Empire: lo showrunner parla di come la situazione di Jussie Smollet abbia influito sulla serie

Sono trascorsi più di tre mesi dall’ultimo episodio di Empire ma la serie della Fox è tornata mercoledì con gli ultimi nove episodi della quinta stagione e Brett Mahoney, lo showrunner, durante un’intervista con Entertainment Weekly ha parlato di come la situazione di Jussie Smollet abbia influito sulla serie

L’ultimo episodio di Empire è andato in onda a dicembre ma due giorni fa lo show è ritornato con gli ultimi nove episodi della quinta stagione anche se il nome della serie è stato sulla bocca di tutti a causa della situazione di Jussie Smollet che è stato accusato di aver presentato un rapporto falso alla polizia  polizia derivante da quello che inizialmente sembrava essere un attacco razziale e omofobico contro l’attore. La Fox e il team creativo hanno continuato a supportare Smollett tra i suoi problemi legali ma alla fine hanno preso la decisione di escludere sia lui che il suo personaggio, Jamal, dagli ultimi due episodi della quinta stagione dato che i sette precedenti erano già stati girati.

Prima del ritorno di Empire, Brett Mahoney, lo showrunner della serie, ha chiacchierato in esclusiva con Entertainment Weekly, rilasciando pubblicamente per la prima volta delle dichiarazioni in merito a quanto abbia inflluito la situazione di Smollett nello show ed in merito al futuro della serie e agli episodi “avvincenti” che arriveranno.

Entertainment Weekly: Quali sono state le ultime sei settimane per te e per lo spettacolo?

BRETT MAHONEY: è stato un emozionante ottovolante. Hai qualcuno nella tua famiglia che sta attraversando questo, mentre allo stesso tempo, stiamo girando gli episodi finali della stagione che sono anche solo intensi emotivamente. Quindi era molto da affrontare ma siamo davvero concentrati solo sul finire bene. Siamo nella nostra ultima settimana di produzione e sono davvero orgoglioso del lavoro svolto in questa stagione e spero che i fan si terranno davvero impegnati davvero con questi nove episodi.

Sei sul set mentre parliamo, quindi come è stato l’umore? Stai solo cercando di ignorare il rumore esterno e creare il miglior prodotto possibile?

Assolutamente. Naturalmente, non posso dire che le persone non stiano pensando a cosa succede intorno a loro e a cosa ci sia nelle notizie e cosa stia succedendo con Jussie, ma il cast e la troupe sono tutti professionisti e si concentrano solo sul finire bene.

Ci sono state così tante speculazioni e resoconti e forse anche qualche segnalazione errata su tutto ciò che accade nello show, quindi c’è qualcosa che vorresti chiarire o condividere in modo specifico?

Mi sento come se ci fossero state molte voci e persone che diffondevano cose e informazioni diverse là fuori, e molto di ciò che non vedo nella mia vita di tutti i giorni. Penso che il cast e la troupe siano davvero concentrati sul lavoro e tutti si sentano bene con il lavoro che stiamo facendo e speriamo di poter essere giudicati per quel lavoro. Tutti sono veramente concentrati nel portare a casa questi episodi, nonostante tutto quello che succede intorno a noi. Inoltre, non lo vedo come qualcosa che divida le persone, più come mettere insieme le persone, riunire il cast e la troupe in termini per fare questo.

A proposito di cose fatte, hai dovuto rielaborare la fine della stagione per spiegare che Jussie non faceva parte degli ultimi due episodi, quindi cosa hai fatto di ciò che avevi già programmato e che tipo di riscrittura hai dovuto fare?

È stata sicuramente una chiave inaspettata dover eliminare il personaggio Jamal da quegli ultimi due episodi, solo perché è una parte importante dello show. Ma, fortunatamente, abbiamo un ensemble così forte e così tante storie da raccontare. Così spesso quando arrivi verso la fine della stagione, ho talmente tante storie da raccontare che a volte dover prendere qualcosa significa avere spazio per qualcos’altro di cui sono appassionato, quindi siamo stati in grado di farlo funzionare.

Siete tutti stati messi in una posizione difficile e c’erano molti fattori in gioco, ma la rimozione di Jussie dagli ultimi due episodi si è rivelata l’unica opzione possibile da prendere?

