Tutto sull'incontro stampa con Natalie Portman!
Articoli

Tutto sull’incontro stampa con Natalie Portman!

Giovedì 7 luglio abbiamo partecipato all’incontro stampa che si è tenuto via Zoom con Natalie Portman, l’interprete di Jane Foster/Mighty Thor in Thor: Love and Thunder, che è stato rilasciato nei cinema il 6 luglio. In questo articolo vi riporteremo quello di cui ha parlato l’attrice!

La conferenza stampa con Natalie Portman

L’attrice ha esordito parlando della dualità di Jane Foster, una donna vulnerabile ma forte allo stesso tempo:

Questo è ciò che amo più di ogni altra cosa nel personaggio. Personalmente, trovo molto difficile rapportarmi con delle figure che sono molto dure e sempre così toste in ogni momento. Ammiro chi ha queste qualità, ma non è qualcosa che mi appartiene. Lei, invece, è più vera e anche più femminista, perché è una donna che prova anche dei dubbi, che ha delle paure, delle sfide a cui fa fronte e delle debolezze, ma al tempo stesso è una tosta.

Per quanto riguarda la rappresentazione di una supereroina sullo schermo, l’attrice ha detto questo al riguardo:

Sì, è molto importante vedere come adesso ci siano più supereroine, ma non basta ancora. Si sarebbe portati a dire che vedere queste figure di donne come eroine ha dell’incredibile, quando in realtà non dovremmo sorprenderci, dovremmo essere questa la norma. In questo film ho il piacere di avere al mio fianco il personaggio interpretato da Tessa [Thompson, ndr], siamo una squadra tutta al femminile. Questo è un messaggio importante anche per i giovani, perché devono potersi riconoscere in supereroi di qualunque genere, perché vogliamo che si possano rapportare a questi personaggi per la loro personalità. Devo dire che quando ero bambina c’era un unico punto di riferimento nel panorama delle supereroine, invece adesso è cambiato.

L’attrice ha dichiarato questo, sul viaggio di Jane Foster:

Per me è stato un viaggio veramente entusiasmante. Poter interpretare dieci anni fa la parte di un’astrofisica in un film di quelle dimensioni è stato straordinario, anche se non verteva su questo. Il fatto che ci sia stato questo personaggio secondo me ha rappresentato una svolta, perché sappiamo che ancora adesso sono troppo poche le ragazze che scelgono di studiare le cosiddette discipline “STEM”, per le quali peraltro – e questo è lodevole – la “Marvel” ha avviato un programma proprio per sostenere le ragazze che desiderano studiare queste discipline negli Stati Uniti. Quando stavamo girando questo film ho festeggiato i miei quarant’anni e trovo veramente rivoluzionario il fatto che Taika e la “Marvel” abbiano avuto la fantasia di volere dare questo ruolo a una mamma di due bambini, ebrea, alta 1 metro e 60, quarantenne, che si trasforma in un supereroe biondo. Sono stata particolarmente fortunata.

Per quanto riguarda il futuro di Jane Foster, l’attrice ha affermato di non saperne nulla e che lei, Chris Hemsworth (Thor) e Taika Waititi (il regista) non erano nemmeno a conoscenza di quello che le sarebbe accaduto alla fine della pellicola.

Alla fine dell’incontro stampa, Natalie Portman ha anche aggiunto di essere molto interessata al punto di vista delle donne sul mondo, tanto da leggere anche opere di alcune scrittrici italiane come Elena Ferrante e Natalia Ginzburg.

Per restare sempre aggiornato sulle tue serie TV continua a seguirci: puoi trovarci anche su InstagramFacebook e TikTok!

Erica

Articoli correlati:

Laureata in Lettere. Scrittrice, serializzata e lettrice accanita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.