Crea sito
Valentine's Day
Articoli

Valentine’s Day: tutto l’amore che ho (serie tv edition)

Valentine’s Day, il giorno degli innamorati, il giorno in cui si dedica ancor più attenzione alla persona amata perchè l’amore si dimostra tutto l’anno, ci pervade in ogni minuti e le serie tv che sto per citare ne sono un lampante esempio.

Valentine's Day

Parlerò di cinque serie tv per cercare di rappresentare e di celebrare ogni tipo di forma di amore.

Hopper e Eleven (Stranger Things)

Valentine's Day

Voglio iniziare da un duo meraviglioso come quello formato da Hopper e Eleven di Stranger Things, due persone non legate dal sangue ma da qualcosa di ancora più forte, la scelta arbitraria e autonoma che dimostra quanto l’amore generi altro amore.

Il tratto più caratteristico del Valentine’s Day è proprio lo scambio di valentine, bigliettini d’amore e come potremmo definire la lettera scritta da Hopper per Eleven alla fine della terza stagione se non, appunto, messaggio d’amore all’ennesima potenza?

“Perciò sai che ti dico? Continua a crescere piccola. Non lasciare che io ti fermi. Commetti i tuoi errori, impara da essi. E quando la vita ti fa male, perché te ne farà, ricorda quel dolore. Il dolore fa bene. Significa che sei fuori da quella caverna. Ma, ti prego, se non ti dispiace, per amore del tuo povero e vecchio papà, tieni la porta aperta di dieci centimetri.

Per piangere ulteriormente vi lascio il video integrale di quel magico momento che è stato solo uno dei tanti coronamenti del rapporto che lega questi due esseri umani.

Un padre è chi ti vede crescere e ti sprona a dare il meglio di te e Hopper ama talmente Eleven da volere che non cambi nulla per non perderla ma da volere ancor di più che sbagli, che impari e che provi dolore perchè il dolore è sentimento che ci fa cambiare, lottare, andare avanti e, soprattutto, che ci fa sentire vivi, dal dolore provato in vita si può uscire e nell’atto stesso dell’aprire la porta e dell’allontanarsene ti ritrovi più maturo e consapevole.

I sensate (Sense8)

Valentine's Day

Quando ho pensato ad un amore familiare la mia mente non ha potuto far a meno di volare verso uno dei più grandi capolavori degli ultimi anni, Sense8.

I sensate sono collegati telepaticamente gli uni agli altri, si percepiscono, si aiutano, si supportano da quando si son ritrovati ad appartenere alla stessa cerchia senza nemmeno conoscersi e hanno formato una famiglia capace di affrontare ogni tipo di avversità.

Si son formate delle coppie sia tra sensate che tra sensate e umani ma l’amore per la propria cerchia è qualcosa che va oltre ogni tipo di comprensione e di ragione.

Sono nati lo stesso giorno, l’8 agosto, e sono a tutti gli effetti una famiglia fuori dalla norma, fuori da ogni canone prestabilito, fuori da ogni schema e, proprio per questo, rappresentano ciò che l’amore familiare dovrebbe essere, un qualcosa che ti rende famiglia non soltanto e non solo se c’è del DNA in comune ma anche e soprattutto quando decidi di creare una famiglia per scelta personale, per stima, per amore, per tutto quello che dovrebbe essere alla base del concetto di FAMIGLIA, CASA.

Vi lascio un video straordinario in cui potrete rivivere l’amore dei sensate e non scordate nemmeno la famiglia costituita da Lito, Hernando e Daniela, mi raccomando.

Martino e Nicolò (SKAM Italia)

Valentine's Day

Forse leggendo il nome dell’autrice dell’articolo avrete già preventivato di leggere di SKAM e, ovviamente, avevate ragione.

Non sarei Irene se non nominassi, quando opportuno (o anche no), i miei amati Evak o Martino e Nicolò.

In questo caso voglio dedicarmi alla controparte italiana degli Evak norvegesi perchè hanno bisogno di spazio sempre e comunque e, forse, ho parlato meno di loro.

Martino scopre di essere gay e di amare davvero proprio conoscendo Nicolò, un ragazzo pansessuale che si innamora follemente del rosso decidendo di mettere un punto fermo alla propria relazione con Maddalena.

