Crea sito
Grimm,  Recensioni,  Telefilm

Grimm – Recensione 6×12

Ciao ragazzi, il momento tanto atteso sta per arrivare: siamo davvero ad un passo dalla fine.
Zerstorer Strugged” non è solo l’episodio con uno dei titoli più difficili da pronunciare (e ricordare) ma anche il penultimo dell’intera serie.

Devo dire che l’episodio mi è piaciuto davvero molto, ci abbiamo messo un’eternità ma finalmente tutti i quaranta minuti ruotano attorno alla trama principale e soprattutto, al darci risposte.
In questo singolo episodio infatti otteniamo una quantità immensa di risposte, tutte quelle che episodio dopo episodio abbiamo bramato.
Partiamo infatti dal “perchè il teschio, o distruttore, voleva proprio Eve”: perchè lei facesse da esca a Nick.
Qui io mi chiedo come mai proprio lei e non Adalind, in fondo ora è quest’ultima l’amore del nostro Grimm e sono entrambe Hexembiest ma non voglio insinuare nulla, in fondo dopo davvero molto tempo abbiamo finalmente ottenuto il tanto atteso “ti amo” da parte di Nick e non credo che ora, dopo tutto il percorso fatto per arrivare a questa consapevolezza, lui possa far marcia indietro. Comunque, scopriamo che tutto questo è solamente un piano del diavolo per uscire dall’inferno.
Beh, in tutti i series finali delle serie fantasy, nell’ultimo episodio l’inferno arriva sulla terra no?
Nonostante sia un’espediente visto e rivisto, è sempre incredibilmente affascinante vedere il modo in cui i produttori immaginano il diavolo che ha sempre fattezze e potenzialità diverse. Quello di Grimm è un diavolo particolare, di bell’aspetto (non a caso viene menzionata la Bibbia e quindi si torna all”angelo caduto che come ben sappiamo, è descritto in questo modo) che trae il suo potere da un bastone.
Un bastone che a quanto pare è collegato al famoso legnetto, cosa che avevo capito sin da inizio episodio, a differenza dei nostri eroi e quest’ultimo sembra essere proprio l’ultimo pezzo del puzzle per far si che il diavolo diventi inarrestabile.
Trovo molto interessante il cambio di rotta compiuto dalla trama, che prima lo associava ad “un pezzo della croce di Gesù” e che invece scopriamo essere l’esatto opposto, se pur probabilmente appartenuto anche ad altre figure religiose, come Mosè. Ho apprezzato molto anche questa particolare ricerca ai dettagli storici, un’attenzione particolare che Grimm ha sempre avuto e che nonostante l’originalità che lo contraddistingue, attinge sempre da fonti più o meno esistenti (dal folklore alla Bibbia).
Questa svolta fa si che Nick sia ricercato dal diavolo tanto quanto la piccola Diana ma fa anche di lui l’unico che forse, sarà in grado di sconfiggerlo.

Parlando di Diana, la bambina mi ha fatto una tenerezza incredibile in tutto l’episodio, partendo dal momento in cui ha liberato il diavolo (un minuto di contemplazione per il fatto che la profezia fosse datata proprio all giorno in cui è andato in onda l’episodio: geniale!) mettendosi quindi in grave pericolo; nonostante per tutta la sequenza io abbia pensato a quanto fosse stata sciocca e non avesse ascoltato i suoi genitori continuando a fare ciò che assolutamente non avrebbe dovuto, ho trovato estremamente tenero il fatto che abbia disobbedito per riportare a sua madre l’uomo che ama.
Diana sarà complicata e a volte un po’ inquietante ma è una bambina davvero dolce, almeno con i suoi famigliari.
Lo rivediamo infatti anche con suo fratello, nel momento del suo incubo: non urla tanto perchè quel mostro sta arrivando da lei, ma principalmente perchè questo vuole anche Kelly.
La sua disperazione non può far altro che coinvolgerci emotivamente e aprire il più grande mistero dell’episodio: perchè vuole anche lui?
Sul web ho letto diverse teorie sul fatto che lui possa essere la chiave per sconfiggere il diavolo, essendo per metà Grimm e per metà Hexembiest, voi cosa ne pensate?
Potrebbe aver senso dato che questi due sono proprio gli ingredienti che sono serviti al diavolo per uscire dal suo inferno e raggiungere la terra, ma in che modo un bambino tanto piccolo potrebbe sconfiggere il diavolo?
E se non dovesse essere così, cosa vuole il diavolo da lui?

Parliamo infine della scena che ha distrutto i cuori di tutti noi fan e che negli ultimi minuti dell’episodio ci ha fatto gridare un gigantesco NOOOO davanti allo schermo del computer:


Sicuramente è stato un colpo di scena che nessuno di noi si sarebbe aspettato e parliamoci chiaro, tutti noi eravamo convinti che Nick avrebbe tirato fuori il famoso bastoncino e li avrebbe salvati, cosa di cui molti sono convinti ancora.
Ma parliamoci chiaro, avrebbe davvero potuto rischiare il destino del mondo per salvare i suoi amici? E soprattutto, è vero oppure no che nei series finale deve esserci almeno una morte importante, in grado di straziare il cuore dei fan?
Alla luce di questo non credo che rivedremo più i nostri poliziotti preferiti anzi, credo che dovremmo prepararci a perdere almeno un altro membro della scooby gang ed io inizio a chiedermi chi potrebbe essere-
C’è chi punta tutto su Nick o Adalind, dato che finalmente lui le ha detto ti amo (cosa che può suonare come una scena d’addio), io punto più su Eve, che finalmente non è più una Hexembiest o su Trabel, che appena tornata per me rischia più di chiunque altro. Insomma, quale cattiveria immane sarebbe uccidere Rosalee o Monroe?

Voi cosa ne pensate? Quali sono le vostre teorie? E cosa ne avete pensato dell’episodio?

Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina Facebook! Io vi do appuntamento alla prossima settimana con l’ultima, imperdibile recensione!

Veronica.

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.