È stata una decisione molto difficile, ma penso in termini di permettere al cast e alla troupe di portare a termine il lavoro senza una grande quantità di interruzioni in termini di giorno per giorno e lo stress giorno per giorno e, inoltre, permettendo a Jussie di avere il tempo per affrontare realmente ciò che ha dovuto affrontare e concedergli il tempo per concentrarsi e preparare il suo caso, questa sembra la decisione logica da prendere.

Dove si trova ora tutto questo? Sei solo in attesa e vedi la modalità in termini di futuro per la presenza di Jussie in Empire o hai pensato alla possibilità che lo show andasse avanti senza di lui?

Si tratta di fidarsi del processo e permettere che il processo legale si svolga e vedere dove va da lì. Ed è troppo presto per pensare a cosa dovremmo fare se non avessimo Jussie. Abbiamo un ensemble così forte e abbiamo così tante storie da raccontare per tutti questi personaggi affascinanti che è più grande di un personaggio ma è troppo presto per pensare allo spettacolo senza di lui.

Passando a quello che possiamo aspettarci dal ritorno dello show, dove ci troveremo all’inizio della première della seconda metà di stagione?

Raccogliamo letteralmente in tempo reale dopo la bomba che Kingsley ha fatto cadere sulla famiglia. È Cookie (Taraji P. Henson) che tira via Lucious e lo affronta, e poi loro decidono come devono procedere insieme. Cookie dice a Lucious, se dobbiamo abbattere Kingsley, questo è ciò che faremo per proteggere la nostra famiglia e l’impero. Lei chiede se Lucious è giù per quello e lui dice che lo è.

Lucious dice che è giù per affrontare Kingsley, ma che aspetto avrà questa relazione ora che entrambi conoscono la loro connessione? Alla fine è ancora il sangue di Lucious, che è qualcosa che è stato così legato e motivato da tutta la serie. Combatterà con quello?

Esattamente, la domanda che stai ponendo, ed è proprio perché conosci quel personaggio, Lucious Lyon. Questo ragazzo è suo figlio e non può ignorare il proprio sangue, e nonostante possa essere un problema per Cookie e gli altri suoi figli, non può ignorarlo. Per Kingsley, nel conoscere Lucious, sta imparando che questa narrativa di cui è stato nutrito per tutta la sua vita da sua madre può essere o non essere stata vera. Quindi Kingsley ha bisogno di mettere in discussione tutto ciò che ha imparato crescendo, e ora Lucious deve raggiungere l’uomo, il suo nemico, quando in realtà è qualcuno che potrebbe amare e abbracciare.

Kingsley potrebbe davvero essere un nemico più potente ora che la sua vera identità è nota al mondo?

Penso che sia più simile a quando Kingsley è uscito in famiglia, ora è difficile per la famiglia avere a che fare con lui con i guanti, come potrebbero fare con qualcuno fuori dalla loro famiglia. Devono trattarlo in modo diverso perché è quasi come un nemico dentro. Andre ha una battuta dove dice: “Se sta dicendo la verità, io dico che lo trattiamo come una famiglia…gli rompiamo il culo”.

Passando a Jamal, abbiamo lasciato lui e Kai a un bivio con Jamal che sembrava scegliere la sua famiglia per il suo fidanzato, quindi dove riprendiamo con loro e qual è la dinamica attuale lì?

Sarà una lotta per loro nella seconda metà della stagione. Considerando che hanno avuto questa vita idilliaca a Londra, ora sono qui a New York e Jamal è tornato con la sua famiglia e cosa significa per Jamal essere un Lione? E Jamal è stanco di scusarsi per essere un Lione? E spetterà a Kai accettarlo o dovranno fare i loro diversi modi? E per Kai, riuscirà a farsi un’idea di cosa significa in realtà essere un Lione, e deve prendere una decisione per se stesso se vuole essere associato alla famiglia.

Abbiamo visto per l’ultima volta Andre in un flashforward dove sembrava essere sul suo letto di morte, quindi dove – e quando – riprendiamo con quella trama?

