Lucifer,  Recensioni,  Telefilm

Lucifer – Recensione 6×09

Buongiorno ragazzi e benvenuti alla recensione della 6×09 di Lucifer! Manca davvero poco al finale di stagione e ormai stiamo arrivando al succo della questione. La domanda è sempre la stessa: cosa succederà? Cosa manderà Lucifer tra la Decima e Swanson e lo farà sparire dalla vita di Rory?

In questo episodio ce lo diranno e non ce lo diranno, in realtà. Sinceramente, quando all’inizio hanno parlato di loop ho pensato che potessero defilarsi, usare una becera scusa per cui Lucifer deve sottomettersi a quello che è il volere del destino. Ma quello che ho visto mi ha ricordato una cosa. All’istante.

Per i fan di Doctor Who, tre parole: The Bootstrap Paradox.

Andiamo con ordine perché ogni personaggio sta concludendo la sua linea temporale, il suo cambiamento e sta finalmente avendo un epilogo. E questa 6×09, “Amenadio”, è anche il mio addio a Lucifer, quindi iniziamo.

Lucifer – Recensione 6×09

Tutto comincia all’interno di una prigione. Sembra essere tutto normale: un condannato a morte deve finalmente scontare la sua pena, quando improvvisamente si materializza il suo leone. Così, scopriamo che gli angeli, in assenza di un Dio, stanno cercando di sopperire a questa mancanza esaudendo i desideri degli umani senza discernimento alcuno.

Dan

Un personaggio a cui è stato dato un grosso spazio in questo episodio è stato Dan. Da diverso tempo sta combattendo il suo personale senso di colpa: negli episodi precedenti abbiamo scoperto che Dan, non avendo subito la tortura nel loop infernale, non sa esattamente cos’è che gli manca, cos’è che gli impedisce di andare in paradiso. Parlando con Maze, però, riesce a ricordare che questo senso di colpa a che fare con chi l’ha ucciso. Perciò, nella prima scena di quest’episodio lo vediamo nella cella nel suo aguzzino.

Quando riesce a scappare, si ferma in un minimarket dove ha uno scontro con il commesso. Dan è presente e, nel tentativo di aiutare il povero commerciante, si impossessa del corpo del suo assassino. Così, gli si presentano due scelte: può scappare per tutta la vita, ricominciare da capo ma guardarsi sempre le spalle come un uomo disonesto, oppure costituirsi e passare il resto della sua vita in carcere, soffrendo in un eterno purgatorio. 

Ma ecco che un saggio Lucifer gli suggerisce di spendere il tempo che gli rimane nel modo più giusto, passandolo con i suoi cari. L’unica persona che Dan aveva evitato era sua figlia, Trixie. E questo perché lei non poteva vederlo, sentirlo, mentre lui invece poteva osservarla disperarsi e sentire la sua mancanza.

Quando Dan parla con Trixie nel corpo di Rob Benedict, scopre che Trixie ha una grande stima di lui, che non lo considera una persona imperfetta come lui si è sempre ritenuto: il poliziotto corrotto, l’uomo imperfetto, il padre non adatto. Trixie non l’ha mai visto in questo modo e quindi, una volta avuta questa consapevolezza, Dan ha potuto riposare in pace in Paradiso ed essere avvolto dalla luce della Città d’Argento.

Chloe e Rory

Anche prima di questa 6×09 Lucifer aveva preso consapevolezza di non voler essere Dio. Non è la sua vocazione, non lo è mai stata, e parliamoci francamente, l’unico motivo per cui aveva voluto il trono era non darlo a Michael.

Oltre a questo, si trova in un fuoco incrociato, tra l’altro tra due persone che sono sempre state d’amore e d’accordo: Chloe e Rory. La prima è convinta che noi siamo gli artefici del nostro destino: perciò, se lui deciderà di non presentarsi tra la Decima e Swanson, strada in cui Rory sa che sparirà, il futuro si riscriverà e Rory non potrà essere abbandonata. D’altro canto, Rory informa il padre che, per il fatto che lei sia ancora presente nel suo tempo e non sia tornata indietro, sono all’interno di un loop temporale. Quindi lui effettivamente sparirà quel giorno e non potranno fare nulla per impedirlo.

