Crea sito
iZombie,  Recensioni,  Telefilm

iZombie – Recensione 4×11

Ciao ragazzi, benvenuti in questa tristissima recensione di iZombie.

Insane in the Germ Brain

penso si possa realmente descrivere in un solo modo:

Era dai tempi del funerale di Liz Forbes che non piangevo così di fronte ad una serie tv, quindi perdonatemi se la recensione non sarà lucida e professionale come ogni settimana. Sono in lutto e credo lo sarà l’intero articolo.

Come avrete intuito la prima cosa di cui voglio parlare è proprio Isobel. Sì perché se l’intero episodio è stato concentrato sull’argomento della perdita in diverse sfaccettature, la sua è stata sicuramente la più dolorosa e difficile.

Voglio fare davvero i miei complimenti agli autori per il modo in cui hanno gestito questo meraviglioso personaggio e le sue interazioni con i personaggi. In particolare modo con Ravi.

L’intero episodio è stato cerato per prepararci alla sua dipartita allo stesso modo in cui lo è stato per i protagonisti ma proprio come loro, nel momento della vera e propria perdita a nulla è servito aver creduto per più volte che lei fosse già morta, è stato comunque straziante.

E la scelta di farlo accadere proprio nel momento in cui Ravi si è presentato a casa sua con l’elmetto per insegnarle a guidare è stato il colpo di grazia.

Non ho potuto dirle addio.

È quello che dice verso il finale, il suo più grande rimpianto e Rahul è stato così bravo da farci provare il suo dolore, farci sperare che improvvisamente il gene zombie facesse effetto ed Isobel riaprisse gli occhi.

Credo sia stato molto bello, ed allo stesso tempo una mossa davvero crudele da parte degli autori, farla ricongiungere con sua madre. Sarebbe stato bello se quella felicità che Liv aveva lottato tanto per farle avere fosse durata ancora un po’ e che il suo personaggio potesse accompagnarci ancora, almeno fino alla fine della stagione (dato che mancano solamente due episodi).

In poco tempo Isobel è riuscita a dare tanto allo show e sono estremamente addolorata dalla sua morte. La sua, insieme a quella di Lowell sono sicuramente quelle che mi hanno toccata maggiormente in iZombie.

La sua dipartita inoltre è anche la fine della cura. Forse.

Ho una teoria un po’ bizzarra che potrebbe essere un’espediente narrativo molto interessante, in grado di non far morire la speranza di una cura insieme a lei. Insomma, credete davvero che il suo personaggio sia stato introdotto con il solo scopo di farci soffrire?

Quando gli autori hanno inserito un personaggio in grado di resistere al virus credo che avessero qualcosa di molto più grande in mente e sono certa che la sua morte sia solo l’inizio. La ragazza infatti ha esplicitamente chiesto a Liv di nutristi del suo cervello per far sì che non venisse dimenticato, che i suoi ricordi non si mescolassero a quelli di innumerevoli sconosciuti e che i suoi ricordi potessero vivere ancora, all’interno di una persona alla quale voleva bene e che sapeva li avrebbe custoditi. Ora, non credete anche voi che quel cervello possa nascondere la chiave per la cura?

E se fosse proprio il suo cervello la cura? Pensateci. Se Liv lo mangiasse e tornasse umana?
Sarebbe sicuramente un trauma per tutti noi, ma sento che sarebbe possibile. Voi cosa ne pensate?

Non posso credere di aver pianto la dipartita di un personaggio come Isobel per niente. La sua morte deve essere servita a qualcosa, per forza.

 

Nonostante sia stata la più dolorosa comunque, Isobel non è stata l’unica morte dell’episodio. Dopo il “classico caso” che ci viene riproposto ogni settimana, abbiamo visto morire uno dei ragazzi “anti-zombie”, nel tentativo di uccidere fratello Amore, ed uno dei suoi discepoli.

Nulla di importante a livello emotivo (di trama sì, visto che è il primo passo di una rivoluzione guidata da un video che inneggia l’odio e la guerra), mentre la morte nella squadra di Major è stato sicuramente un altro colpo per noi. Personalmente non ero molto affezionata ai suoi ragazzi ma non ho potuto fare a meno di sentire un profondo dispiacere, soprattutto perché quel povero ragazzo stava solamente cercando di difendere la ragazza per la quale provava qualcosa. Anche questa morte però, come le altre di cui abbiamo già parlato, non è stata altro che un espediente narrativo per cambiare la trama. Major infatti, che fino ad un episodio fa era dalla parte assoluta di Chase, tanto da andare contro agli ideali della donna che amava, si ritrova ancora una volta a dover affrontare la morte dei ragazzi che ha “in custodia” e ci basta uno sguardo per comprendere che quello è il suo punto di rottura. Il punto in cui termina la sua fiducia e la sua lealtà nei confronti dell’uomo che fino a qualche minuto prima stimava.

Sento che questo porterà Major nuovamente dalla parte di Liv e mi chiedo cosa significherà per Levon.

Rimanendo sul tema perdita poi, abbiamo le due relazioni principali dello show: Peyton e Ravi, e Clive e Dale.

Entrambi sembrano essere sul filo del rasoio per motivazioni diverse. I primi potrebbero essere divisi dalla distanza, dal fatto che Peyton potrebbe rimanere lontana da Seattle e a dire la verità sarebbe anche giusto. I suoi genitori, così come Ravi hanno ragione, anche se io non posso far altro che sperare che lei mantenga la sua promessa e torni ad essere parte della nostra amata ship.

I secondi, a causa di ciò che Clive ha detto nello scorso episodio e del quale Dale è venuta a conoscenza. Anche qui, come per la prima coppia, abbiamo un gesto di altruismo, un sacrificarsi per l’amore dell’altro sapendo che non si è in grado di dargli ciò che vorrebbe ma Clive sembra già aver trovato riparo in altre braccia. Okay che avevano una relazione aperta, ma voi cosa ne pensate di questa sostituzione a super velocità?

Fatemelo sapere lasciando un commento e soprattutto, fatemi sapere cosa ne pensate delle mie teorie e quali sono le vostre!

Io vado a piangere la morte di Isobel in un angolo.

Alla prossima settimana,

Veronica.

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.