Crea sito
How to Get Away with Murder,  Recensioni,  Telefilm

How to get away with murder – Recensione 3×13

Penultima recensione di How to get away with murder, purtoppo la prossima settimana vedremo uno speciale di ben ben due che decreterà la fine di questa bellissima e traumatizzante terza stagione, dandoci il nome dell’assassino del nostro cucciolo.
Tutto sembra convergere ad un’unico nome, per questo rimaniamo molto calmi perché non resterà tale per molto, Connor Walsh.
Sconvolgente al punto giusto per farci stare con il fiato sospeso una lunghissima settimana, ma ora bando alle cince, sono successe tantissime cose in “It’s War”.

Finalmente Annalise è tornata libera ma sopratutto in pista, ancora è terrorizzata dai Mahoni ma si è scossa e si sta muovendo proprio come piace a noi.
Partiamo dal suo taglio inquietante che è stato sostituito da una parrucca molto più decente, anche se l’occhio nero e gonfio fa ancora impressione abbiamo visto questa povera donna in condizioni ben peggiori.
La Keating appena uscita dal carcere ha molto da fare, ovviamente non poteva sottrarsi all’incontro con i suoi mininion, Nate e ovviamente il caso contro Frank, analizziamoli tutti:

ANNALISE E LAUREL:

Sicuramente la reazione di Laurel è stata carica di rabbia e posso capirla, Annalise che dovrebbe sconvolgere il mondo per scoprire chi ha assassinato il suo prediletto ha fatto e sta facendo troppo poco.
La guerra contro i Mahoni la paralizza ma ciò non giustifica come la sua grinta venga fuori quando debba difendere se stessa, forse questo egoismo che tutti vedono in fondo esiste.
D’altra parte c’è da ricordare che l’ultima volta che ha intrapreso questa battaglia ha perso un figlio, quindi non so come biasimarla, spero che la stessa sorte non tocchi a Laurel.

ANNALISE E FRANK:

Non so come sia possibile ma vedo Annalise molto tentennante verso Frank, è ancora arrabbiata ma il folle piano per redimersi facendosi carcerare, personalmente, mi sembra che stia facendo colpo sulla Keating.
È coinvolto nella morte del figlio, questo è vero, ma non sapeva fino a che punto i Mahoni si fossero spinti, quindi forse Annalise gli da una colpa che è sua fino ad un certo punto.
Con l’aiuto di Bonnie (e ovviamente della Big Boss) Frank che si rappresenta da solo riesce a difendersi in modo degno, oserei dire quesi perfetto, facendo spuntare un sorrisetto alla nostra Annalise che ci era mancato non poco, più che per Frank per l’arpia riccia, ma dettagli.

ANNALISE E NATE

Potrebbero spararsi a vicenda ma tornerebbero a parlarsi e a sfiorarsi le mani con (Scusare la frase da far invidia al segreto): la faccia di chi ne a passate molte e le ha superate tutte.
Dopo: “Tu sei un cancro” abbiamo veramente salutato con un fazzoletto bianco la coppia Annalise – Nate ma a quanto pare c’è ancora speranza.
La fiducia è poca, ansi pochissima ma fortunatamente, una volta tanto, siamo riusciti a sistemare le cose a favore del povero Nate.

MICHAELA, ASHER E CONNOR:

Partiamo dalla ragazza che più passa il tempo più scala la classifica dei miei preferiti, la fermezza di un comandate dell’esercito e una cultura invidiabile, potrebbe essere una futura Annalise Keating, quindi meglio tenerla dalla nostra parte!
Asher ha evidenziato un problema che era proprio sotto il naso di tutti:
Connor afferma più e più (e più, e più) volte che la colpa dell’omicidio e incendio sia della Keating ma i panni sporchi li aveva proprio lui.
La cosa certa è che non lo abbia ucciso Wes ma i suoi tentativi di rianimarlo attestano il fatto che sapesse della morte del cucciolo prima che Bonnie desse la notizia in ospedale! 

Bene ragazzi, la prossima settimana sarà davvero imperdibile, anche perché la mia folle teoria è ancora in ballo!
Bonnie, che prova un sentimento più profondo dell’amicizia verso Annalise, uccide Wes perché pensa che possa testimoniare contro l’avvocatessa.
Una volta aver combinato il pastrocchio provoca l’incendio o, ancora meglio, chiama Frank, innamorato di Bonnie, per farsi aiutare ad occultare il corpo.
ALLA PROSSIMA SETTIMANA!

How to get away with murder Italia 

-Sara

Commenti disabilitati su How to get away with murder – Recensione 3×13

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!