In questi nove episodi non avremo più flashforward quindi recupereremo tutti quelli che abbiamo visto nei nove episodi precedenti. Quindi quella scena che abbiamo visto di Andre è molto vicina al nostro episodio finale.

E con te che stai lavorando al finale, puoi dire definitivamente quando verremo a conoscenza di chi si trova in quella bara? Il finale sarà basato su questo?

Ci sono suggerimenti e avremo la risposta alla domanda nel finale.

Hai introdotto questo mistero nella premiere della stagione quindi hai conosciuto l’identità della fatalità dall’inizio o l’hai capito mentre andavi avanti?

Ho sempre avuto un paio di candidati per chi potrebbe essere nella bara. E ci sono stati diversi luoghi nella stagione in cui siamo andati avanti e indietro su chi sia effettivamente. E abbiamo avuto discussioni nella stanza dello scrittore ma per quanto riguarda la trama, ci sono sempre stati un paio di candidati ed è uno dei nostri candidati.

Quindi ti sei ufficialmente rinchiuso nell’ultimo candidato sfortunato?

Esattamente. Perché non è una bara per due [ride].

Che altro dovremmo aspettarci dagli ultimi nove episodi?

La direzione è, fai attenzione a ciò che desideri. Hai l’Empire ma a quale costo? Quello che abbiamo visto all’inizio di questo è che la famiglia è stata davvero riunita in questa lotta per riavere l’Empire, ma ognuno di loro ha una visione diversa di ciò che dovrebbe essere. E Cookie vuole davvero che l’Empire sia migliore e questo sarà un fattore di stress nella sua relazione con Lucious e una prova per il loro matrimonio. Perché mentre l’Empire è spesso una cosa meravigliosamente grandiosa, per alcuni è anche una specie di veleno. E quello che vedremo anche è che i ragazzi diventano uomini e creano le loro famiglie.

Infine, ti stai preparando agli ultimi giorni delle riprese della quinta stagione e non hai ancora ottenuto un rinnovo ufficiale per la sesta stagione quindi ti senti abbastanza sicuro che sarai in grado di continuare questa storia?

Ne sono fiducioso So che la rete e lo studio sono davvero contenti di ciò che abbiamo fatto in modo creativo in questa stagione. Non sono sorpreso che non abbiamo necessariamente una ripresa a questo punto, perché penso che per la scorsa stagione abbiamo aspettato fino a maggio. Tutte le indicazioni che ho sono che ci saremo. E abbiamo così tante di quelle storie da raccontare quindi non posso immaginare che non saremo in grado di raccontarle.

Come discusso in precedenza, ci sono state voci in giro, ma sembra che tu non abbia mai messo alcun titolo nel suggerimento che il recente dramma potrebbe mettere a repentaglio lo show?

No, non l’avrei mai immaginato.

Per quanto riguarda la questione Smollett, invece, ci sono degli aggiornamenti dato che la star di Empire è apparsa in tribunale ed ha presentato una dichiarazione di non colpevolezza e dovrà poi presentarsi in tribunale il 17 aprile.

Ecco la dichiarazione risalente alla scorsa settimana di Mark Geragos, l’avvocato di Jussie Smollet:

L’accusa non è stata inaspettata. Sapevamo che non c’era modo di esporre le loro prove a una messa in onda pubblica e sottoporre i loro testimoni a un controinterrogatorio. Ciò che è inaspettato, tuttavia, è l’eccessivo numero di capi d’imputazione (16) contro Jussie. Questa accusa ridondante e vendicativa non è altro che un disperato tentativo di fare notizia per distrarre dall’inchiesta interna avviata per investigare l’oltraggiosa divulgazione di false informazioni da parte del Dipartimento di Polizia di Chicago e l’inviolabile e illegale invasione della privacy di Jussie nel manomettere le sue cartelle cliniche. Jussie mantiene risolutamente la sua innocenza anche se le forze dell’ordine lo hanno derubato di quella presunzione.

Aspettavate con ansia il ritorno di Empire per sapere come terminerà la quinta stagione?

Irene

Fonte: Entertainment Weekly

Precedente Kit Harington ed Emma Stone come ospiti al Saturday Night Live Successivo Lea Michele e Zandy Reich nuov sposi! Ecco tutti i dettagli sul matrimonio