Crea sito
Blindspot,  Recensioni,  Telefilm

Blindspot – Recensione 3×17

BLINDSPOT MI LEVA LA VITA.

Sì, lo so, erano ormai SECOLI che non iniziavo una recensione lasciandomi andare al 100%, infatti usavo sempre la solita intro, ma oggi i miei occhi hanno visto cose che voi umani non potete neanche immaginare. L’unica e sola gioia di questa bellissima ma ORRIBILE serie tv aveva un nome, ROMAN (Luke Mitchell), e oggi sono riusciti a DETURPARMI anche quella!

NO!

Iniziamo in fretta questa recensione che sennò scrivo un papiro egiziano.

NESSUN “ANOTHER ATTACK IN NEW YORK”

Quando in Blindspot nessun terrorista vuole far saltare in aria la grande mela, un titolo in grassetto mi sembra davvero il minimo sindacale. Oggi, infatti, la storia è roteata attorno a Crawford.
Tutta la squadra, compresa Avery, è stata ad un passo dall’acciuffarlo ma alla fine il tutto si è concluso con un nulla di fatto… PER COLPA DI ROMAN.
CHE COSA È SUCCESSO?

Jane, Tasha e Weller sono riusciti ad infiltrarsi al gala organizzato da Crawford e tra i partecipanti non solo il riccone ma anche Blake e il mio bimbo bellissimo Roman.
Il suo piano era evidentemente giunto al capolinea: Crawford doveva essere arrestato e giustizia per le vittime innocenti doveva essere fatta. L’unica cosa che Roman doveva fare era

STARE FERMO.

STARE FERMO.

SOLO STARE FERMO.

E invece ha mandato a quel paese il suo piano per BLAKE. 

NO

NO

PROPRIO NO

Innanzi tutto Blake crede che Roman si chiami Tom, e di certo lui non può vivere la sua vita avendo due personalità, anche se, parliamo chiaro, lei non se ne accorgerebbe. Okay che io e Martina con Roman abbiamo L’ESCLUSIVA, ma se proprio dobbiamo vederlo innamorato non vorremmo che la fortunata sia BLAKE! Nulla togliere alla ragazza, ma è una perfetta rincoglionita. Vive nel Paese della Meraviglie e vomita arcobaleni. PARLIAMO DELLA MENTE CRIMINALE PIÙ ASTUTA E SEXY DI SEMPRE, come minimo per lui voglio una donna come Patterson! [IN MEMORIA DELLA SCENA DELL’ASCENSORE].

Blake sfodera quattro paroline sdolcinate e lui le crolla in ginocchio rivoltandosi contro la sua stessa famiglia. Certo, non c’erano ottimi rapporti ma, se non se ne fosse accorto, Roman sta facendo a Blake quello che Jane ha fatto per lui: MENTIRE PER PROTEGGERLA.
Roman, amore mio, ma che cazzo fai?

JELLER + AVERY

Nonostante la mia fiducia in Avery continui a scarseggiare, la bella famigliola riunita che aspetta Kurt con gli hamburger vegetariani è da lacrime.
Continuo a pensare che i famosi Jeller siano stati messi da parte e questa calma nel loro rapporto proprio non mi convince. Pensateci bene: JELLER e GIOIA sono due parole che possono essere usate nella stessa frase?
Sì, penserete voi. Peccato che per ogni scena che ci ha fatto battere il cuore arrivava un Kurt che pensava di aver ucciso Avery, quindi dato che da diversi episodi c’è questa specie di calma estenuante, CHE – COSA – STA – PER – SUCCEDERE ?
#SaraELeParanoieDettateDallaPaura.

TASHERSON (?)

Una delle persone in questo episodio a cui avrei staccato la testa è proprio la nostra amata Patterson. Ma come diavolo ti viene in mente di cercare di far fuori Tasha?!
Io capisco il dolore e anche un atteggiamento bambinesco, ma non quando sei nell’FBI e stai cercando di prendere Roman e Crawford!
Andiamo Patterson, ma che cosa ti dice la testa?
Queste due bambine dispettose DEVONO fare pace, e spero che succeda molto presto anche perché dopo il discorso tra Jane e Tasha (L’AMORE), forse a Patterson si è riaccesa la lampadina della lume della ragione.
IO CI CREDO FERMAMENTE.

