l’invasione. Ormai prossima alla fine, simbolicamente lascia il testimone del suo lavoro a Michonne e Rick.

Deanna spera che, sotto la loro guida, Alexandria possa prosperare, e sopratutto, i suoi abitanti originari possano venire considerati da Rick come parte integrante del suo gruppo. Perché ormai, la gente di Deanna è la gente di Rick.

Per il resto, ho trovato particolarmente toccanti le sue ultime scene: la consapevolezza di dover morire, ma fino all’ultimo cercare di vivere secondo i suoi termini, e di non lasciare agli zombie la soddisfazione di andarsene senza lottare.

Questa donna, nonostante tutto è stato forte fino alla fine… non dimenticheremo mai Deanna!!!

Eugene,Tara e Rosita che fine hanno fatto?!
Ah, già sono rimasti intrappolati all’interno di uno scantinato in una casa.

Rosita ormai sembra disperata e si sta rassegnando… DOV’E’ FINITA LA ROSITA CAZZUTA CHE AVEVAMO VISTO NELLA SCORSA PUNTATA?! COS’E’ SI E’ PERSA?

Rassegnata ormai, interviene Tara che cerca di venirgli incontrare, ma anche lei col suo viso ormai palesemente stanco… inizia a metabolizzare il fatto che non c’è speranza. Eugene come suo solito, se ne frega della situazione! Ma ragazzi miracolosamente ecco mostrarsi uno spiraglio di luce…
Non potendo sparare alla maniglia della porta, finalmente Eugene mostra di avere delle abilità, con questa frase : ” State tranquille, ci penso io! In fin dei conti, sono uno scassinatore… no?! ”
FERMI FERMI TUTTI!!! EUGENE, HA UN’ABILITA’?! ALLELUIA RAGAZZO, FINALMENTE TI RENDI UTILE!!!!!

Ma Rick ragazzi?! Eh Rick come al solito, ha la sua imponente figura!!!
Ormai la gente di Deanna, è la sua gente!!! Nonostante il prete cerca in tutti i modi di rimediare con Rick, quest’ultimo sembra proprio fregarsene e, continuare a pensare a vari modi per portare il salvo tutti quanti!
Piccolo parallelismo: Rick automaticamente assieme a Michonne,escogita lo stesso piano che utilizzarono nella prima serie… ovvero camuffare il loro corpi con le interiora degli zombie!

Il piano sembra riuscire bene, fino a quando il figlio della nuova compagna di Rick (di cui non ricordo il nome), inizia a gridare: “MOM, MOM?”
Fate fuori quel bambino vi prego, sta rovinando tutto quanto!!!!

Start To Finish ” (“L’Inizio e la Fine“) è un episodio ingannevole nel suo modo di presentarsi allo spettatore. Analizzare il modo in cui le scelte di Rick hanno portato il gruppo, e Alexandria, all’attuale situazione ha rappresentato in qualche modo la forza motrice di questa prima metà di stagione. Osservare come, per un piccolo scherzo del destino, tutto quello che Rick avrebbe voluto evitare ha finito per realizzarsi, sarebbe il giusto modo per dare valore al lavoro fatto finora. L’impressione, però, è che in questo ottavo episodio si punti solo ed unicamente a l’ineluttabilità del sacrificio umano nel corso del processo. Un processo che, immancabilmente, non porta nulla, se non alla continua ricerca di un posto dove sopravvivere fino alla (inevitabile) tragedia successiva.
Dopo un inizio di stagione che lasciò presagire un ritorno della serie al suo oramai antico splendore, lo show inciampa prima nell’esigenza di allungare il brodo riguardo la presunta morte di Glenn, e poi nell’inutilità degli alexandrini, sfociando in una mid-season finale che incespica più di un walker che tenta di salire una rampa di scale. Speriamo che la primavera porti con sè qualche svolta interessante, o si limiti quantomeno a spazzare via l’odore di stantiò che alleggia intorno alla serie.
Nel dubbio guardatevi la scena post-titoli di coda che vi farà assaporare quel tanto che basta per farvi parlare di Negan fino a Febbraio.
Chi è Negan?! Alcuni lo chiamano Jeffrey Dean Morgan.

https://www.youtube.com/watch?v=gm8NVbD6vqA

(Scusate non sono riuscito a trovare il video in SUB ITA!)

Ci rivediamo a Febbraio Walkers!

Gabriele

Commenti disabilitati su The Walking Dead – Recensione 6×08 (Mid – Season Finale)

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.