Non credo possa esserci esempio migliore d’amore, Martino e Nicolò si ritrovano ad affrontare quotidianamente problemi e criticità sia perchè il mondo, purtroppo, non è ancora pronto a vedere due uomini o due donne amarsi, l’amore è la forza di potente e fa sempre paura soprattutto a chi, per colpa di paraocchi dettati da ignoranza e cattiveria, non accetta ciò che non ha assolutamente bisogno di accettazione altrui e sia perchè sono due adolescenti alla prima storia d’amore seria in cui il disturbo bordeline di Nicolò potrebbe sembrare un limite insormontabile.

Limite che insormontabile non è visto che Martino arriva ad inventare un gioco pur di far sentire meglio Nicolò e per superare ciò che sembra insuperabile.

L’amore muove anche le montagne e loro due ne sono la dimostrazione.

Cheryl e Toni (Riverdale)

Due ragazze super toste che devono lottare per essere loro stesse e per amarsi, vuoi per le famiglie, vuoi per problemi di coppia, Cheryl e Toni al momento non sono fidanzate ma mi auguro possano avere il loro lieto fine dopo un percorso individuale di crescita.

Momento indimenticabile del loro amore resta senza dubbio quello in cui Toni e Veronica durante la seconda stagione corrono a salvare Cheryl rinchiusa dalle Sorelle della Pietà Silente perchè considerata da riformare per il suo essere lesbica.

La scena in cui Toni e Cheryl si baciano sovrapponendosi alle scene che scorrevano alle loro spalle in cui si cercava di “curare” i gay è l’emblema di ciò che l’amore è.

Far sentire sbagliati i propri figli, fratelli, amici per ciò che sono e per chi amano è un qualcosa di disumano e di ingiusto.

Non si sceglie chi amare, si ama e basta, senza alcun tipo di condizione, riserva o limite e quella sovrapposizione resterà per sempre scalfita nella mia mente.

Daphne e Simon (Bridgerton)

Bridgerton è una piccola perla che, purtroppo, non è stata apprezzata così tanto dalla maggior parte delle persone che, ahimè, si son concentrare più sulle scene in cui si vedevano i pettorali del Duca di Hastings che sulla storyline profonda che c’è dietro.

Non la considero affatto una serie tv di intrattenimento perchè fornisce degli spunti interessanti da non sottovalutare, Simon e Daphne insieme son cresciuti, si son trasformati e hanno imparato a sentire l’amore, quel tipo di amore non facilmente trovabile e che, quando ti scopre e ti fa uscire dall’ombra, non ti permette di tornare indietro nemmeno volendo.

Non voglio spoileravi molto o darvi una chiave di lettura diversa arbitrariamente perché vorrei che guardaste la serie, anche una seconda volta, aprendo mente e cuore e capendo che l’apparenza inganna spesso e che bisogno andare oltre il proprio naso.

Daphne e Simon non sono quello che sembrano, sono molto altro, hanno una complicità e una sintonia talmente genuine da non poter passare inosservate.

Riscopriteli e innamoratevi di loro come loro due hanno scoperto di appartenersi da sempre, non ve ne pentirete.

E con questa ultima forma di amore ho concluso questo piccolo tributo ai sentimenti in questo Valentine’s Day.

E voi cosa avete fatto oggi o cosa farete stasera?

Ricordate che l’amore non esiste solo nel Valentine’s Day e che il vero amore si trova nelle piccole cose, nei dettagli di tutti i giorni.

Happy Valentine’s Day!

Valentine's Day

Irene

Commenti disabilitati su Valentine’s Day: tutto l’amore che ho (serie tv edition)

Salve, sono Irene e non ho mai amato definire la mia persona e ciò che faccio. So solo che ciò che viene scritto, nel momento stesso in cui viene composto, non è più solo mio ma anche di chi legge. Sono curiosa di sapere in che modo lo sarà. Meglio nota come vulcano d'idee o l'Arti(coli)sta per un chiaro e semplice motivo: la scrittura è il mio elemento, l'arte che mi scorre nelle vene, il modo più realistico e spontaneo che ho di vivere.