Lucifer, per quanto cerchi di appoggiare l’idea di Chloe, facendosi costruire una panic room in cui rimanere tutta la giornata per poter evitare questo destino, è d’accordo con la profezia di Rory. Decide quindi di trascorrere con sua figlia il tempo che rimane, concludendo la giornata con una gita di famiglia sulla spiaggia.

Rory, però, alla fine si allontana: non vuole dimenticare il ricordo che ha di suo padre, un ricordo che si è creata nell’ultimo giorno insieme a lui. Non vuole vederlo sparire. Mancano ancora 45 minuti alla fine della giornata; lui e Chloe decidono di entrare nella panic room. Devo dire che è stato un momento molto toccante, soprattutto a livello registico e attoriale: sono riusciti a far capire come il tempo sia passato velocemente perché i Lucifer e Chloe si bastano. 

Una volta usciti dalla panic room, però, l’angoscia li assale: Rob è in libertà e ha preso Rory. Vuole che Lucifer la vada a prendere, esattamente dove non doveva essere: tra la Decima e Swanson.

Ella e Maze

Quante volte ci siamo chiesti: come passeremo l’ultimo giorno della nostra vita? Quanti direbbero di voler passare l’ultimo giorno con i propri cari e quanti invece vorrebbero scappare da loro destino? E Lucifer cosa fa? Decide di dare un segno del suo amore a tutti coloro che lo circondano.

Tra tutti, Ella è un personaggio che in questi ultimi episodi si è vista crollare il mondo addosso: un mondo fatto di Fede, che però è realtà. Lucifer le ha sempre voluto bene, quasi come una sorella, e glielo ha voluto dimostrare aprendo un fondo per giovani donne che volessero dedicarsi alle alla matematica e alle scienze.

lucifer 6x09

Anche Maze è un personaggio che ha sempre affiancato Lucifer e il loro addio è stato davvero toccante. Il Diavolo la ringrazia e le dice che è la sua migliore amica e Maze capisce che le sta dicendo addio. Così, gli regala una delle sue preziose lame, per proteggerlo un’ultima volta. Capiamoci, è Maze, gli sta praticamente dicendo “ti sto regalando una parte di me ovunque tu andrai”.

Gli addii ad Ella e Maze sono stati decisamente una degna conclusione.

lucifer 6x09

Amenadiel

Ma non dimentichiamoci del personaggio citato nel titolo, Amenadiel.  È sempre stato l’angelo più assennato, il grande punto di riferimento per tutti.

Ci siamo quasi sorpresi nella quinta stagione nel vederlo mettersi da parte a favore di un Lucifer come nuovo Dio; ma, in realtà, Chloe ha espresso il pensiero di molti fan. Lui è sempre stato quello più paterno e giudizioso, chi meglio di lui può regolare l’universo?

lucifer 6x09

Tra l’altro, Amenadiel ha sempre cercato di voler cambiare le cose: lo fa all’interno del dipartimento, lo ha fatto nel voler fare la propaganda al diavolo come nuovo Dio.

Un personaggio che, nonostante sia sempre molto ancorato alle sue regole, è anche profondamente anarchico e si schiera a favore della giustizia. Anche quando giustizia e potere non coincidono. Chi meglio di lui può capire entrambe le facce della medaglia? Chi meglio di lui può essere Dio?

lucifer 6x09

Ed è qui che termina la mia recensione della 6×09 di Lucifer! Tenetevi alle poltrone ancora un po’, manca l’ultimo episodio, che si presagisce a dir poco WOW.  Nel frattempo vi invito a passare nella nostra pagina Facebook e leggere le nostre precedenti recensioni di Lucifer.

-Fabiola

Mi chiamo Fabiola, sono un'appassionata di cinema e serie tv proprio come voi, con un'insana ossessione per le gif, proprio come ogni fan di Supernatural. Ho studiato inglese e russo, marketing e mi piacerebbe andare sulla Luna, non è che avete un biglietto in più?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.