Crea sito
Chilling Adventures of Sabrina,  Recensioni,  Senza categoria,  Telefilm

Chilling Adventures of Sabrina – Recensione 1×20

Bentornati streghe e stregoni, con una nuova recensione di Chilling Adventures of Sabrina, ahimè oggi mi tocca un arduo compito: ovvero recensire l’ultimo episodio della prima stagione di questa fantastica serie.

L’ultimo episodio intitolato “Mephisto Waltz” ci ha riservato molti colpi di scena, alcuni prevedibili altri meno, ma tra rivelazioni scioccanti e scelte che hanno spezzato il cuore hai fan (compresa me), iniziamo a parlare dell’ultimo episodio.

 

L’episodio si apre con un racconto biblico, anzi lo spin-off di un racconto biblico: “cosa è accaduto a Lilith dopo la cacciata dall’Eden e di come incontrò Lucifero”.  Dopo la essere stata cacciata dall’Eden,Lillith non se la passa propriamente bene ma a “salvarla” arriva lui, il futuro Signore Oscuro, la Stella del Mattino, il Primo tra i Caduti, l’ Angelo prediletto da Dio,insomma per farla breve Lucifero, che finalmente ci viene mostrato con il suo vero aspetto, e complimenti per l’aspetto perchè dopo averlo visto io ero tipo così:

Comunque Sabrina ha appena scoperto che Lillith è Lillith e che finora è stata manipolata affinché portasse a termine la profezia che avrebbe permesso al Signore Oscuro di riprendere la sua forma semi-angelica e andare a Greendale per mettere in atto l’Apocalisse, cioè aprire le porte dell’inferno far uscire un’orda di demoni e governare sulle streghe e gli umani, ma non è finita qui, perchè ogni Re ha bisogno di una Regina al suo fianco e la persona designata a questo compito è proprio Sabrina.

Zia Zelda mette in atto un piano di difesa e mobilita tutti,piantando paletti di ferro intorno alla casa e mettendo cipolle ovunque, anche se non ho capito il perché delle cipolle.

Intanto Lucifero si presenta al Gray’s Club, e sinceramente Dorian che ci prova con lui è una delle cose più divertenti dell’episodio, e vuole Sabrina e a questo che gli serve Lillith, oltre che guidare le schiere infernali ovviamente. Ed è qui che la Prima Strega capisce che Lucifero l’ha sempre usata come ha fatto Adamo prima di lui.

Sabrina, intanto, vuole delle risposte quindi decide di seguire Lillith che la prepara all’incontro del Signore Oscuro, ma la nostra strega bionda riesce a scalfire l’armatura della strega chiedendole perché accetti tanti soprusi da parte di un uomo, lei che è stata cacciata dall’Eden per non averne rispettato uno.

Il fatidico incontro avviene e, come i migliori cattivi, Lucifero illustra i suoi piani, tra cui la dominazione del mondo e qui che il mio cuore è stato spezzato per la prima volta, infatti, veniamo a conoscenza che Nicholas all’inizio ha avvicinato Sabrina solo perché gli è stato ordinato dal Signore Oscuro, salvo poi innamorarsi davvero della giovane strega.

Mi fidavo davvero di Nischolas e il fatto che abbia tradito così Sabrina mi ha spezzato il cuore.

Ma il tradimento di Nick non è la sola rivelazione che esce fuori dalla conversazione, infatti scoprima che Sabrina non è figlia di Edward Spellaman, ma bensì del Signore Oscuro.

Come se le cose fosse semplici, ci viene rivelato che Sabrina è una sorta di Gesù oscuro che è stata concepita col solo scopo di servire Satana, e come per il fatto del battesimo Hilda lo sapeva o perlomeno lo sospettava, ma ora mi chiedo Edward Spellaman conosceva io piani di Lucifero e ha mandato Diana al macello o ne era all’oscuro? Spero davvero di ricevere risposte nella seconda stagione, perchè finora hanno sempre parlato dell’amore di Diana e Edward mentre adesso lo mettendo in dubbio.

Finalmente Lillith si ribella e aiuta gli Spellman a tendere una trappola al Signore Oscuro ma manco a dirlo il piano fallisce, Lucifero minaccia di uccidere Hilda e Zelda e Sabrina viene costretta a suonare il Corno di Gabriele che aprirà le porte dell’inferno. Ma Satana non sa che Sabrina ha mandato Harvey, Rosalinde e Theo ad impedire che le porte si aprano e sorprendentemente i tre ci riescono.

Dopo il tentato piano Lillith si arrende mentre Sabrina caparbia come al solito trova una soluzione nei diari del padre (Edward Spellman,non Satana) ma ha bisogno dell’intera congrega per metterlo in atto, peccato che l’intera congrega è stata avvelenata da Padre Blackwood che non accettando di inchinarsi davanti Sabrina, scappa portando con se i gemelli.

Il piano di Sabrina prevede di usare la configurazione di Acheronte per intrappolarvi il Signore Oscuro e per farli organizza un’esibizione dove canta una canzone tratta dal Fantasma dell’Opera mascherando l’ incantesimo di prigionia e se ‘inizio il piano sembra funzionare ovviamente va tutto a rotoli.

Il Signore Oscuro si libera ed è pronto a vendicarsi di Sabrina e di tutta la congrega, che si è salvata dall’avvelenamento grazie a Zelda ed Ambrose,ma Lillith lo trattiene e spiega che l’unico modo per trattenerlo è quello di intrappolarlo in un corpo mortale e Nicholas decide di sacrificarsi imprigionando il Signore Oscuro nel suo corpo, prima però ringrazia Sabrina per avergli insegnato ad amare e qui giù di lacrime.

Nonostante Nicholas d’ora in avanti dovrà stare all’inferno, l’episodio i conclude in modo abbastanza positivo:

  • Lilith diventa regina dell’inferno.
  • Zia Zelda diventa capo della congrega che d’ora in poi prenderà il nome di Chiesa di Lillith.
  • Lillith riconsegna a Mary Wardwell il suo corpo. (Mi dispiace solamente per il fatto che Mary ritroverà il suo fidanzato morto)

La stagione si conclude con Sabrina che insieme ai suoi amici promette di andare a riprendersi il suo ragazzo all’inferno.

La recensione finisce qui, in attesa della seconda stagione di The Chilling Adventures of Sabrina, non perdetevi tutti gli aggiornamenti sulla serie, sempre sul nostro blog.

-Giusy.

 

Commenti disabilitati su Chilling Adventures of Sabrina – Recensione 1×20

Sono una nerd a tempo perso, Star Wars e la Marvel sono la mia religione, ma non disdegno il DCEU. Mi riprometto di non iniziare mai serie tv senza aver finito quelle che sto guardando, ma fallisco sempre.