RAPATA

Io non so se ridere o piangere con questi Rapata del cavolo, perché dai una sofferenza come questa mi ricorda niente di meno che i Delena (e non voglio che il loro amori sbocci alla quarta stagione, perché io prima ammazzo chi ha preso questa decisione e poi mi ammazzo da sola).
Dopo che Reade si è rimangiato il bacio dando la colpa agli antidolorifici ero convinta che Tasha avrebbe dato la colpa all’alcool, ma la mia bambina è stata bravissima.
Finalmente ha detto a Edgar la verità: quello che prova non può essere ignorato o rimangiato e anche se questa situazione TREMENDA mi spezzerà il cuore la posizione presa da Zapata mi rende fiera di lei. Piuttosto Reade mi ha deluso molto:

Possiamo far finta di niente?

Lei ti ama razza di idiota, e non è una persona falsa a tal punto da piantarsi un sorriso sulla faccia per tutta la vita e farti da testimone al matrimonio quando quella con il velo vorrebbe e sopratutto DOVREBBE essere lei!
Reade capirai che sei innamorato di Tasha entro il 2019?

Un secondo che si perde il contatto radio con la ragazza e arriva la crisi di nervi:

RECUPERA IL SEGNALE PATTERSON!

Quando vi vorrei ricordare che mentre la sua fidanzata si aleggiava in un palazzo pieno di terroristi lui le ha detto:

TI HO DETTO DI RIMANERE NELLO SGABUZZINO.

VOGLIO DIRE…

MARTINA

(ATTENZIONE AGLI SPOILER della 3×18)

Davvero?
Pensavate che in un’intera recensione non avrei parlato affatto della mia Partner in Crime e la ragione del mio sabato notte (non sentirete altre volte da me queste parole ma, per questa volta, non pensate male) o domenica pomeriggio?
NON CI CREDO.
Oggi infatti l’ho un po’ trascurata, l’ho nominata appena una volta, quindi recuperiamo subito dedicandole un bel paragrafo.

Allora, Marty è la mia ragione di Blindspot e tutto pensavo tranne che alla fine episodio avrebbe girato il coltello nella piaga. Ci siamo lasciati con Roman che manda dei messaggi a vari sicari per UCCIDERE il nostro amatissimo Team, e io mi sono auto inflitta la visione del trailer del prossimo episodio, che per inciso è questo:

Insomma come potete vedere Reade non se la passa benissimo, piango l’anima se gli succede qualcosa, e sulle ali della disperazione ho cercato conforto in lei, LA MIA GIOIA, e quello che mi dice è:

AHAHAHAHAHAHAHAHAHHA

NO.

Il mio amore per la mia (e di Roman) collega è sconfinato, e per quanto lei sappia che sono una ruffiana di primo ordine, sa che è vero ma giuro che quando ho letto questo messaggio il mio cervello è andato in tilt, infatti ho preferito oscurare i messaggi successivi.
Vi dico solo che io stanotte ho sognato TASHA ZAPATA e lei PATTERSON E ROMAN (vestito, mi ha deluso molto). STIAMO BENISSIMO.

SONO SOLO LETTERE?
IL MESSAGGIO SUBLIMINARE CI DICE CHE QUALCUNO ABBANDONERÀ IL TEAM DAVVERO?
CHI SARÀ QUESTO QUALCUNO?
CHE ANSIA È MAI QUESTA?

Tutta questa sofferenza non troverà pace a breve, infatti come se fossimo chiusi in una qualche prigione segreta della CIA, Blindspot ci TORTURA TORNANDO TRA

20

MALEDETTI

GIORNI.

Al momento possiamo fare poco e niente, ma posso assicurarvi che Martina tornerà puntuale come un orologio svizzero qui con voi a parlare del prossimo episodio di questa strepitosa (e straziante) serie tv.

-Sara

 

Commenti disabilitati su Blindspot – Recensione 3×17

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!