Crea sito
How to Get Away with Murder,  Recensioni,  Telefilm

How To Get Away With Murder – Recensione 5×12

Ciao a tutti ragazzi e bentrovati in una nostra nuova recensione di How To Get Away With Murder! Oggi parleremo di “We Know Everything”, un episodio che mi ha tolto anni di vita per vederlo ma che è stato assolutamente bellissimo.
Ad ogni modo, i miei problemi con lo streaming da un mese a questa parte (che guarda caso combaciano perfettamente con la sessione all’università, se volete chiamatelo un segno divino), non mi hanno certo impedito di vedere gli ultimi sviluppi dei Keating 4 ormai tornati 5.
Direi che abbiamo blaterato abbastanza, diamo un taglio alle chiacchiere e iniziamo subito questa recensione!

Iniziamo parlando di Gabriel Maddox che, mai come oggi, aveva un volto da cucciolo smarrito che proprio non gli si addice, anche se io proporrei una verifica microfoni a Gabriel un po’ più spesso. Okay, molto, molto più spesso.
Tornando a noi, Gabriel è stato accusato di TERRORISMO, e giuro di essere tornata indietro un paio di volte prima di rendermi conto di aver sentito e letto davvero bene. Ero assolutamente sconvolta ma non troppo, sono pur sempre 5 anni che seguo questa serie.
Annalise non ha impiegato molto a far cadere le accuse contro Gabriel con tanto di scuse delle corte, anche se per farlo ha rivelato le sue “fonti”.
Le telecamere a casa di Gabriel hanno salvato il lato B del ragazzo, ma come al solito quello che riceve Annalise sono soltanto polemiche piuttosto che ringraziamenti.
Capisco l’invasione della privacy e tutto, ma possibile che nessuno mai ringrazia la donna che, come ha detto proprio lei oggi, non uccide ma ripulisce solo i loro casini?
Gabriel si aggiunge ad una già lunghissima lista di nomi e lui, proprio come gli altri, alla fine obbedisce a testa bassa agli ordini della nostra queen perché senza lei morirebbe dietro le sbarre.
Gabriel è stato dunque battezzato mentendo all’FBI per “sdebitarsi” con Annalise, anche se i federali non l’hanno bevuta fino in fondo.
Purtroppo hanno capito che tutti mentono, non solo Gabriel, ma sanno che dietro Annalise esiste un turbinio di bugie che per stargli dietro servirebbe solo la vera e propria Shonda.

A proposito di ringraziamenti, vogliamo aprire il paragrafo Frank, Nate e Bonnie?
Non sono sicura di voler iniziare questa crociata perché oggettivamente qualcosa nelle loro menti non funziona, se quel qualcosa c’è mai stato, è ovvio.
Dopo tutto quello che Annalise ha fatto per loro vogliono pure pugnalarla con il suo consenso ed io mi chiedo: che cosa gira in quelle teste, un criceto su una ruota?
Fortunatamente Annalise è riuscita a girare la situazione a suo favore, come fa sempre del resto, ed anche se adesso dei sospetti ricadono su di lei, nella gigantesca lavagna dell’FBI appare anche la governatrice!
Annalise le aveva spiegato quanto potesse essere grande il suo potere ma lei quasi non ci aveva creduto, ed anche se il piano non è completo almeno è iniziato.
Sulla lavagna c’è la sua foto e il suo nome.
L’FBI è sulla buona strada, ma possono essere più furbi di Annalise?

Ora non mi resta che darvi appuntamento alla prossima settimana, dove la sessione sarà finita ed io tornerò questa volta veramente PUNTUALE.

How to Get Away With Murder Italia

-Sara

Commenti disabilitati su How To Get Away With Murder – Recensione 5×12

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!