Crea sito
Grimm,  Recensioni,  Telefilm

Grimm – Recensione 6×09

Ciao ragazzi, dopo una settimana d’attesa eccomi finalmente a commentare nuovamente con voi un nuovo episodio di Grimm.
Innanzitutto ci tengo a scusarmi per aver saltato lo scorso episodio ma purtroppo a causa di un guasto al mio fidato amico, il Signor Computer, non ho potuto in alcun modo scrivere la recensione, Non volendo però saltare un altro appuntamento mi sono munita di un vecchio e lentissimo computer, in attesa che il mio resusciti (speriamo prima di Pasqua!) per parlare con voi di “Tree People“.

Parto subito col dire che è stato un episodio molto interessante e che mi ha ricordato vagamente Sleepy Hollw (sia il telefilm che il capolavoro di Tim Burton) ma un po’ lento dal punto di vista della trama principale.
Ad essere sinceri comunque, la cosa non mi sorprende affatto.
Grimm è caratterizzato proprio da questa strana divisione di episodi, una manciata dei quali sono un susseguirsi di colpi di scena e risvolti interessanti per la trama principale e i restanti sono un “tirare avanti lentamente” grazie alle piccole trame secondarie, senza che nulla ci venga davvero rivelato.
Da un po’ di episodi infatti siamo fermi a quegli strani simboli disegnati da Eve e Diana e a quella specie di mostro dello specchio che sembra proprio essere collegato ai simboli. Più che mai in questo episodio abbiamo avuto una staticità su questa situazione che sembra non essersi smossa di una virgola se non grazie a qualche piccolo accenno.
Nello scorso episodio almeno c’è stato qualche risvolto, tale da aver persino spedito Eve all’ospedale riportandoci a quando Juliette era stata lì e soprattutto riportandovi Nick che per qualche istante sembra ricordare i suoi sentimenti per lei. Che ci sia un possibile ritorno per la coppia?
Sinceramente spero di no perchè nonostante molte cose siano cambiate, dopo tutto quello che è successo e soprattutto dopo tutta la strada fatta da Nick ed Adalind la vedrei un’enorme forzatura.
Si, è vero che anche Adalind ne aveva combinate tante, forse più di Eve, prima di finire nel cuore di Nick ed è vero anche che tutto ciò che ha portato Nick e Juliette ad allontanarsi è scaturito da lei ma in questo triangolo abbiamo avuto percorsi diversi e ad oggi, non credo che il percorso di Eve e Adalind possa essere minimamente paragonabile. Non siete d’accordo?
Nick ha impiegato davvero tanto tempo a rendersi conto dei suoi sentimenti per Adalind e quest’ultima ha impiegato ancora più tempo e fatica per arrivare ad essere la persona che ed oggi e alla luce di tutto questo credo sia giusto avere questa coppia come endgame, sebbene non mi dispiacerebbe una sorta di riavvicinamento tra Juliette e Nick che però, vorrei fosse un lasciarsi alle spalle il passato e chiarire tutte le cose che i due hanno lasciato in sospeso e di cui non hanno mai proferito parola l’uno con l’altro, a partire dalla fine della loro storia per arrivare all’omicidio di Kelly.

Coppie a parte comunque, torniamo allo specchio e a ciò che nasconde. Chiaramente quel misterioso ed oscuro essere è collegato al legnetto, a Eve, alla presa della morte, ai simboli e alla morte, ma chi è?
E perchè non è apparso anche a Monroe, dato che anche lui una volta è stato salvato dal misterioso legnetto?
E soprattutto da quale mondo proviene? Ci è stato fatto intuire che si tratta di un mondo diverso e soprattutto di una creatura incredibilmente spaventosa ma sono ancora tante le cose che non sappiamo su di lui.
A dir la verità, non sappiamo quasi nulla.
E’ molto curioso comunque che abbia scelto proprio gli specchi per apparire ai nostri eroi, anche se da sempre gli specchi nella mitologia, sono un portale per una qualche altra dimensione ma mi chiedo se ci sia qualcosa di più significativo sotto questa scelta, soprattutto considerando che è apparso solamente sotto gli occhi di Eve. E se fosse qualcosa che al momento vive dentro di lei? Potrebbe essere plausibile e spiegherebbe anche come mai si è fatto vivo proprio nel momento in cui lei ha chiesto a se stessa chi fosse e cosa fosse diventata (si lo so, è ancora lo scorso episodio, ma avevo bisogno di parlarne con voi), generalmente gli autori non lasciano mai nulla al caso.

Venendo comunque allo strano Wesen proveniente da Sleepy Hollow dell’episodio, ho trovato la storia molto interessante e Monroe molto molto carino con la sua battaglia per la natura e il sentirsi combattutto sul da farsi. Effettivamente, per la prima volta, questa creatura non aveva tutti i torti nel voler giustizia (pensiamo all’esempio fatto da Monroe, noi non avremmo reagito male -anche se non ai livelli dell’uomo albero, spero- se qualcuno avesse fatto certe cose a casa nostra?) ma era compito loro sbarazzarsene per salvare la propria specie, se pur questa non stava facendo la cosa giusta. Certo, a quanto pare non sono davvero riusciti a sbarazzarsene e ho trovato davvero inquietante la scena in cui dall’albero vediamo gli occhi del “mostro” muoversi, ma allo stesso tempo l’ho trovata geniale così come la storia dei volti nella corteccia.


Credo che l’episodio sia anche un invito a riflettere su ciò che ogni giorno facciamo alla natura senza rendercene conto e che le nostre azioni portano a delle conseguenze che potrebbero essere mortali per noi (ora, nella realtà non esistono alberi assassini ma il buco dell’ozono può essere un esempio).

Insomma un episodio che come sempre mi è piaciuto, nonostante sia un po’ stufa di questo “tirar la trama per le lunghe” che abbiamo visto un po’ troppe volte nel corso di sei stagioni (ricordate la storyline dell’artiglio nero? Anche lì accadde lo stesso, i primi episodi erano un susseguirsi di eventi per poi interrompersi bruscamente per un numero indefinito di episodi) e che preferirei veder più equilibrate nel corso degli episodi.
Nonostante questo la serie continua ad avere un andamento positivo senza risultare mai scontata e noiosa, dimostrando di avere ancora molte cose da dire, se pur alla sua ultima stagione, a differenza di moltissimi altri show.

In attesa di commentare insieme il prossimo episodio, Blood Magic vi invito a lasciare un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook per condividere con noi le vostre impressioni sull’episodio e più in generale su quest’ultima stagione. Vi aspettiamo!

Veronica.

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.